Rullo a mano per prato

Qual è uno degli alleati migliori per la cura del prato del proprio giardino? Oltre a tanto amore e costanza, il rullo a mano è l’attrezzo che proprio non può mancare. La sua funzione è quella di compattare e ordinare la superficie del prato, preparandola anche per novi germogli. Scopriamo insieme la sua struttura e l’utilizzo.

rullo-prato-1

Finalmente avete acquistato una casa con giardino realizzando il sogno di avere uno spazio aperto e verde tutto per voi dove rilassarvi e liberarvi dallo stress della quotidianità? Bene, prima di procedere con l’acquisto degli immancabili arredi da esterni e immaginare pomeriggi a sorseggiare la vostra bibita preferita intrattenendovi pigramente con un buon romanzo, sappiate che avere un giardino rappresenta una responsabilità.

Ovviamente si fa riferimento alla cura delle piante scelte, all’estirpazione di eventuali erbacce, irrigazione e fertilizzazione. Tutte attività che richiedono tempo e dedizione per ottenere un ambiente esteticamente gradevole e, soprattutto, sano.

Ma da dove iniziare tutto questo lavoro? Il suggerimento è di concentrarsi, per prima cosa proprio sulla cura del prato. D’altronde si tratta del primo elemento destinato ad accogliervi al rientro a casa e a fare da benvenuto ad eventuali ospiti. Questo vuol dire, in sostanza, mantenerlo sempre della giusta lunghezza, libero da erbe infestanti e, ovviamente, idratato.

Per ottenere un risultato del genere, però, è necessario munirsi di strumenti specifici e professionali, soprattutto se la superficie su cui agire è di una certa estensione. Uno di questi è, senza ombra di dubbio, il rullo a mano.

Per chi non lo sapesse, si tratta di un attrezzo piuttosto ingombrante ma fondamentale per mantenere il manto erboso compatto e, quindi, andare a rompere gli accumuli di terra che si sono induriti. Ma, nello specifico, per quale motivo è fondamentale farsi carico di un’operazione fisicamente impegnativa? Semplice, se il vostro prato ha una superficie lineare e compatta , i nuovi semi piantati potranno germogliare più facilmente e senza trovare ostacoli indesiderati sulla loro strada.

A questo punto non rimane che andare a vedere più nel dettaglio la struttura e la funzione di questo strumento per comprendere il suo utilizzo e, soprattutto, i modelli più efficienti. Entriamo, dunque, nel misterioso mondo dei rulli a mano per prato.

1. Rullo a mano per prato: come funziona

rullo-prato-2

Quando si va in un negozio di articoli per il giardinaggio come si riconosce un rullo a mano per prato? La sua struttura è piuttosto semplice ed intuitiva, come l’utilizzo. Per questo motivo, dunque, si tratta di uno strumento facilmente gestibile anche da chi si avvicina all’arte del giardinaggio per la prima volta. A colpire immediatamente lo sguardo è, senza alcun dubbio, un grande cilindro alla base.

Si tratta di un elemento vuoto all’interno e che può essere riempito con sabbia o acqua. In questo modo, infatti, si crea il peso necessario per permettere di spianare senza problemi la superficie. Ovviamente per manovrarlo in modo agevole è previsto anche un manico da utilizzare manualmente.

Alcuni modelli, poi, potrebbero presentare anche un altro elemento. Si tratta del così detto raschiatore, ossia un’asta la cui funzione è andare ad eliminare dal rullo tutto il terriccio accumulato. In questo modo si mantiene la funzione di questo strumento sempre ad alti livelli e non si deve faticare eccessivamente per provvedere alla pulizia del rullo.

2. Rullo a mano per prato: peso e dimensioni

rullo-prato-3

Nonostante si tratti di uno strumento dalla forma e dalla struttura semplice, ci sono degli aspetti che devono essere osservati con attenzione al momento dell’acquisto per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze. Due di questi sono proprio il peso e le dimensioni, che variano sensibilmente a seconda della grandezza della superficie su cui intervenire.

Questo vuol dire, in sostanza, che se si deve curare un giardino di piccole dimensioni è sufficiente acquistare un rullo a mano leggero e dalle proporzioni contenute. Se, al contrario, si deve lavorare su di una superficie più vasta ed impegnativa, si avrà bisogno di un’opzione altamente performante. Il peso, poi, deve essere considerato sempre a vuoto e non deve mai superare i 12 kg per permettere una buona manovrabilità.

Per quanto riguarda, invece, la capacità di riempimento, questa si aggira intorno ad un massimo di 12 kg. Attenzione, alcuni modelli possono anche raggiungere i 100 ma si tratta di strumenti professionali e non necessari per la cura di un giardino dalle medie dimensioni.

L’altro elemento fondamentale da non trascurare al momento dell’acquisto, come abbiamo detto, è la grandezza del cilindro. Solitamente, per quanto riguarda la larghezza, si parte da un massimo di 40 cm per arrivare ad un massimo di 70. Il diametro, invece, si aggira tra i 30 cm ed i 35.

3. Rullo a mano per prato: comodità di utilizzo

rullo-prato-4

Trattandosi di un oggetto che richiede un impegno manuale, è fondamentale che il rullo a mano sia agevole da utilizzare. Questo vuol dire, in sostanza, facile da spostare grazie ad una impugnatura ergonomica. Oltre a questo, poi, il manico deve essere abbastanza ampio da poter ospitare senza problemi due mani, per imprimere maggior forza e distribuire meglio lo sforzo.

In commercio, poi, è possibile acquistare anche dei modelli progettati per essere versatili. Il che vuol dire un utilizzo manuale ed uno meccanico con un comando indiretto. In questo caso bisogna fare attenzione che abbiano un manico con una forma a T. Chiudiamo, poi, con la presenza del raschiatore, un’opzione di cui abbiamo già parlato ma che, per quanto riguarda la comodità di utilizzo, in alcuni modelli può essere facilmente regolabile all’altezza desiderata.

Rullo a mano per prato: foto e immagini

Se dovete prendervi cura del prato del vostro giardino ma non sapete da dove cominciare, il rullo a mano è uno dei primi strumenti da acquistare. Per capire di cosa si tratta lasciatevi guidare  dalle immagini in galleria.