Aloe talea


aloe

L’Aloe nota a tutti come pianta della salute è coltivata un po’ ovunque, in giardino,  in vaso sui terrazzi e sui balconi.

Riprodurre l’aloe per talea

Moltiplicare l’aloe è molto semplice.

Ecco cosa fare. Quasi sempre la pianta di aloe emette dei germogli laterali vigorosi e forti con una radice propria allora, con molta delicatezza dopo aver  rimosso con la paletta il terreno superficiale intorno alla pianta, si separano i cespi dalla pianta madre con tutta la radice.

I cespi divisi vanno interrati al momento in piena terra oppure in singoli vasi pieni di  terriccio soffice con sabbia mista a torba.

aloe-talea

Se la pianta di aloe non ha cespi e comunque si desidera moltiplicarla, un altro metodo efficace consiste nell’effettuare la talea dei germogli laterali.

Tale operazione si pratica con un coltello affilato e ben disinfettato per evitare che la pianta sia oggetto dell’attacco di parassiti animali e vegetali.

aloe vera-cespi

Si recide il germoglio alla base e sulla parte recisa si pratica una piccola incisione per favorire la radicazione.

Maschera viso all' Aloe vera

Come interrare la talea di aloe

La talea va poi interrata a una profondità di circa 5 cm in un miscuglio di sabbia e torba fino a completa radicazione e trasferita successivamente nella zona destinata ad accoglierla e sfruttare le benefiche prorietà di questa bellissima il cui gel è ottimo come tonico per il viso, crema antietà e perfino per la preparazione del succo.

Galleria foto dell’aloe

LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger

Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta