Tritoma: la tecnica corretta per l’impianto dei tuberi

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Maria Chiara Barsanti
  • Dott. in Relazioni Internazionali

Come predisporre l’impianto dei tuberi della Kniphofia, detta anche Tritoma. In questo articolo: la descrizione delle fasi, come coltivarla e come irrigarla.

tritoma-impianto-tuberi-2
Tritoma

La pianta Kniphofia è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Liliacee ed è originaria dell’Africa centro-orientale e meridionale.

Comunemente conosciuta come Tritoma, si tratta di una splendida pianta da fiore da coltivare nelle aiuole del proprio giardino (per i fortunati che lo posseggono) oppure in larghe e grandi fioriere sul balcone dove potranno svilupparsi le alte ed appariscenti infiorescenze.

Anche le foglie non sono da meno in quanto a bellezza: carnose e nastriformi, si presentano di un bel colore verde brillante, sono molto lunghe e non di rado ricadono verso il suolo formando un cespuglio rigoglioso dall’aspetto sano e selvaggio.

Da molti paragonate a delle grandi pannocchie poiché composte da fiori tubolari, questi persistono sulla pianta tutta l’estate dunque da giugno a settembre.

I colori dei suoi fiori variano a seconda della specie. Non passano inosservati quelli della Kniphofia flamenco, che si presentano in sfumature dal giallo all’arancio, ne tantomeno quelli che vanno dal viola, al rosa salmone, al bianco. Il fusto fiorito di una Tritoma può raggiungere un’altezza fino a 120 cm.

Pur essendo una pianta esotica, la sua coltivazione è piuttosto facile. Si presenta con un fogliame lungo e nastriforme, ecco perché è molto decorativa anche grazie ai bellissimi fiori cilindrici giallo-rossi.

La sua propagazione avviene per seme, mediante la divisione dei cespi o meglio ancora attraverso l’impianto dei tuberi. Ecco che entriamo nel vivo dell’argomento di questo articolo ovvero la descrizione delle fasi di impianto dei tuberi.

La prima informazione utile da dare è che questi ultimi sono acquistabili on line oppure presso vivai e fiorai.

tritoma
Tritoma – fiore

Dove coltivare la Tritoma

tritoma-impianto-tuberi-1
Tritoma

Sebbene sia una pianta tropicale, la Kniphofia o Tritoma cresce perfettamente nel clima italiano. Questo accade perché si tratta di una pianta da fiore che preferisce gli ambienti caldi e soleggiati, dove riesce a fiorire con maggiore generosità.

Al contrario, mal tollera il freddo e soprattutto le gelate invernali durature e intense. Ecco perché nella stagione fredda la pianta va protetta con teli di tessuto-non-tessuto e una bella pacciamatura alla base delle piante.

Un’altra informazione utile è che la Tritoma è un bulbo da fiore primaverile, pertanto va messo a dimora tra marzo e maggio in modo da ottenere naturali fioriture da giugno a settembre.

Innanzitutto, è bene chiarire che per una coltivazione di successo sarà necessario predisporre un terreno soffice e ricco di sostanze nutritive. Prima del trapianto dei bulbi, è sempre consigliabile lavorare il terreno in cui verranno posizionati con zappa e rastrello in modo da renderlo soffice ed omogeno.

Qualora presenti, le zolle più grandi e coriacee vanno rotte, tolti i sassi ed eliminate radici e parti vegetali di altre piante. Il terreno va livellato e questa operazione deve essere a sua volta accompagnata dall‘utilizzo di un fertilizzante granulare a lenta cessione per piante da fiore.

In alternativa, anche un concime organico, come lo stallatico in pellet, andrà benissimo.

Infine, va detto che il bulbo deve essere interrato e poi ricoperto da uno strato di terra pari all’altezza del bulbo stesso: ne consegue che le buche dovranno essere profonde circa il doppio delle dimensioni del tubero.

Un’altra indicazione utile è quella di mantenere una distanza di almeno 40 cm tra ogni pianta.

Come impiantare i tuberi della Tritoma

tritoma-impianto-tuberi-5
tritoma-fiore

Scendiamo ora nel dettaglio della descrizione delle varie fasi dell’impianto dei tuberi della Tritoma. Si tratta di fusti sotterrai piuttosto grandi, provvisti di un apparato radicolare molto sviluppato formato da radici carnose e fascicolate.

Innanzitutto, è bene ripetere che il terreno destinato all’impianto dei rizomi o tuberi della Tritoma, invero molto simili a quelli delle calle, deve essere soffice, ricco di sostanza organica, ben drenato ed esposto al sole.

Nella buca, prima dell’impianto, va aggiunto del fertilizzante e dello stallatico pellettato disseccato in granuli.

I tuberi vanno interrati a pochi cm sotto il livello del suolo e a distanza di circa 40 cm: la parte aerea della pianta tende ad espandersi in larghezza formando larghi ciuffi di foglie. Un consiglio fondamentale per chi vuole creare aiuole belle folte: occorreranno non meno di cinque piantine per mq.

Il terreno intorno ai rizomi va compattato delicatamente e poi immediatamente annaffiato. Più avanti parleremo di come farlo al meglio.

La Tritoma fiorisce e prospera in un’area soleggiata, nel terreno ben drenato e arricchito.

Dopo un mese circa dall’impianto le piantine di Tritoma saranno già ricche di foglie e tra di esse cominceranno a fare la comparsa degli steli floreali che a sviluppo completo saranno lunghi dagli 80 cm fino a oltre 1 metro.

Si ricorda che le piante vanno concimate con concime granulare a lunga cessione ogni 2-3 mesi.

Come irrigare la Tritoma

tritoma-impianto-tuberi-3
Tritoma- fiore

Poiché ama il caldo, la Tritoma resiste male alla siccità, anche se per brevi periodi.

Risulta chiaro che per ottenere una crescita rigogliosa e fioriture abbondanti è bene irrigare regolarmente la pianta, sia in primavera che d’estate. Il metodo più corretto per farlo è in modo settimanale. Durante la stagione calda, aumentare la frequenza.

Utilizzare un terreno drenante quando si mette la pianta a dimora.

Tritoma impianto dei tuberi: foto e immagini

Ecco una gallery fotografica con diverse varianti della Tritoma. Ripetiamo che i colori dei fiori vanno generalmente dal giallo all’arancio, ma in determinate specie anche dal viola, al rosa salmone, al bianco, come si vede nelle foto.