Giardino pensile

Un giardino pensile per chi possiede un terrazzo o vive in città e per chi non vuole rinunciare al verde del prato e alle splendide macchie di colore delle piante in fiore. Un giardino relax per il benessere fisico e mentale.

giardini pensili

Realizzare un giardino pensile anche se costa  molto di più di un tradizionale giardino presenta i suoi vantaggi: infatti oltre a contribuire al benessere fisico e psichico delle persone che lo vivono, migliora  l’isolamento termico: infatti in estate grazie all’acqua che evapora dal giardino gli ambienti sottostanti diventano più freschi; riduce anche la rumorosità in quanto le piante impiantate contribuiscono all’assorbimento dei rumori.

Realizzazione

Per creare un giardino pensile bisogna innanzitutto affidarsi ad un tecnico competente per un attento sopralluogo e solo in seguito al suo parere favorevole procedere alla realizzazione, affidandosi anche ad esperti del settore. In linea di massima ecco le operazioni da seguire:
– un telo di poliestere per assicurare la tenuta stagna ;
– copertura di protezione con guaina in PVC contro l’attacco delle radici delle piante impiantate;
– strato drenante costituito da un misto di ghiaia e ciotottoli o uno strato di argilla espansa con piccoli blocchi di polistirolo e gomma;
– telo di drenaggio per l’acqua;
– terriccio leggero specifico per giardini pensili che va stratificato a seconda delle colture da impiantare.
Spessore dello strato di terriccio
– 10 cm per le erbacee;  15 cm il tappeto erboso;30 cm per arbusti e circa 50 cm per piante ad alto fusto.
Irrigazione
Frequenti ma molto modeste per evitare il sovraccarico.


Leggi anche: Rivestire il pavimento del terrazzo: idee e spunti moderni

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica