Essential Homes: la casa del futuro progettata da Norman Foster è totalmente sostenibile!

Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Chiamata Essential Homes, la casa del futuro realizzata grazie agli sforzi della Norman Foster Foundation e Holcim è per ora solo un prototipo. Presentata alla Biennale Architettura di Venezia, questa casa prefabbricata risulta essere anche sostenibile.

Guarda il video

Casa, Sostenibile
Photo by AnteKante – Pixabay

Alla Biennale Architettura di Venezia è stato un progetto chiamato Essential Homes che è il risultato del lavoro svolto dalla Norman Foster Foundation e da Holcim. Questo altro non è che un prototipo di casa sostenibile nato grazie agli sforzi e alla ricerca sulle affordable housing e rappresenta una casa capace di durare nel tempo in modo sicuro per il benessere delle persone e rispettoso dell’ambiente.

Cos’è la casa del futuro di Norman Foster?

Casa, Green
Photo by StockSnap – Pixabay

La casa del futuro realizzata grazie alla collaborazione tra la Norman Foster Foundation e Holcim è una casa che non ha necessità di scavi in quanto non ha fondamenta. Il suo aspetto è simile ad un igloo di 36 m2 e il suo prezzo è di circa 19.000 euro risultando quindi tutt’altro che elevato.

Una menzione la merita il suo tetto di lastre di cemento avvolgibili realizzate usando del cemento a bassa emissione di CO2 ottenute grazie a Concrete Canvas e poi personalizzate da Holcim. Tale cemento arrotolabile è una soluzione straordinaria in quanto la sua applicazione è particolarmente semplice e consente di usare il 95% di materiale in meno rispetto a quanto accade in tutti gli altri casi.

Infine, la casa presenta un isolamento in schiuma minerale Airium nel tetto e dei pannelli Elevate sul pavimento. Queste due soluzioni consentono di ottenere grandi vantaggi per quanto risulta l’efficienza energetica dell’abitazione, inoltre rendono migliore l’aspetto termico e acustico della casa.

La funzione sociale dell’abitazione

Il progetto Essential Homes è nato grazie al lavoro degli architetti Alberto Cendoya e Diego López della Norman Foster Foundation ed è poi stato realizzato grazie agli sforzi di Holcim. Il processo per la realizzazione dell’abitazione sostenibile ed economicamente abbordabile è stato sempre supervisionato da Norman Foster ed ha avuto slancio pensando al gran numero di rifugiati e sfollati.

Si comprende dunque che a dare la spinta per la realizzazione di questa abitazione è stata la volontà di dare un alloggio temporaneo a rifugiati e sfollati. L’intenzione è però ora quella di riuscire a svilupparla in maniera tale da ottenere una vera affordable housing.

Norman Foster ha spiegato che

Come architetto sono sempre stato interessato a quella che chiamiamo architettura senza architetti. In altre parole, parlo di edifici come i fienili e i mulini a vento, che appartengono a un’epoca passata e non cercano di essere altro. Questa corrente relativa a un approccio più elementare alle abitazioni, la cosiddetta architettura vernacolare, mi ha sempre interessato. Il progetto Essential Homes incarna questo concetto,e dà una sensazione piacevole a chi visita il prototipo. ‘Mi piacerebbe passare una notte qui’, dicono spesso. È una casa progettata per ripararsi in caso di tempesta, tifone o terremoto, ma che può essere abitata anche in circostanze normali.

Oltre a questo prototipo, anche le case prefabbricate in legno possono essere una scelta ecosostenibile.

La casa del futuro è stata progettata da Norman Foster ed è totalmente sostenibile: foto e immagini

Il lavoro combinato della Norman Foster Foundation e Holcim hanno permesso di portare a termine il progetto Essential Homes. Nell’articolo abbiamo avuto modo di comprendere numerosi dettagli in merito a questa casa sostenibile realizzata a prezzi accessibili. Vediamo ora una galleria immagini per comprendere ulteriori dettagli.