L’evoluzione umana è inadatta a risolvere il cambiamento climatico

L’evoluzione umana non è in grado di affrontare il problema del cambiamento climatico. Lo rivela un recente studio realizzato da un’università americana. 

Guarda il video

evoluzione umana cambiamento climatico
Photo by Vika_Glitter – Pixabay

L’evoluzione umana potrebbe rappresentare un ostacolo nell’affrontare e risolvere la crisi climatica. Ad affermarlo uno studio condotto dall’Università del Maine e recentemente pubblicato su Philisophical Transaction of the Royal Society B.

L’evoluzione umana è inadatta a risolvere il cambiamento climatico

evoluzione umana cambiamento climatico
Photo by PublicDomainPictures – Pixabay

L’ambiziosa ricerca, coordinata da Tim Waring, professore associato presso il prestigioso ateneo americano, collega il cambiamento climatico con l’evoluzione culturale, intersecando la biologia e le scienze sociali. Il principale quesito che Waring e suoi collaboratori si sono posti è stato: come siamo arrivati a questo punto? Di conseguenza il team di ricercatori ha esaminato a 360 gradi il comportamento dell’uomo nel corso di 100.000 anni, analizzando in particolare le risorse utilizzate, l’impatto che hanno avuto sull’ambiente e lo sviluppo​ dei tratti culturali.

La buona notizia è che in ogni epoca la specie umana è stata in grado di risolvere qualunque problema abbia dovuto affrontare.

Molte persone attualmente ritengono che il cambiamento climatico sia qualcosa ⁢che‌ alla fine‍ risolveremo, e‌ c’è una buona ‍ragione per credere che ciò sia ⁢possibile perché gli esseri umani ⁤non ⁤hanno quasi mai incontrato un problema ‌che non siamo stati‌ in ⁣grado⁢ di risolvere

ha affermato Waring.

Al contempo, però, i ricercatori hanno anche⁣ scoperto due falle rilevanti nel meccanismo: innanzitutto che questa straordinaria capacità risolutiva è dipesa da un maggiore sfruttamento su larga scala delle risorse a disposizione, e in più che gli esseri​ umani‍ hanno trovato soluzioni solo una volta che i problemi erano ⁢già fuori controllo. Due tipi di approcci che potrebbero non essere efficaci nella lotta al cambiamento climatico.

C’è bisogno di soluzioni globali

evoluzione umana cambiamento climatico
Photo by MrsBrown – Pixabay

In sostanza, dal punto di vista evoluzionistico, non siamo in grado di affrontare sfide del genere. Il nostro percorso evolutivo evidenza infatti un’abilità nel risolvere i problemi tra‍ gruppi, ma mai fino ad ora a questo livello e a questa complessità. L’evoluzione culturale dei tanti gruppi sub-globali presenti nel mondo, tenderà a risolvere i problemi sbagliati, privilegiando gli interessi delle singole nazioni o e delle grandi aziende, ritardando o addirittura evitando del tutto l’azione sulle problematiche comuni. Gli autori dello studio sostengono che per affrontare il cambiamento climatico è necessario invece mettere in campo soluzioni veramente globali, anche se ciò dovesse andare contro gli interessi dei gruppi esistenti.

Un altro aspetto negativo sottolineato dai ricercatori è la propensione degli esseri umani ad essere competitivi per quanto riguarda le risorse:

L’evoluzione culturale tra i gruppi potrebbe tendere, e di fatto questo già accade sui fronti più diversi, ad esacerbare la competizione per le risorse e potrebbe portare a un conflitto diretto tra i gruppi e persino – nelle ipotesi più drammatiche – a una fase di crisi della specie. Il problema principale è che le caratteristiche centrali dell’evoluzione umana probabilmente stanno ostacolando la nostra capacità di risolverle. Per risolvere le sfide collettive globali dobbiamo nuotare controcorrente.

Sarebbe in pratica necessario che gli esseri umani mutassero la propria maniera di evolversi.

In conclusione il professor Waring auspica che lo studio realizzato dall’Università del Maine possa rappresentare un aiuto tangibile negli approcci futuri:

Questa nuova ricerca potrebbe condurre a un nuovo meccanismo politico per affrontare la crisi climatica: modificare il processo di cambiamento adattivo tra aziende e nazioni potrebbe essere un modo efficace per affrontare i rischi ambientali globali.

L’evoluzione umana è inadatta contro la crisi climatica: foto e immagini