Pellicole biodegradabili realizzate con i fondi di caffè: un incredibile riciclo bio

Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Lo sapevate che con i fondi del caffè è possibile realizzare delle pellicole biodegradabili? Ad affermarlo è un interessante studio della Dakota State University.

Fondi, Caffè
Photo by jarmoluk – Pixabay

Ogni volta che si passeggia al supermercato tra gli scaffali, diventa evidente che continuino ad essere tanti i prodotti protetti da pellicole o da confezioni di plastica. Che questo materiale rappresenti ancora al giorno d’oggi una soluzione molto popolare, infatti, purtroppo non lascia nessuno stupito. Il problema è che in questo modo si continua a peggiorare l’inquinamento del nostro Pianeta.

Per cercare di migliorare le cose, negli ultimi anni in molti stanno lavorando allo scopo di sviluppare nuovi materiali bioplastici, concepiti appositamente per sostituire la plastica tradizionalmente considerata dannosa per l’ambiente con alternative più ecologiche.

Anche se molte idee sono rimaste semplicemente tali, nell’ultimo periodo è emersa una soluzione davvero incredibile che, almeno potenzialmente, potrebbe portare ad un vero cambio di prospettiva. Le innovative pellicole biodegradabili realizzate a partire dai fondi di caffè meritano dunque un approfondimento.

I fondi di caffè per produrre pellicole biodegradabili

Caffè,
Photo by acekreations – Pixabay

Il professor Srinivas Janaswamy della Dakota State University ha condotto un’indagine sullo sviluppo di pellicole biodegradabili utilizzando fondi di caffè come materia prima. Questa ricerca è stata pubblicata nel Journal of Biological Macromolecules. Nel corso del suo lavoro, l’esperto ha esplorato diverse soluzioni per creare pellicole biodegradabili: non sono mancati gli esperimenti che avevano come protagonisti scarti alimentari come stocchi di mais e bucce di avocado.

Nonostante questo, i risultati più promettenti sono stati ottenuti tramite l’impiego dei fondi di caffè, che presentano un elevato contenuto di fibre lignocellulosiche, rendendoli particolarmente idonei per la produzione di pellicole sottili e robuste.

Questa novità consente la creazione di pellicole realizzate a partire dai fondi di caffè, caratterizzate da notevole resistenza alla trazione e da un rapido processo di biodegradazione, che richiede appena 45 giorni per completarsi nel terreno. Inoltre, lo studio ha evidenziato due ulteriori vantaggi di queste pellicole biodegradabili a base di fondi di caffè: la loro capacità antiossidante e la capacità di schermare i raggi UV. Queste proprietà aggiuntive suggeriscono possibili applicazioni interessanti per tali pellicole biodegradabili.

I fondi di caffè sono molto importanti

Secondo i dati di WorldAtlas, la Finlandia registra un consumo di caffè di 12 chilogrammi pro capite ogni anno, seguita da Norvegia con 9,9 chilogrammi, Islanda con 9 chilogrammi, Danimarca con 8,7 chilogrammi e Paesi Bassi con 8,4 chilogrammi. In Italia, invece, il consumo annuale si attesta a “soli” 5,9 chilogrammi, posizionando il nostro paese al 13° posto a livello mondiale. A livello globale, si stima che gli individui bevano oltre 2 miliardi di tazze di caffè al giorno: questo genera una produzione annuale di oltre 8 milioni di tonnellate di fondi di caffè.

Un quadro di questo genere fa comprendere quanto sia importante il potenziale dei fondi di caffè come materia prima secondaria. Questi sono apprezzati per la la loro versatilità in svariati utilizzi, tra cui l’impiego come fertilizzante per l’orto, scrub per la pelle del viso e del corpo e per la rimozione di incrostazioni da pentole oltre che per eliminare gli odori nel frigorifero.

A questi impieghi che tutti conosciamo, va ad aggiungersi quello di essere un materiale da sfruttare come base per la creazione di bioplastiche originali, che vengono utilizzate per la produzione di pellicole di plastica biodegradabile e amica dell’ambiente.

Pellicole biodegradabili realizzate con i fondi di caffè: foto e immagini

Le pellicole biodegradabili si possono realizzare sfruttando i fondi del caffè. Ecco una galleria immagini da scorrere per saperne di più.