Stapelia: moltiplicazione


Come moltiplicare la Stapelia una pianta grassa o succulenta molto rara, ricercata per il suo design decorativo e per la sua resistenza alle avversità. Guida alla semina, alla talea e alla divisione dei cespi.

Stapelia: moltiplicazione

La stapelia, pianta dagli steli di colore verde intenso eretti e talvolta ricadenti, produce dei bellissimi fiori racchiudenti all’interno dei minuscoli semi alati capaci di germinare dando vita a nuove e vigorose piantine.

Stapelia-fiore

Dopo la scheda informativa sulla coltivazione della Stapelia, ecco in dettaglio come riprodurre questa piccola piantina.


Moltiplicazione della stapelia

fiore-stapelia

La Stapelia la cui coltivazione è semplice, può essere moltiplicata per seme, per talea e anche per divisione dei cespi.

Stapelia-frutti-semi

I semi della Stapelia sono semi piumosi o alati racchiusi all’interno di particolari capsule oblunghe simili a dei grandi baccelli.

Moltiplicazione della Stapelia per semina

A fine febbraio – inizio marzo procurarsi del terriccio specifico per piante grasse e un po’ di sabbia grossolana. Fatto ciò mettere il terriccio in un vaso di piccole dimensioni e livellarlo con le mani.

Stapelia-semi

Distribuire i semi sul terriccio e coprirli con un leggero strato di sabbia. Collocare  il vaso in un luogo a mezzombra dove la temperatura diurna si aggira intorno ai 20-25°C.

Per facilitare la germinazione mantenere il terriccio costantemente umido nebulizzandolo con uno spruzzatore.

Stapelia-semi-moltiplicazione

Germinazione dei semi di Stapelia

I semi, generalmente, iniziano a germogliare dopo circa dieci giorni. Quando le piantine avranno raggiunto le dimensioni di circa 5 cm di lunghezza possono essere trapiantate in vasi singoli e curate con le stessa tecnica di coltivazione della pianta madre.  Le piante ottenute per seme daranno fiori dopo il terzo anno di vita.

stapelia-divisione-cespi

Moltiplicazione della Stapelia per talea

Le talee di Stapelia si effettuano in estate, preferibilmente nel mese di agosto.

I rametti lunghi circa 5 cm, tagliati con un coltello ben affilato e disinfettato, prima del trapianto, vanno posti in un un luogo asciutto per consentire la cicatrizzazione dei tagli.

Dopo 15 giorni  si interrano a 2 cm di profondità,  in un vaso contenente 3 parti di terriccio specifico per Cactacee e 1 parte di sabbia grossolana.

terriccio-piante-vaso

Sistemate il vaso in un luogo ombreggiato con una  temperatura intorno ai 16°C fino a quando la talea avrà emesso le radici. Trasferire le talee in piccoli vasi singoli e trattare come le piante adulte. Le piante di Stapelia ottenute con questa tecnica fioriranno già nell’estate successiva.

Stapelia-fiori

Moltiplicazione della Stapelia per divisone dei cespi

Quando la Stapelia ha occupato tutto lo spazio a disposizione, conviene diradarla e moltiplicarla mediante divisione dei cespi e utilizzando come composto lo stesso terriccio della pianta madre.

Nel procedere alla divisione di rametti con radici si consiglia di maneggiare la pianta con delicatezza e di sistemarla subito nel vaso destinato ad accoglierla.


LauraB
  • Redattore specializzato in Casa e Giardinaggio
  • Scrittore e Blogger
Google News

Il meglio di Casaegiardino.it

Ricevi gratuitamente la newsletter con le migliori guide ed articoli esclusivi.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta