Il piano a cottura a induzione aiuta a risparmiare rispetto ai piani a gas?

Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica
24/10/2022

L’aumento della bolletta del gas ha portato molti italiani a pensare di sostituire il proprio piano cottura a gas con uno a induzione. Il piano di cottura a induzione, infatti, non utilizza il gas ma sfrutta la corrente elettrica e i campi magnetici. Chiaramente non si tratta di una soluzione a costo zero, ma comunque ha alcuni vantaggi interessanti.


piano-cottura-induzione
Piano cottura a induzione

Il piano a cottura a induzione è sempre più comune nelle case, ma ancora oggi tanti italiani hanno il piano a cottura a gas. In questo periodo dove il prezzo del gas continua a salire, in molti cercano soluzioni per risparmiare in bolletta. Per questo, tanti si domandano se valga la pena passare dal classico piano a gas a uno ad induzione. Quest’ultimo non necessita infatti di gas, ma funziona con l’energia elettrica.

La cottura a induzione, in effetti, risulta molto veloce e sicura dal momento che non si rischiano fughe di gas. Un altro vantaggio sta nel fatto che la piastra non si scalda e dunque non c’è il rischio di scottarsi. Quello che più interessa, comunque, è il vantaggio legato al risparmio in bolletta. Chiaramente ci sarà un aumento nel costo della bolletta della luce, ma la bolletta del gas avrà una diminuzione importante.

Scegliere un piano a induzione significa anche rispettare l’ambente in quanto il suo effetto inquinante è davvero minore. Secondo un recente studio della Standford University (Usa), l’impatto dei fornelli a gas sul riscaldamento globale è infatti enorme.