Come igienizzare il materasso: mini guida per farlo bene

Come igienizzare il materasso: scopri se lo fai bene, ti spieghiamo passo dopo passo, come pulire il tuo materasso in modo da salvaguardare la tua salute.

Materasso

Passiamo sul materasso circa un terzo della nostra vita, eppure pulirlo in modo approfondito è ancora un’abitudine, purtroppo, poco diffusa, tranne che per quelle persone molto attente all’igiene della casa e alla pulizia approfondita.

Inoltre, spesso, lo si fa male.

Si dà spesso per scontata un’abitudine che invece è necessaria alla salute.

Il materasso è infatti il luogo dove maggiormente si concentrano acari della polvere, allergeni, e anche materia organica come pelle, capelli, sudore.

Il materasso può facilmente essere attaccato da umidità, muffe, batteri e, nei casi peggiori, dalle temibili cimici del letto.


Leggi anche: Materasso ergonomico: come e perché sceglierlo

A quello che può sembrarti un racconto dell’orrore che ti terrà sveglio questa notte cercando di avvertire la presenza o meno di fastidiosi e indesiderati esseri viventi, c’è ovviamente una soluzione: l’igienizzazione periodica del materasso.

1. Arieggiare la camera da letto

pulizia-materasso-01

Iniziamo dalle operazioni più semplici e che potrai effettuare quotidianamente o settimanalmente, e che ti permetteranno di diminuire il numero di batteri e acari che proliferano nei materassi.

Sappi che in media, un materasso comune, può contenere due milioni di acari, e non dipende assolutamente da quanto tieni pulita la casa, l’accumulo di polvere è infatti inevitabile, ma puoi migliorare la situazione con alcuni accorgimenti.

Innanzitutto, tutti i giorni, fai in modo che la camera da letto sia ben arieggiata, per almeno 30 minuti. Apri balconi e finestre, in modo da far circolare aria ed evitare che la polvere si posi eccessivamente.

L’ideale, per il tempo in cui tieni aperte finestre e balconi, sarebbe spostare coperte e lenzuola in modo da permettere al materasso di prendere aria.

2. Utilizza due coprimaterasso

pulizia-materasso-03

Un altro accorgimento molto utile è quello di utilizzare due coprimaterasso, uno sull’altro, da sostituire e lavare in lavatrice settimanalmente ad alte temperature e con un detersivo disinfettante. Questo impedirà maggiormente alla polvere di filtrare attraverso lenzuola e coprimaterasso e di depositarsi.


Potrebbe interessarti: Pulire correttamente lo scarico del lavello in cucina: ecco i passaggi

3. Usa l’aspirapolvere

pulizia-materasso-00

Quando lasci scoperto il letto, effettua una pulizia con l’aspirapolvere, montando il beccuccio apposito. Non si tratta di un’operazione molto lunga e, se effettuata tutti i giorni o a giorni alterni, sarà ancora più veloce in quanto la polvere da aspirare sarà in quantità esigua e potrai dormire sonni più tranquilli, respirando molto meglio.

Attenzione alle cuciture sul bordo del materasso, questa è la zona sulla quale dovrai insistere di più e aspirare più accuratamente. È qui che, infatti, si annida la maggior parte della polvere.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

4. Sostituire spesso le lenzuola

pulizia-materasso-04

Fai inoltre attenzione a sostituire almeno settimanalmente le lenzuola e le federe dei cuscini. In primavera, quando riponi i piumoni, fallo solo dopo averli lavati accuratamente in modo da non lasciare modo agli acari di proliferare nelle tue coperte durante la bella stagione.

Puoi pensare di portare coperte e piumoni direttamente in lavanderia, te li restituiranno ben igienizzati e in praticissime buste sottovuoto che impediranno agli acari di vivere e proliferare.

È un’operazione che puoi effettuare anche a casa se la tua lavatrice è abbastanza grande da permettertelo. Una volta asciugate, puoi acquistare le apposite buste dalle quali, tramite una valvola, potrai creare il sottovuoto aspirando l’aria con l’aspirapolvere.

5. Pulisci il materasso una volta all’anno: gli step

Janitor cleaning mattress with professional equipment in bedroom

Una pulizia più approfondita del materasso va effettuata, invece, almeno una volta all’anno. È un’operazione abbastanza faticosa e un po’ lunga, ma la tua salute di certo ne guadagnerà. Effettua questa pulizia nei mesi più miti, all’inizio della primavera, eviterai così che il materasso possa bagnarsi o assorbire l’umidità tipica dei mesi invernali.

Sì, perché è un’operazione che dovrai effettuare all’esterno. Se hai un giardino o un terrazzo non avrai problemi, se invece hai un balcone potrebbe essere un’operazione un po’ più difficile, ma organizzando gli spazi puoi tranquillamente effettuarla.

Ma perché pulire il materasso in uno spazio esterno? Innanzitutto servirà a fargli prendere aria, lasciarlo infatti una giornata al sole, dopo la pulizia, diminuirà ulteriormente la presenza di acari e batteri. Inoltre la pulizia ti risulterà più agevole ed eviterai di sporcare il pavimento della camera da letto.

pulizia-materasso-06

Comincia ad appoggiare il materasso in verticale ad una parete che ti sarai premurato di pulire, poi, se hai un battipanni, scuoti il materasso in modo da far fuoriuscire il grosso della polvere.

A questo punto, sciogli del bicarbonato in acqua e intingi un panno pulito nella soluzione, passandolo poi accuratamente su tutto un lato del materasso. Quando avrai terminato, passa ai bordi laterali, dopodiché, volta il materasso e procedi anche dall’altro lato.

Il bicarbonato è un igienizzante molto potente, ma puoi anche utilizzare molti prodotti in commercio dedicati proprio alla pulizia del materasso.

Preferisci però, prodotti naturali e non chimici, perché il materasso è a contatto con il nostro corpo per molte ore al giorno e respiriamo tutta la notte a distanza davvero ravvicinata, nonostante i coprimaterasso e le lenzuola che ci separano dalla sua superficie. Una volta effettuata questa pulizia approfondita, lascialo all’aperto in modo che respiri per un’intera giornata.

6. E se hai una casa che ha solo finestre e nessuno spazio esterno?

materasso-ergonomico-3

Niente paura, non sarai costretto a convivere con acari e batteri, puoi effettuare un’operazione di pulizia molto approfondita anche lasciando il materasso sulla sua rete. Evita il panno umido intinto in acqua e bicarbonato però, perché all’interno della casa il materasso potrebbe non asciugare come si deve.

Cospargi l’intera superficie di bicarbonato (o di un prodotto apposito per la pulizia del materasso), lascia agire per circa mezz’ora e poi aspira con l’aspirapolvere. Effettua poi la stessa operazione girando il materasso e adagiandolo sempre sulla sua rete di sostegno.

Cerca però di effettuare questa pulizia almeno tre o quattro volte all’anno in modo da avere comunque un materasso ben igienizzato anche se non puoi lasciarlo a prendere aria in uno spazio esterno.

Quando prenderai l’abitudine a questo tipo di pulizia ne avvertirai subito i vantaggi, respirerai meglio e dormirai sogni più tranquilli senza paura di ospiti invisibili.

Come igienizzare il materasso: immagini e foto

Igienizzare il materasso è una pratica fondamentale per la nostra salute, in questa mini guida ti abbiamo spiegato come fare, ora dai un’occhiata alla nostra gallery.

 

Angelica Moranelli
  • Laurea in Lettere
  • Copywriting, Social Media Marketing, Editing e correzione bozze
  • Autore specializzato in Lifestyle, Casa, Arredamento
Suggerisci una modifica