Ginko proprietà Ginkgo biloba


Quali sono le proprietà e le controindicazioni del Ginkgo biloba (ginco o gingko)? Quali sono gli usi del ginkgo? Quante calorie e quali valori nutrizionali apporta il Gingko?

Ginco-foglie


Il Ginkgo biloba così chiamato per la somiglianza delle sue foglie ai lobi del cervello biloba è una pianta fossile vivente che viene utilizzata come rimedio naturale nella cura di numerosi disturbi.

Ginko-foglie


Proprietà del Ginkgo biloba

Il Ginkgo biloba è un fitoterapico con significative proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, che si rivelano preziose nella terapia di patologie serie ed abbastanza gravi come l’Alzheimer e altre forme di demenza senile.

Studi recenti hanno confermato e sperimentato infatti che i componenti di questa pianta sono utili contro il deterioramento cognitivo tipici delle malattie della terza età.

I suoi componenti alleviano il gonfiore e il senso di pesantezza agli arti inferiori, frequenti in estate, ma anche durante il resto dell’anno soprattutto in chi è costretto a stare in piedi a lungo.


Leggi anche: Ginkgo biloba – Ginco

Infine attenua sensibilmente il fastidioso fischio nelle orecchie in soggetti che soffrono di acufene.

Sembra accertata la sua efficacia anche nei casi di disfunzione erettile e nell’aterosclerosi.

infuso

Principi attivi del Ginkgo biloba

Le foglie di Ginkgo biloba contengono terpeni, polifenoli, flavonoidi (ginketolo, isiginketolo, bilabetolo, ginkolide).

I suoi principi attivi, soprattutto ginkgolidi e flavonoidi,  migliorano  la circolazione centrale e periferica.

L’azione principale del ginkgo è infatti quella di contrastare l’aggregazione piastrinica e la formazione di coaguli sanguigni, aiutando così a ridurre il rischio cardiovascolare.

Ginko-foglia-bilobata

Usi del Ginkgo biloba

Infusi ed estratti vengono utilizzati anche per migliorare la memoria, per migliorare la circolazione, nei casi di stress fisico e mentale e come antiossidante; anche in cosmesi se ne sfruttano le proprietà, per migliorare l’idratazione delle pelli secche o asfittiche.

L’estratto delle foglie di ginkgo biloba è ricco di potenti sostanze antiossidanti, come flavonoidi, terpeni, vitamina C e carotenoidi, che liberano i tessuti (anche quelli sanguigni) dalle tossine e ne migliorano l’ossigenazione.

Controindicazioni

Il consumo del Ginkgo va evitato dai soggetti che assumono anticoagulanti, antiaggreganti e farmaci usualmente prescritti contro l’ipertensione.

foglie-essiccate

Calorie e valori nutrizionali

100 grammi di Ginkgo apportano 182 Calorie.

Galleria foto Ginkgo biloba

LauraB

Commenti: Vedi tutto