Come pulire i termosifoni in alluminio o ghisa

Olimpia Spataro
  • Dott.ssa in tecniche erboristiche

In questo articolo andremo a scoprire com’è possibile lavare ed igienizzare i nostri termosifoni applicando dei semplici passaggi. Come pulire i termosifoni internamente ed esternamente? Come detergere quelli in alluminio e in ghisa? Come eliminare la ruggine dai nostri caloriferi?

pulire caloriferi

I termosifoni per diffondere calore nell’ambiente, senza spreco, devono essere spolverati tutti i giorni e puliti più a fondo periodicamente.

Verso fine estate è bene pulire i caloriferi per non farsi trovare impreparati all’arrivo del freddo.

Questa pulizia consente di avere una casa più profumata e bella da vedere, rappresenta una prevenzione per l’allergia poiché effettuando la sanificazione si andranno ad eliminare virus e batteri al suo interno e l’aria che si respira risulterà salubre e senza conseguenze sulla nostra salute, e garantisce un’ottima funzionalità dell’impianto di riscaldamento.

come-pulire-termosifoni-

Termosifoni stretti: pulizia interna

Uno dei problemi principali per quanto riguarda la pulizia dei termosifoni è sicuramente il riuscire a pulire bene tutte le intercapedini che spesso essendo troppo strette non sono facili da raggiungere in alcun modo.

Sicuramente il modo migliore è quello di smontare il termosifone e pulirlo con comodità poggiato al suolo o su di un ripiano, ma se non vogliamo procedere con questo metodo invasivo possiamo seguire due strade.

La prima è quella di ricercare uno strumento efficace e abbastanza sottile che può farci pulire la parte interna del radiatore, tra le intercapedini, se non lo troviamo in casa, possiamo ordinare online la comoda spazzola flessibile di una lunghezza di circa un metro.

Se non vogliamo impegnarci nell’acquisto di nessun tipo di strumento, un modo efficace è sicuramente utilizzando l’aria compressa, quest’ultima è in grado di rimuovere con forza la polvere anche dagli spazi più angusti, se non disponiamo della pistola ad aria compressa possiamo utilizzare l’asciugacapelli con la punta stretta, e per evitare che la polvere si disperda per tutta la casa, possiamo disporre dei panni umidi sul pavimento e nella parte alta del termosifone questi ultimi fungeranno da efficaci catturapolvere.

pulizia interna termosifone

Termosifoni in alluminio: pulizia

Prima di procedere alla pulizia di un termosifone bisogna considerare il materiale di cui è costituito per assicurarsi una detersione ottimale. Il termosifone in alluminio presenta una superficie liscia e facilmente lavabile e richiede una minima manutenzione.

Volendo effettuare una pulizia dello stesso bisogna iniziare dall’interno per evitare che l’acqua sporca che fuoriesce dal termosifone possa vanificare il sacrificio fatto per pulire la parte esterna.

Una bacinella, dei fogli di giornale o qualsiasi altro materiale a protezione ed una pinza per aprire la valvola dell’acqua sono tutto ciò che ci occorre.

Basta posizionare i fogli e la bacinella sotto al termosifone, aprire la valvola e lasciar fuoriuscire l’acqua che vi è all’interno, dopodiché richiuderla e passare alla detersione esterna, avvalendosi di un panno antistatico per eliminare la polvere che si crea in superficie, successivamente utilizzare un panno bagnato con acqua e sapone neutro e completare con l’asciugatura attraverso un panno in cotone.

Un altro metodo di pulizia esterna di questa tipologia di termosifoni è il vaporetto che lava ed igienizza allo stesso tempo.

termosifone alluminio

Termosifoni in ghisa: pulizia

La pulizia dei termosifoni in ghisa richiede più tempo e viene effettuata in modo differente.

Come primo passaggio bisogna proteggere i mobili circostanti al termosifone con dei giornali o altro materiale assorbente, predisporre i fogli di giornale sotto al termosifone. Successivamente con un pennello che ha il manico lungo per eliminare superficialmente la polvere e in un secondo momento usare l’aspirapolvere con il beccuccio per aspirare quella parte di polvere più ostinata che vi rimane all’interno.

A questo punto, si procede al lavaggio della superficie con spugna, acqua calda e sgrassatore, finché l’acqua non risulta limpida.

Per essere più precisi ed avere un risultato ancor più soddisfacente, si passa uno scovolino per bottiglie tra le fessure strette per pulire al meglio ogni angolo.

Ultimare questa procedura asciugando i termosifoni con un panno di cotone asciutto.

termosofine ghisa

Come pulire i termosifoni con ruggine

Può capitare che alcune zone del termosifone presentino fessure dalle quali fuoriesce acqua che con il trascorrere del tempo causa comparsa di ruggine.

Possiamo, quindi, riparare la parte del calorifero dove c’è la perdita di acqua e procedere con la rimozione della ruggine, non appena ci si è coperti occhi e mani, al fine di proteggerli da eventuali scaglie di ruggine, avvalendoci di spazzole abrasive in metallo o carta vetrata.

Completata l’operazione di rimozione, si applica su tutta la superficie un prodotto antiruggine e lo si lascia agire per circa 4o minuti e successivamente si elimina con un panno in cotone umido.

Prima di iniziare a verniciare, bisogna sciogliere a bagnomaria la cera d’api ed applicarla sulla superficie del calorifero con un pennello a setole morbide. Si lascia asciugare bene ed in seguito si può riverniciare, se è necessario.

termosifone ruggine

Galleria foto ed immagini termosifoni pulizia

In questa galleria sono presenti foto ed immagini relative alla pulizia interna ed esterna dei termosifoni, alle tipologie di materiale dei termosifoni, ed alla presenza di ruggine sugli stessi.