Kitaibelia

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

La Kitaibelia è una pianta perenne molto apprezzata per il suo aspetto caratteristico subito riconoscibile. La sua coltivazione non risulta essere particolarmente complessa, ma scopriamo quali sono le principali necessità di questa pianta.

Kitaibelia-01
Photo by Rolf Engstrand – Wikimedia Commons

La Kitaibelia è una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Malvaceae ed è composte da due specie differenti: la Kitaibelia vitifolia e la Kitaibelia balansae. La coltivazione di questa pianta non è complessa, ma chiaramente è necessario conoscere quelle che sono le sue caratteristiche e le sue esigenze per non commettere errori.

Kitaibelia-02
Photo by peganum – Wikimedia Commons

Caratteristiche generali della Kitaibelia

Kitaibelia-03
Photo by Krzysztof Ziarnek, Kenraiz – Wikimedia Commons

Originaria della penisola balcanica occidentale, la Kitaibelia è una pianta perenne che appartiene alla famiglia delle Malvaceae. Queste piante si distinguono dalle malve europee per via di petali ben separati verso la base e per il frutto che si presenta come uno schizocarpo globoso.

Si tratta di piante erbacea perenne caratterizzata da una rapida crescita che vantano delle particolari foglie lobate di colore verde scuro e ricordano quelle delle piante della vite.

Per ammirare la fioritura della Kitaibelia è necessario attendere il periodo estivo (precisamente luglio e agosto). Durante questi mesi è infatti possibile godere dello spettacolo offerto dai fiori bianchi che si trovano disposti all’attaccatura delle foglie proprio all’estremità dei rami.

Coltivazione

Kitaibelia-04
Photo by Krzysztof Ziarnek, Kenraiz – Wikimedia Commons

La coltivazione della Kitaibelia non è complessa ma chiaramente è necessario tenere in considerazione quelle che sono le necessità di questa pianta. In generale si può dire che si tratta di piante da giardino che crescono molto verticalmente e dunque hanno necessità di spazio per poter crescere al meglio.

Esposizione

Kitaibelia-05
Photo by Epibase – Wikimedia Commons

La pianta andrebbe piantata in una zona del giardino che risulti essere soleggiata o al limite parzialmente ombreggiata. Per poter crescere al meglio necessita infatti di luce del sole per parecchie ore del giorno e non tollera una perenne ombra.

Terreno

Kitaibelia-06
Photo by Alvesgaspar – Wikimedia Commons

Questa specie vegetale non ha grandi necessità per quanto riguarda il terreno, infatti cresce e si sviluppa al meglio in terreni normali. La cosa importante è che il terreno non risulti essere eccessivamente ricco.

Irrigazione

Kitaibelia-07
Photo by Alain Bigras – Flickr

La pianta non ha particolari necessità per quanto concerne l’irrigazione, ma durante l’estate è necessario controllare che il terreno intorno non risulti essere troppo secco. Nel caso di siccità prolungata, dunque, è bene ricordare di annaffiare la pianta senza però esagerare con l’apporto idrico per evitare il ristagno idrico che causerebbe marciumi alle radici.

Potatura

Kitaibelia-08
Photo by Bobbruxelles – Wikimedia Commons

Non è necessario potare la pianta, ma è una buona pratica eliminare foglie e fiori secchi per mantenerla sempre splendida da vedere.

Concimazione

Kitaibelia-09
Photo by HEN-Magonza – Wikimedia Commons

Si tratta di una specie rustica che non necessita di concimazione per potersi sviluppare al meglio.

Rinvaso

Kitaibelia-10
Photo by PETER GREENWOOD – Flickr

La Kitaibelia va piantata direttamente nel giardino e dunque non ha necessità di rinvaso. Si tratta infatti di una pianta che cresce al meglio dove ha da subito la possibilità di crescere rapidamente.

Malattie e parassiti

Kitaibelia-11
Photo by Gertjan van Noord – Flickr

Trattandosi di una pianta piuttosto rustica e resistente, la Kitaibelia non viene attaccata da particolari parassiti o malattie. Nonostante questo, è comunque necessario prestare attenzione nel momento dell’irrigazione evitando di eccedere con l’acqua: un apporto idrico eccessivo andrebbe a causare marciume radicale e porterebbe alla morte della pianta.

Moltiplicazione

Kitaibelia-12
Photo by peganum – Flickr

La moltiplicazione della pianta avviene tramite talea e permette di ottenere piantine pronte da piantare nel giardino in breve tempo. Questa tecnica di propagazione è molto semplice e permette di ottenere degli ottimi risultati in pochissimo tempo.

Per effettuare la moltiplicazione, allora, è necessario semplicemente tagliare una sezione semi legnosa della pianta eliminando le foglie che si trovano sulla parte inferiore. Questa sezione (che va presa tagliando vicino all’attaccatura del rametto) deve essere poi piantata nel terreno e lasciata radicare.

Nel primo periodo è necessario prestare attenzione in modo tale che la talea possa crescere al meglio dando vita a una piantina di Kitaibelia vera e prorpia. Suggeriamo di irrigare con una certa frequenza per fare in modo che le radici della talea spuntino in breve tempo andando a radicare in un periodo di tempo non eccessivamente prolungato.

Kitaibelia: foto e immagini

La Kitaibelia è una pianta perenne ancora non troppo conosciuta in Italia e per questo motivo abbiamo deciso di fornirvi tutti i dettagli che vi permetteranno di coltivarla senza alcun problema. Vediamo ora una galleria immagini per apprezzarne ogni dettaglio e imparare a conoscerla meglio.