Tecniche di potatura delle siepi

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista

Una siepe in ordine può diventare il diamante del proprio giardino. Quali sono le tecniche di potatura delle siepi più diffuse? 

Tecniche di potatura delle siepi 1

La siepe può avere molteplici scopi: decorare il tuo giardino, delimitarne gli spazi, fungere da separatore o aiutare a mantenere la privacy. Ovviamente, non potrebbe assolvere a tutti questi compiti se non è ben curata e potata. L’impatto estetico forte è garantito e, soprattutto, è molto più bello di quello di una recinzione.

Le tecniche di potatura delle siepi possono essere diverse e aiutano le stesse a crescere sane e rigogliose. All’interno di una siepe, poi, non bisogna dimenticare che può svilupparsi un vero e proprio ecosistema, fatto di insetti, germogli e fiori poiché le piante che la compongono, possono prendere la luce di lato e da sopra.

Dunque, per potare una siepe non ci si può certo improvvisare, anzi, si tratta di un momento particolarmente importante, in cui bisogna tenere conto di alcuni fattori. Il primo, che potrebbe sembrare superficiale, è quello estetico: la siepe fa da sfondo a tutto il nostro giardino e fa da discriminante per le piante che vi andremo ad inserire. Il secondo riguarda la pulizia poiché la potatura della siepe renderà il nostro giardino più ordinato e pulito, meglio far coincidere i due eventi.

Tecniche di potatura delle siepi 6

Tecniche di potatura delle siepi:  quando potare

Un periodo specifico non esiste ma se ne può, indicativamente, stabilire uno. Generalmente, la potatura coincide con l’arrivo della primavera, quando il periodo di fioritura termina. Optare per una potatura invernale, infatti, non è una buona idea. Privare dei rami in inverno, quando la siepe è più spoglia, farebbe venir meno la funzione base della siepe.

Alcune piante, però, possono essere potate necessitarne in estate come l’alloro e l’aucuba. Altre, invece, come le piante sempreverdi, possono essere potate durante tutto il corso dell’anno. Le eccezioni esistono come le conifere che possono essere potate anche diverse volte l’anno.

Un altro elemento da considerare è la giovinezza della pianta. Le siepi composte da piante molto giovani devono subire delle potature di tipo formativo che dureranno nel corso di tutti i loro primi anni di vita. Successivamente, sarà necessaria una potatura standard per la manutenzione ordinaria. Quest’ultima, sarà utile affinché le siepi possano essere sane e di bell’aspetto.

La tempistica su quando tagliare la siepe, dipenderà molto anche dal tipo di siepe che hai in mente: formale o informale. La prima deve essere tenuta molto pulita e tagliata molto bene; per questo vanno tagliate e curate più spesso. La seconda può essere lasciata molto più naturale. Ovviamente, la suddivisione non è rigorosa. La maggior parte delle siepi, infatti, si iscrive a metà strada tra queste due categorie.

Un altro modo per capire la tempistica riguarda le condizioni di crescita della pianta: più rapidamente crescerà, più spesso andrà potata.

Tecniche di potatura delle siepi 5

Tecniche di potatura delle siepi: come iniziare

La potatura di una siepe l’aiuterà a crescere con un ordine logico. Se non si effettua, infatti, i rami piccoli e sottili che si vanno a formare all’esterno, impedirebbero il passaggio di luce ed aria. Come conseguenza, non si creerebbero le foglie nuove.

Dunque, quando si procede alla potatura, bisogna iniziare dall’alto della siepe, per poi arrivare ai lati. L’ordine da seguire è sempre quello che va da su verso giù. Quando si andrà ad effettuare il taglio, questo dovrà essere molto preciso, evitando scalinature. In questo modo, andrai a preservare l’equilibrio della pianta. Anche la direzione è importante, dovrai seguire sempre la stessa.

Prima di iniziare a tagliare, è consigliabile stendere un telo di plastica sul tuo prato. L’obiettivo è quello di preservare l’erba. Fai attenzione anche a non tagliare i rami più grandi. Inoltre, se hai bisogno di effettuare un taglio ancora più preciso, utilizza delle corde da fissare ai quattro angoli della siepe. 

Tecniche di potatura delle siepi 4

Tecniche di potatura delle siepi: come tagliare

Il tagliasiepi va tenuto con tutte e due e mani. Dovrai avere una base d’appoggio stabile per garantirti un equilibrio ed una distanza giusti per realizzare un lavoro sicuro e semplice sulla tua siepe. Oltre alla sicurezza raggiungerai anche una siepe uniforme.

Come abbiamo detto, il taglio dovrà avvenire dall’alto verso il basso. Sulla cima dovrai avere il trimmer davanti a te e procedere al taglio con un movimento orizzontale molto ampio. Soltanto così la cima avrà un aspetto gradevole e pulito. Per semplificarti il lavoro, potresti avere bisogno di una macchina tagliasiepe che ha una impugnatura regolabile.

Ma come si fa a rendere le siepi dritte ed ordinate? Esiste un piccolo aiuto: si lega all’altezza desiderata un’estremità di uno spago ad un bastone. Lo spago andrà teso in orizzontale, fino a che non si raggiunge l’altra punta della siepe. Lo spago deve essere ben teso. Inizierai a potare seguendo bene la linea dello spago.

Tecniche di potatura delle siepi 2

Tecniche di potatura delle siepi: foto e immagini

Come hai potuto capire, la potatura delle siepi è fondamentale per preservare la loro salute e bellezza. Se non sei certo di saper applicare le tecniche che ti abbiamo descritto, non esitare a rivolgerti ad un professionista del settore.