Come scegliere un divano bifacciale: comfort assoluto

Autore:
Paola Palmieri
  • Dott. in Scienze della Comunicazione

Se ti stai chiedendo come scegliere un divano bifacciale, ad indicarti qual è la giusta via da percorrere ci pensiamo noi di Casa e giardino. Design, comodità e componibilità come parole d’ordine. Scopri di più nel corso dell’articolo. 

idee-divano-stile-minimal 16

Se hai voglia di vivere in modo diverso i tuoi spazi è tempo di rinnovare e ripensare ai tuoi arredi. In che modo? Partendo proprio dal protagonista indiscusso del soggiorno, ad esempio, sua maestà il divano. Nel tempo ha cambiato veste e ruolo e, soprattutto, ha unito gli spazi attraversandoli. A oggi con lui nasce una nuova esigenza di fluidità cui risponde bene un progetto di design bifacciale.

Nel corso dell’articolo proveremo a rispondere a tutti i tuoi interrogativi facendo venire a galla tutte le potenzialità che reca in sé la scelta di un divano bifacciale. Cancella dalla mente l’immagine classica di un divano come presenza ingombrante in cui decidere tra due o più posti e vivi una nuova esperienza di comfort rendendo i tuoi spazi più fluidi, liberi e confortevoli.

Iniziamo il nostro viaggio attraverso le principali caratteristiche da tenere bene a mente. Siete pronti a prendere appunti? Iniziamo pure.

idee-divano-stile-minimal 2

Come scegliere un divano bifacciale: le caratteristiche principali

come-scegliere-divano-bifacciale

Dici divano bifacciale ma in realtà da un’unica versione ti vengono offerte infinite possibilità di combinazione. Questa tipologia di divani, infatti, non è fissa e questo ti assicura la massima libertà di espressione, personalizzazione e con essa la possibilità di comporli come meglio credi.

Diamo uno sguardo insieme ai cataloghi per poter decidere meglio su quale faccia proprio al caso tuo e partiamo con le dimensioni. Quanto spazio hai?

Divano bifacciale come scegliere le dimensioni ideali

tappeti-cameretta-misure

Divano mini o maxi, metro alla mano, scegli quello più adatto alle tue esigenze estetiche e funzionali.  Per riempire un vuoto, chiacchierare con gli amici o guardare la tv lo spazio da calcolare te lo suggeriamo noi. La profondità che devi tenere a mente è ferma sui 100 o 120 cm, la larghezza, invece, ti concede un margine di libertà maggiore.

Puoi decidere tra i 2-3 posti fino ai 4, 5, 6, 8 e perfino 10 e oltre! Realizzando così una penisola, un divano angolare, un doppio angolo, un panoramico a ferro di cavallo, a elle e così via. Libera l’immaginazione e lasciati ispirare anche dalla palette ideale. Scoprila con noi.

La tonalità perfetta per il tuo divano bifacciale

piastrelle-cucina-stile-inglese-palette

Non solo funzioni, dunque, ma anche e soprattutto gusto estetico che passa attraverso la scelta del colore e dei materiali ideali. A proposito di colore, ampio è il ventaglio di opportunità: si parte dalle nuance più delicate per uno stile dal gusto classico o spazi piccoli fino a toni più accesi e vivaci tipica espressione della modernità.

Ma veniamo ora alla scelta dei materiali.

I materiali da preferire per il tuo divano bifacciale

come-scegliere-divano-bifacciale-2

Le collezioni ricercano una buona qualità dei materiali per offrire il comfort ideale. La struttura solida è solitamente realizzata in legno o in ferro mentre il rivestimento può essere in pelle, velluto oppure tessuto. A te la scelta!

Come scegliere un divano bifacciale: design da vivere

Arredi-per-il-salotto-di-design-03

Il design è tutto quando si parla di divano bifacciale: linee squadrate, più arrotondate, sinuose e seducenti ma non solo. Hai una libertà in più e cioè quella di fruire del giusto relax a modo tuo con schienali che si abbattono, si reclinano o piuttosto spariscono per lasciare spazio a tavolini integrati o mini-librerie. Un intreccio di funzioni che lo eleggono a modello armonico del vivere contemporaneo.

A proposito di design che ne dici a questo punto di esplorare insieme le diverse possibilità che reca in sé la scelta di un divano di questo tipo? Di seguito alcuni progetti per ispirarti.

Come scegliere un divano bifacciale: tre esempi pratici

divano-bifacciale

Iniziamo la nostra carrellata di idee con un divano bifacciale in uno splendido e luminoso blu cobalto perfetto sia in un soggiorno classico che moderno. Il design è il protagonista dei tuoi spazi. Linee fluide attraversano l’ambiente dinamicamente e armoniosamente, offrendoti l’occasione perfetta di viverlo a 360°.

Una seduta comoda e uno schienale avvolgente con seduta bifacciale lo rende ideale per un open space. Passiamo al prossimo esempio.

come-scegliere-divano-bifacciale-5

Un divano bifacciale costituito da tre sedute in velluto dalle linee un po’ retrò disegnano un abbraccio unico. Crea un look senza tempo per il tuo soggiorno dall’aspetto elegante. Dei cuscini in diverse nuance accompagnano il tuo relax e completano l’insieme un tappeto grande ed avvolgente su cui posizionare un pratico tavolino basso e la giusta illuminazione.

come-scegliere-divano-bifacciale-7

Infine, per te che ami le linee semplici abbiamo selezionato un divano dal design minimal. Rivestimento in pelle, colori chiari e piedini a vista sono tutto ciò che serve in salotto. Scegli la disposizione perfetta per i tuoi spazi e cura i dettagli per un risultato ricercato e unico.

Come scegliere un divano bifacciale: foto e immagini

Che ne dici ora di scegliere il tuo? Non ti resta che compiere un ultimo passo: sfogliare la galleria di immagini che segue. Abbiamo selezionato e inserito per te alcuni tra i modelli più gettonati. Guardali pure!