Sempre meno alberi in Italia: appena 24 alberi ogni 100 abitanti

Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

In Italia i capoluoghi vedono ancora oggi un numero molto ridotto di alberi e questa situazione è parecchio preoccupante. Anche se il patrimonio boschivo vede dei miglioramenti, nelle città prese in esame da Legambiente le cose risultano ancora oggi tutt’altro che rosee. 

Guarda il video

Alberi, Città
Photo by Schwoaze – Pixabay

Un recente report di Legambiente ha dimostrato quanto siano ancora oggi pochi gli alberi presenti nelle zona urbane in Italia. Questa situazione è molto preoccupante e dovrebbe quindi essere presa con una certa serietà per trovare soluzioni.

Ancora pochi alberi nei capoluoghi italiani

Alberi, Città
Photo by RealAKP – Pixabay

Nel 2022, in tutta la Penisola italiana, su un totale di 105 capoluoghi di provincia che sono stati presi in esame da Legambiente, emerge un dato allarmante riguardo alla presenza di alberi all’interno delle aree urbane. Il report Foreste 2023 di Legambiente rivela che la media nazionale si attesta a soli 24 alberi ogni 100 abitanti.

Questo studio ha messo in luce quanto comunque le cose vadano diversamente nelle differenti città italiane. In particolare, si nota che 43 città arrivano ad un numero pari o superiore a 20 alberi ogni 100 abitanti, mentre 18 città presentano una situazione ancor più critica, con meno di 10 alberi per ogni 100 abitanti. Ancora più preoccupante è il fatto che ben 10 città registrano una presenza di alberi inferiore a 5 alberi ogni 100 abitanti.

Tra le città italiane che si distinguono per la loro attenzione e virtuosità nella gestione degli spazi verdi urbani, spiccano Modena con 117 alberi ogni 100 abitanti, seguita da Cremona con 99 alberi ogni 100 abitanti e Trieste con 96 alberi ogni 100 abitanti.

Da questo report emerge che alcune città stanno facendo notevoli sforzi per preservare e promuovere la presenza degli alberi all’interno dei loro territori, contribuendo così a migliorare la qualità della vita e la sostenibilità ambientale. Nonostante questo, è evidente che le cose ancora non stiano andando affatto bene.

Ancora pochi gli alberi piantati nelle città

Nel presente, i numeri legati agli alberi piantati nelle città risultano essere critici e dunque insufficienti per raggiungere gli obiettivi stabiliti dalla Strategia dell’Unione Europea per la biodiversità. Questa strategia prevede la piantumazione di ben 3 miliardi di alberi entro il 2030 ma stando ai dati attuali appare molto difficile immaginare che questi possano essere davvero raggiunti.

Legambiente ha anche calcolato che su un totale di 105 capoluoghi di provincia considerati, la quantità media di spazio verde disponibile per ogni abitante in Italia si attesta a circa 53,7 metri quadrati. Tali dati preoccupanti sono stati ottenuti partendo dai dati ISTAT del 2021 e dimostrano quanto sia necessario agire prontamente per cercare di aumentare gli spazi verdi in tutte le zone urbane.

Il patrimonio boschivo sta migliorando

Se la situazione degli alberi nelle città italiane non è per nulla positiva, fortunatamente le cose vanno meglio per quanto riguarda il patrimonio boschivo. Nel nostro Paese infatti c’è stata una crescita in questo senso e si è arrivati a coprire il 36,7% del territorio della nazione. In particolare, si è arrivati ad una estensione pari a oltre 11 milioni di ettari tra foreste e boschi.

In Italia ci sono solo 24 alberi ogni 100 abitanti nei capoluoghi: foto e immagini

Legambiente ha reso noto di recente che nei capoluoghi italiani sono davvero ancora molto pochi gli alberi e questa situazione è preoccupante. Per ulteriori informazioni, vi suggeriamo di prendervi qualche istante ancora per scorrere la galleria immagini che abbiamo realizzato qui di seguito.