Pollice nero? 5 piante indistruttibili per la casa


Pollice nero? Siete alle prime armi? Le vostre piante vi abbandonano subito? Niente paura: ecco le cinque piante indistruttibili adatte anche ai meno esperti.

pollici-neri-8


Quante volte avete provato e riprovato a prendervi cura di piante che, puntualmente, vi abbandonavano? Tentativi su tentativi andati a vuoto che vi hanno scoraggiato e fatto venir voglia di lasciar perdere.

Avete chiesto consigli a parenti e amici, ma senza ottenere alcun risultato. La soluzione al problema è tutta riassunta in queste righe: ecco cinque piante indistruttibili, adatte anche ai pollici neri, che non necessitano di particolari cure. Se quindi siete alle prime armi e volete cimentarvi nel giardinaggio seguite i nostri consigli e non ve ne pentirete.


1. Sansevieria 

Conosciuta anche come Sanseveria o Sansevera, in Italia viene anche soprannominata «lingua di suocera» per via della forma delle foglie che terminano con una punta piuttosto acuminata. È una di quelle piante che purificano l’aria: combatte l’elettrosmog e assorbe la formaldeide, inoltre produce ossigeno durante la notte e questo la rende adatta a qualsiasi ambiente di casa. 


Leggi anche: Piante artificiali

La Sansevieria è una di quelle piante che amano «stare strette»: perciò non dovrete preoccuparvi troppo di rinvasarla. Il vaso può essere infatti cambiato una volta all’anno.

pollici-neri-1

2. Pothos 

Ha foglie caratterizzate da una bellissima forma a cuore e da un verde acceso e lucido con striature dorate e bianche. I rami, chiamati liane, possono raggiungere anche i due metri di altezza. È una pianta che ama molto l’acqua, ma è molto resistente. Assicuratevi perciò che il terriccio sia sempre umido, ma non zuppo. D’estate va innaffiata almeno due volte a settimana, mentre d’inverno potete diradare.  Potrete scegliere di coltivare un:

  • Pothos rampicante, da realizzare mettendo un sostegno in vaso alto un paio di metri e attorcigliando intorno ad esso le foglie man mano che ne spuntano delle nuove. Ciò la farà crescere in altezza. 
  • Pothos verticale, da realizzare appendendo la pianta al soffitto oppure ponendola su una mensola alta in modo che le foglie si sviluppino verso il basso.
  • Pothos in acqua, utilizzando la tecnica dell’idrocultura. In tal caso potete utilizzare due metodi: prelevando una talea o una pianta giovane dal terreno (quest’ultima saprà rispondere ancora meglio al cambiamento). La pianta andrà posizionata in un vaso trasparente immersa nell’acqua: ciò farà nascere le radici acquatiche, con la caduta di quelle terrestri. pollici-neri-3


Potrebbe interessarti: Piante da frutto consigli per l’acquisto

3. Ficus Benjamin

Il Ficus benjamin, beniamino o bengiamino è una pianta sempreverde molto scenografica e d’effetto. In casa può raggiungere altezze pari a 3-4 metri. Ha foglie di colore verde, lucide e dalla forma ovale con rami sottili e coperti da una chioma folta. 

Come le precedenti, necessita di poche cure. Va posizionato al riparo dai raggi diretti del sole, ma comunque in una zona luminosa che ne favorisca la crescita. Dovrà inoltre essere lontano da correnti d’aria, soprattutto nei mesi freddi. 

È più esigente solo durante l’estate: andrà innaffiato spesso – ogni volta che il terriccio appare asciutto – e le foglie andranno vaporizzate con uno spruzzino.

pollici-neri-4

4. Dracaena Marginata

Si tratta di una pianta d’appartamento molto comune, facile da curare e con poche esigenze. Si adatta bene alla poca luce e all’aria secche. Le foglie vecchie periodicamente seccano, lasciando un ciuffo in cima a steli sottili, talvolta contorni che sono molto decorativi. Anche questa pianta contribuisce a purificare l’aria nelle stanze. 

Ce ne sono diverse varietà:

  • Dracaena Marginata Bicolor, con foglie verdi dai margini color crema/avorio
  • Dracaena Marginata Tricolor, con foglie verdi a strisce di color avorio/gialle e rossicce
  • Dracaena Marginata Colorama, con foglie verdi dai margini rossastri
  • Dracaena Marginata Magenta, dalle foglie grandi con margini porpora scuro
  • Dracaena Marginata «Tarzan», con foglie larghe e lunghe di colore verde scuro e con sottili margini porpora scuro. 

Il rinvaso della Dracaena andrà fatto ogni due o tre anni, possibilmente in primavera avendo cura di non aumentare troppo la misura del vaso. L’acqua dovrà essere data solo quando il terriccio è asciutto e la chioma andrà vaporizzata soprattutto in estate. pollici-neri-5

5. Crassula

Splendida pianta grassa da mettere a dimora in zone in cui le temperature sono miti. È una pianta con un portamento molto vario per lo più eretto, ma che si trova anche d’aspetto cespuglioso, strisciante e rampicante.

Sia i fusti che le foglie sono carnosi e hanno la funzione di immagazzinare acqua. Le foglie sono coperte da una leggera peluria. È adatta da coltivare infatti nel Sud italia, dove raramente il clima raggiunge temperature estremamente rigide e vicine allo zero. Idonea per ambienti interni ed esterni, quando viene esposta fuori è preferibile addossarla ad un muro in modo tale che, durante la notte, riesca a godere del calore giornaliero.

Durante il periodo vegetativo, se è esposta in pieno sole, andrà annaffiata con moderazione, almeno una volta a settimana. Durante l’inverno potrà essere innaffiata una volta al mese. Prima di innaffiarla, però, controllate che non ci sia umidità a livello delle radici. La Crassula, in ogni caso, ama l’aria. In particolare d’estate è bene sistemarla vicino ad una finestra aperta se non si ha la possibilità di spostarla fuori. pollici-neri-7

Galleria piante indistruttibili per la casa immagini

Maria Rosaria Sica

Commenti: Vedi tutto