Cambiamento climatico: Roma presenta la strategia di adattamento

Presentata nei giorni scorsi la Strategia attraverso il quale Roma intende difendersi dagli impatti del cambiamento climatico attuali e futuri.

cambiamento climatico roma strategia
Photo by josealbafotos – Pixabay

Roma è la prima città italiana a dotarsi di un piano specifico per contrastare gli effetti dell’emergenza climatica. Il documento è stato presentato lo scorso 23 gennaio in Campidoglio durante un incontro al quale erano presenti il sindaco Roberto Gualtieri e gli assessori all’Ambiente, Sabrina Alfonsi, all’Urbanistica, Maurizio Veloccia e ai Lavori Pubblici, Ornella Segnalini, oltre ai ricercatori che hanno partecipato alla elaborazione del Piano, i cui lavori sono stati coordinati dal Direttore dell’Ufficio Clima di Roma Capitale, Edoardo Zanchini.

Cambiamento climatico: Roma presenta la propria strategia di adattamento

cambiamento climatico roma strategia
Photo by artyangel – Pixabay

Grazie a questa nuova Strategia di adattamento climatico la Capitale intende difendere il proprio territorio dagli impatti previsti al 2050 attraverso una serie di azioni da mettere in pratica entro i prossimi anni.

Durante il proprio intervento il sindaco Gualtieri ha sottolineato le quattro criticità prioritarie da affrontare, ossia:

  • la maggiore intensità delle piogge e delle alluvioni;
  • la sicurezza degli approvvigionamenti idrici in scenario in cui si registrano maggiori periodi di siccità;
  • la crescita delle ondate di calore in una città con quartieri a rischio a causa del cosiddetto ‘effetto-isola’ di calore urbano;
  • l’intensificarsi di impatti sul litorale costiero in uno scenario di innalzamento del livello del mare.

La Strategia individua le priorità, gli obiettivi e le misure per preparare la città agli impatti sempre più frequenti e intensi dovuti al cambiamento climatico in atto. È sotto gli occhi di tutti: a Roma il clima è già cambiato, non è un problema del futuro. E le conseguenze non sono omogenee in tutto il territorio, perché nei diversi quartieri ci sono temperature che possono differire anche di molto in aree relativamente vicine. Le analisi mettono in evidenza come sia cresciuta la temperatura media, sia aumentato il numero di notti tropicali e di periodi di ondate di calore, mentre la pioggia si concentra in alcune giornate

ha affermato il primo cittadino.

Al via la fase di consultazione pubblica

cambiamento climatico roma strategia
Photo by nimrodins – Pixabay

Il documento è diviso in tre parti. Nella prima è illustrata un’analisi dei dati meteoclimici, degli impatti in corso e dei rischi futuri collegati al cambiamento climatico. Nella seconda si presenta invece il quadro dei progetti attualmente in corso per rendere la Capitale più resiliente agli effetti negativi del climate change. Nella terza parte si individuano infine gli obiettivi e le misure di adattamento per preparare la città non solo agli impagli impatti in corso, ma anche a quelli che potrebbero avvenire al 2050.

La proposta di Strategia  inizierà ora una fondamentale fase di consultazione pubblica che si svilupperà attraverso sette appuntamenti, tra conferenze e workshop tematici, per poi concludersi il prossimo 30 aprile con il voto finale dell’Assemblea capitolina. L’obiettivo principale è quello di coinvolgere i cittadini e gli stakeholder in un confronto mirato ad aumentare l’informazione e la sensibilità sull’emergenza climatica.

I 3 mesi di consultazione, con tanti incontri, workshop, osservazioni sono indispensabili perché questa strategia è qualcosa di nuovo per la città. È anche una grande occasione con cui Roma si mette al passo con le città europee che condividono le stesse sfide sul clima, un’opportunità di innovazione.

ha dichiarato con soddisfazione Edoardo Zanchini.

Cambiamento climatico, la strategia di Roma: foto e immagini