Bella di notte coltivazione


bella-di-notte

La Bella di notte, Mirabilis jalapa, è una pianta ornamentale cespugliosa ideale per bordure e zone rocciose dei giardini.


Caratteristiche della Bella di notte

Pianta annuale cespugliosa dai 60 ai 90 cm, anche se può raggiungere anche i 150 cm in particolari condizioni di habitat.

Le radici sono tuberi rizomatosi carnosi e allungati di colore rossastro.

Gli steli, eretti e tubulari di colore verde intenso presentano diversi nodi.

tubero-bella di notte

Le foglie tenere, lobate e con apice a punta sono di colore verde chiaro.

bella di notte

Fioritura della Bella di notte:  fiorisce da luglio a ottobre.

I fiori numerosi e profumatissimi, riuniti in grappoli da due a otto, hanno la forma di piccole trombette  di colore giallo, arancione, rosso, bianco e talvolta anche screziato.

I fiori della Bella di notte si schiudono al tramonto per richiudersi appena sorge il sole.

Dopo la fioritura la pianta produce tanti semi tondeggianti e grinzosi di colore scuro.

bella di notte-coltivazione

Coltivazione della Bella di notte

Esposizione: la bella di notte ama i luoghi luminosi e soleggiati.

Terreno: terreni freschi, ricchi di sostanza organica e ben drenati.

Annaffiature: generalmente si accontenta delle piogge ma in estate necessita di regolari annaffiature.

Concimazione: anche se non esigenze particolari è opportuno somministrare periodicamente del concime granulare a lenta cessione specifico per piante da fiore.

semi-bella di notte-raccolta

Moltiplicazione della Bella di notte

La riproduzione della bella di notte avviene per semina a fine inverno o per separazione dei rizomi o tuberi in autunno. Vedere la guida alla moltiplicazione della Bella di Notte

bella di notte

Malattie e parassiti

La Bella di notte soffre l’attacco degli afidi verdi.

afidi-insetti-parassiti

Cure e usi della Bella di notte

Non necessita di cure particolari. La specie nana, alta circa 30 cm, coltivata in vaso è usata per abbellire i davanzali delle finestre.

La Mirabilis jalapa, viene coltivata anche nell’orto e in campagna, per la sua elevata capacità di assorbire eventuali metalli pesanti presenti nei terreni.

fiore-bella-di-notte

Significato dei fiori

La bella di notte nel linguaggio dei fiori simboleggia la timidezza.

La bella di notte è velenosa?

Sia le radici che i semi della mirabilis jalapa sono velenosi per l’uomo è per gli animali domestici quali cani e gatti.

La tossicità è dovuta alla presenza di principi quali alcaloidi, resine e arabinosio.

Galleria foto della bella di notte

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News


Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

  • domenico - - Rispondi

    La mia pianta fiorisce solo fiori bianchi e qualcuno giallino, come devo fare per avere altri colori ???

    • LauraB - - Rispondi

      La Bella di notte è una pianta diffusa un po' ovunque e facile da reperire. Per avere piante con fiori multicolori basta raccogliere i semi e interrarli in piena terra in giardino oppure anche in vaso. Il colore dei fiori, comunque, non sarà mai identico alla pianta madre per la mescolanza dei caratteri ereditari.
      Saluti LauraB

  • ivan - - Rispondi

    Salve, mi chiamo ivan e sono un appassionato matto per le belle di notte. Posso chiedervi una cosa? Ma se metto del ferro nel terreno di coltivazione del fiore il colore siventa blu? Rispondetemi al più presto, grazie in anticipo:-):-):-)

  • Carlo - - Rispondi

    La bella di notte è legata alla mia infanzia, mi evoca bellissimi ricordi ed è una pianta che mi piace moltissimo.
    Durante le vacanze ho raccolto un po’ di semi di svariati colori.
    Qualcuno mi dice di interrarli subito, altri di aspettare la primavera.
    cosa devo fare? vorrei riempire la mia terrazza

    • LauraB - - Rispondi

      La Bella di notte, Mirabilis Jalapa, è una pianta ornamentale che produce spettacolari fioriture durante tutta l’estate. A fine fioritura maturano i semi che vanno raccolti e conservati in un luogo asciutto fino alla fine dell’inverno. In primavera, nel mese di marzo o aprile si mettono a germinare in vaso o direttamente a dimora.

Lascia una risposta