Piante profumate consigli pratici ed indicazioni

Colorate e profumate, le piante più belle possono arricchire il balcone, il giardino e anche il terrazzo. Bisognerà rispettare però alcune indicazioni per ottenerle bellissime, uniche in un mix cromato e di fragranze. Vediamo i vari tipologie di piante e le stagioni in cui fioriscono.

piante profumate 1

Siamo in piena estate, la stagione più bella per sprigionare profumi e colori delle nostre piante in casa ma anche all’esterno su balconi, terrazze e anche in giardino. La coltivazione delle piante, specialmente quelle profumate, è una pratica ambita per appassionati e ammiratori del pollice verde e con la quale si mettono in campo competenze, idee, sensazioni e perché no anche stati d’animo del tutto personali.

Certamente la cura di queste piante vuole un’attenzione del tutto particolare e costante anche se questo non richiede chissà quale preparazione o lavoro difficili, basteranno tanta passione e costanza per avere piante davvero uniche, belle e invidiate.  Attenzione quindi ma anche gli strumenti giusti per fiori e piante floridi, colorati e profumati che possano arricchire e abbellire un bel giardino ma anche gli interni delle vostre abitazioni qualcosa non abbiate la possibilità di avere spazi esterni.

I vasi adatti, ad esempio, costituiscono la prima ed essenziale condizione per tutto ciò con terriccio specifico che permetterà alle piante di crescere in maniera rigogliosa. Gli stessi vasi saranno poi messi a terra o anche sospesi e agganciati a muri e ringhiere anche per garantire quell’effetto scenico con un bell’impatto visivo che sono fiori e piante colorate e profumate sanno dare.

1. Terrazzo e giardino profumato e colorato

sarcococca

Avete mai pensato che per le vostre piante anche l’effetto cromatico può essere importante? Non è detto che mettere piante e fiori a caso una vicina all’altra rappresenti sempre una soluzione migliore, anche in questo caso ci sono delle regole che andrebbero rispettate. In pratica bisognerà sapere anche mischiare le varie piante sotto l’aspetto olfattivo oltre che cromatico appunto.

Una unione esagerata di aromi può sortire l’effetto contrario quello cioè sgradevole tipico dei tanti profumi messi insieme. Alcune delle piante, invece, importanti e conosciute hanno pure foglie e cortecce che emanano profumi importanti. Il sogno di molti appassionati di pollice verde è quello di avere un giardino o un terrazzo profumati e colorati, magari in tutte le stagioni dell’anno.

La cosa non è affatto impossibile, bisognerà solo rispettare alcune semplici regole o farsi consigliare da chi è esperto del settore che vi possa guidare ad un risultato incredibile. Innanzitutto, bisognerà curare in maniera dettagliata la cura nella progettazione dello spazio da coltivare, scegliere i tipi di piante più adatte al terreno così anche al clima così come conoscere e tenere in considerazione i cicli di fioritura.

2. Seguite pochi consigli per uno spettacolo unico

Phlox-paniculata-Davids-Lavender

Se parlerete con personale specializzato vi dirà che non dovrete assolutamente piantare vicine due varietà di piante profumate che andranno a fiorire nello stesso periodo, si correrà il rischio di mischiare le fragranze. Potrete invece disporre le vostre piante profumate sia in giardino così come nei vasi su tutto il balcone.

Nell’esempio pratico della divisione a cui abbiamo fatto riferimento potrete, qualora vogliate, creare una siepe odorosa andrete a privilegiare la lentaggine, il pitosforo e il poncirus trifoliata che andranno fatte crescere come arbusti separati. Quello che vi si presenterà davanti sarà uno spettacolo unico e personale, un qualcosa che rispecchi in pieno la vostra personalità.

3. Piante fiorite in inverno, profumi di miele e spezie

mahonia

Ci sono delle piante profumate che fioriscono nella stagione invernale come il Calicanto, la Mahonia, la Sarcococca, l’Amamelide e il Fior di stecco. Il Calicanto dona fioriture giallo-zolfo dal profumo mielato; la Sarcorocca è un piccolo arbusto con fiori bianchi riuniti a mazzetto ma non è adatto per le siepi.

La Mahonia ha origini orientali, si contraddistingue per l’eleganza con un profumo che sa di mughetto; l’Amamelide ha uno sviluppo abbastanza lento che può sopportare senza grandi problemi le basse temperature chiudendo i fiori già sbocciati per poi riaprili con i raggi del sole con un profumo di miele e spezie; infine c’è il Fior di Stecco col suo bellissimo color rosa che riporta la profumo del gelsomino.

4. La fioritura delle piante in primavera, la stagione simbolo

magnolia

La bella stagione primaverile vede i profumi della fioritura di diverse piante come Corylopsis, l’Arancio trifogliato, la Magnolia, la Skimmia e la Rosa, È proprio da quest’ultima che vogliamo partire, la Rosa infatti è il fiore elegante per eccellenza che vede diverse tonalità come Madame Louis Lévèque che fiorisce solo in maggio e la Rosarium che può fiorire anche all’inizio dell’estate.

L’Arancio trifogliato è adatto per creare la siepe, fogliame verde e rami spinosi con profumo di zagara; il Corylopsis è originario della Cina e della Corea che prima che spuntino le foglie produrrà molti fiori gialli in calici pendenti al profumo di giacinti; la Skimmia ci riporta in maniera importante alle atmosfere orientali che vede lo sbocciar dei grappoli di boccioli rossastri dell’inverno trasformandosi in piccole nuvole di fiori profumatissimi.

Non va poi dimenticata la Magnolia con la magnolia stellata, fiori a forma di stella con un profumi molto dolce.

5. E le piante d’estate? Ecco la tradizione orientale

clerodendro

E quali sono le piante che danno il meglio di sé in estate? Ovviamente la lavanda con quel colore viola che la contraddistingue tra tutte le altre varietà con quel profumo unico e con la possibilità di creare prodotti cosmetici o anche medicamentosi; se vedete fiori grandi a calice di colorazioni diverse che alla fine della giornata sprigionano un profumo molto dolce allora avrete di fronte la Datura. La tradizione orientale si vede anche nel Clerodendro giapponese caratterizzato da bellissime ed elegantissime bacche di color turchese e violetto.

6. I profumi delle piante autunnali, lunghi mesi di fioritura

osmanto

E per concludere ecco i fiori profumati autunnali come l’Osmanto con la sua chioma arrotondata e frondosa con le foglie lucide; poi l’Erica, profumatissima con i fiori rosa che possono spuntare nelle neve. È un fiore del tutto particolare con piccoli fiori riuniti in grappoli a forma di botte per un insieme colorato e profumato dei singoli petali.

La Camelia ha due versioni e cioè la camellia sasanqua e quella camellia granthamiana con un fioritura duratura fino all’inverno e che donano profumi di tè, gelsomini, aromatici e speziati; la Lentaggine si contraddistingue dal fogliane verde e lucido con una fioritura lunga da novembre a gennaio; infine l’Elagno con le sue foglie verdi con marginature e speziature di giallo oro che caratterizzano questo cespuglio adattissimo per le siepi e le barriere vegetative frangivento.

Piante profumate consigli pratici ed indicazioni: foto e immagini

I colori che fanno da preludio alle tante piante profumate per i nostri ambienti ed esterni