I funghi in giardino

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

I funghi in giardino in genere non sono commestibili ed è quindi bene sapere cosa controllare per avere problemi. Essere a conoscenza di come agire quando ci si trova davanti a funghi spuntati in giardino, infatti, è essenziale per evitare problemi. Scopriamo quindi come è bene comportarsi e come procedere per eliminare i funghi che non sono commestibili.

funghi-giardino-04
Funghi nel giardino

Trovare funghi commestibili nel giardino non è un evento così comune come magari in molti possono immaginare. Per evitare problemi è sempre necessario fare molta attenzione ed usare molta prudenza perché il pericolo è sempre dietro l’angolo.

Se non si è in grado di riconoscere un fungo mangereccio da uno velenoso, è meglio desistere dal raccoglierlo e, soprattutto dal cucinarlo, perché i rischi sono molto elevati. I funghi in giardino sono spesso tutt’altro che commestibili e quindi cucinarli può comportare enormi danni alla salute di chi li consuma.

funghi-giardino-02
Funghi nel giardino

Cosa controllare e come procedere quando ci sono funghi in giardino

funghi-giardino-03
Funghi che crescono nel giardino

I funghi che si possono trovare in giardino sono spesso non commestibili e quindi è necessario fare attenzione prima di consumarli. Le tossine presenti all’interno di alcune specie di fungo che possono crescere in giardino sono infatti parecchio velenose e spesso non lasciano scampo.

Si comprende quindi che decidere di raccogliere e poi cucinare i funghi che spuntano tra l’erba non è una buona idea.

Nel caso non si resista all’impulso di raccoglierli, è comunque necessario fare enorme attenzione. Risulta essenziale rivolgersi all’ispettorato mitologico dell’USL competente per il territorio per comprendere se i funghi sono o meno commestibili.

Grazie al loro parere, infatti, si potrà essere certi della commestibilità o della velenosità dei funghi evitando così inutili tragedie.

Per fare questo è bene raccoglierli e sistemarli in una cassetta di legno o plastica, di quelle usate nei negozi di frutta e verdura. È molto importante che i funghi siano sempre ben areati per poter essere conservati alla perfezione. Inoltre, è necessario raccogliere il fungo intero, in quanto anche un minimo particolare o dettaglio può rilevarne la natura.

Quali sono i funghi commestibili in giardino?

funghi-giardino-01
Fungo che cresce in giardino

Come abbiamo anticipato, è difficile ma non impossibile che in giardino spuntino funghi commestibili. Tra i funghi commestibili che si possono trovare in giardino ci sono di certo i chiodini.

In questo caso è comunque fondamentale fare grande attenzione in quanto esiste anche una “famigliola cattiva” di simil chiodini che risultano velenosi. Questi si formano sulle radici di alne piante che inevitabilmente seccheranno quali, ad esempio, betulle e azalee.

Altro fungo che è possibile veder spuntare nelle zone ombrose del giardino è la Mazza di tamburo. Questo è un enorme fungo bianco, anch’esso mangereccio, ma che comunque è sempre bene prendere in considerazione con la dovuta cautela.

Ad ogni modo è necessario assicurarsi della commestibilità dei funghi tramite controlli presso le Asl locali. Questo è essenziale per evitare di intossicarsi consumando funghi velenosi.

Perché si formano i funghi nel giardino?

funghi-giardino-05
Funghi che crescono attorno a un albero

I funghi in giardino si formano spesso a causa del clima della stagione e dell’umidità presente nei primi centimetri di terreno. Questi spuntano infatti soprattutto durante le stagioni piovose o quando il prato viene irrigato in maniera eccessiva. Il ristagno idrico è infatti la causa principale della crescita di questi funghi.

La presenza di funghi dimostra la presenza di un alto livello di sostanza organica vegetale nel sottosuolo. La loro presenza è agevolata poi anche dall’ombra che si crea a causa di un prato molto fitto di erba.

Come fare per eliminare i funghi dal giardino

funghi-giardino-06
Funghi da giardino

Molte persone, appena notano la presenza di funghi nel prato, decidono di rimuoverli con il tosaerba. Questo comportamento è davvero errato e controproducente in quanto le spore del fungo andranno a diffondersi provocando la sua moltiplicazione.

Per sbarazzarsi i funghi dal giardino risulta quindi fondamentale agire in maniera differente. La cosa essenziale consiste nel tagliare i corpi fruttiferi e poi eliminare il terreno attorno usando una vanga. Togliere il terreno tutto intorno al fungo è importante perché il micelio – ossia la rete radicale dei funghi – si estende spesso fino a 30 cm di profondità.

Molto importante è poi la prevenzione, per questo consigliamo di procedere con la scarificazione del prato una volta all’anno. Grazie all’uso di uno scarificatore elettrico è infatti possibile rimuovere muschio e feltro che causano spesso la comparsa di funghi.

Risulta essenziale anche rimuovere i residui di legno presenti sul prato. Il legno, infatti, è un materiale organico che provoca spesso la comparsa di funghi e dunque la sue eliminazione risulta fondamentale.

Funghi in giardino: foto e immagini

I funghi in giardino, nella maggior parte dei casi, non sono commestibili e quindi andrebbero eliminati e assolutamente non consumati. Nel caso siate curiosi di conoscere meglio questi funghi che crescono tra l’erba del giardino, vi consigliamo di scorrere la galleria immagini. Date un’occhiata alle foto che abbiamo raccolto per comprendere meglio come fare con questi funghi e cosa controllare.