Pelargonium – Pelargonio coltivazione

Laura Bennet
  • Dott. in scienze biologiche

Pelargonium- Pelargonio geranio

Il Pelargonium, chiamato comunemente geranio, è una pianta erbacea che con i colori   vivaci dei  suoi vistosi fiori ben si presta a decorare balconi, terrazzi e i giardini delle zone costiere.

originario dell’Africa australe, appartenente alla grande famiglia delle Geraniacee che comprende circa 11 generi con oltre 400 specie.

Caratteristiche generali del geranio Pelargonium

Il Pelargonium è  un vasto genere appartenente alla grande famiglia delle Geraniaceae. E’ originario dell’Africa australe e comprende circa 400 specie di piante erbacee molte coltivate come ornamentali da fiore in tutto il mondo.

geranio-pelargonium

Varietà di Pelargonium

Esistono moltissime specie tutte ornamentali e facili da coltivare in vaso e in piena terra.

geranio-zonale

Leggi anche Geranio coltivazione

Pelargonium zonale

Il Pelargonium zonale, conosciuto come  geranio comune, è la varietà più diffusa originaria dell’Africa. Ha  portamento eretto, fusti tondi e carnosi con foglie grandi, vellutate, tondeggianti verdi con una zona più scura, da cui deriva il nome “zonale”.

geranio-peltatum

Pelargonium peltatum

Questa specie nota come Geranio edera è una varietà dal portamento pendente ed è la più apprezzata per abbellire balconi e terrazze. Ha rametti cilindrici verdi penduli con piccole foglie palmate-cuoriformi, lucide e di colore verde chiaro-scuro. Dalla tarda primavera fino alla fine dell’estate, produce fiori  con corolla composta da 5 petali  il cui colore varia dal bianco al rosa, dal rosso al viola -purpureo. Il geranio edera è una varietà che cresce bene al pieno sole, a mezz’ombra, in qualunque tipo di terreno ben drenato e sopravvive anche a lunghi periodi di siccità.

Pelargonium grandiflorum

Pelargonium grandiflorum

Questo Pelargonium, chiamato comunemente Geranio imperiale, è una specie originaria del Sudafrica. Ha  portamento eretto fitto, con rami ricoperti da una grande quantità di foglie. Dalla primavera all’estate produce fiori molto vistosi il cui di colore varia dal bianco al viola spesso screziato e con molte sfumature di tonalità diverse. Ama il pieno sole ed è resistente alla siccità.

Pelargonium odoratissimum

Pelargonium odoratissimum

Conosciuto come Geranio Odoroso è una specie originaria del Sudafrica con foglie che emanano un intenso profumo di limone o menta. Ha portamento generalmente eretto, foglie lobate, palmate e a pizzo a seconda della varietà: Produce meno fiori rispetto alle altre specie.

geranio-pelargonio-coltivazione

Coltivazione del geranio pelargonio

Esposizione

Il pelargonio ama le posizioni in pieno sole, riparate dal vento e dalle correnti d’aria. Nelle regioni italiane  di montagna l’esposizione ideale per la pianta è a sud mentre in tutte le altre è da preferire quella a sud-est, per evitare che i raggi solari delle ore più calde del giorno possano provocare ustioni e disseccamento delle foglie.

Terreno

E’ una pianta erbacea che anche se cresce ben nel comune terreno da giardino si sviluppa meglio in un terriccio composto costituito da torba e terra argillosa.

Annaffiature

Necessita di frequenti annaffiature soprattutto nei periodi siccitosi e di gran caldo. Durante la primavera e l’estate, si annaffia in modo da inumidire completamente il terriccio e lo si lascia asciugare prima di effettuare la successiva irrigazione per evitare che i ristagni idrici possano provocare il marciume delle radici e del colletto.  In autunno – inverno, si annaffia di tanto in tanto, giusto per evitare che il terriccio si asciughi completamente.

Concimazione

Per favorire la ripresa vegetativa e la produzione dei fiori è consigliabile arricchire il terreno di nutrienti effettuando somministrazioni  di un fertilizzante organico liquido, ogni 15 giorni, oppure  del granulare a lenta cessione almeno 1 volta al mese.

Concime

Il concime deve contenere macroelementi quali Azoto (N), Fosforo (P) e Potassio (K) e   “microelementi” quali il Ferro (Fe), il Manganese (Mn), il Rame (Cu), lo Zinco (Zn), il Boro (B), il Molibdeno (Mo),  per una corretta ed equilibrata crescita della pianta.

Pelargonio-geranio in vaso

Pelargonio: coltivazione in vaso

Le diverse specie di Pelargonium sono facilmente coltivabili in vaso. Generalmente si utilizza un vaso in plastica o  in terracotta dal diametro di 15 – 35 cm, profondo almeno 20 cm.  In vasi larghi 40-60 cm si possono piantare 2-3 piante di gerani a distanza di circa 20 cm le une dalle altre (

Rinvaso

Si effettua in primavera utilizzando un vaso di una misura in più perchè se troppo grande il geranio pelargonio tende a sviluppare l’apparato radicale a discapito dei nuovi getti e della fioritura.

talea--geranio-parigino

Moltiplicazione del geranio

I gerani si riproducono per seme e facilmente mediante propagazione vegetativa per talee di rami sani e vigorosi: talea di gerani.

geranio-pelargonium-rinvaso

Video del rinvaso del geranio

Al momento del rinvaso è consigliabile asportare dalle radici il vecchio terriccio e tagliare le radici troppo lunghe e spesse con cesoie ben disinfettate.

Potatura del Pelargonio

Vanno potati  i rametti con i fiori appassiti effettuando tagli all’altezza del primo paio di foglie. Nel mese di febbraio si potano i rametti secchi e quelli  anneriti sia per favorire l’emissione di nuovi getti laterali sia per dare una forma più armoniosa al geranio.

geranio-pelargonio-rinvaso

Malattie e parassiti del geranio pelargonio

Le foglie del geranio temono la ruggine e l’attacco della cocciniglia  e degli afidi.

licenide-larva-Cacyreus_marshalli

Ma il vero nemico che ne causa la morte è il licenide, un parassita che si nutre della linfa elaborata fino a provocare la necrosi degli steli che in breve tempo diventano neri e marcescenti.

uova-licenide

Cure e trattamenti del geranio pelargonio

Vanno asportate le foglie secche per evitare che diventino veicolo di malattie parassitarie.

Per la lotta ai i parassiti è consigliabile irrorare le piante con dell’insetticida acaricida.

Pe contrastare la Ruggine invece è opportuno trattare le piante con un anticrittogamico a base di  zolfo, oppure con altri prodotti specifici.

Pelargonio-Geranio-usi

Usi

Queste piante ornamentali dai colori vivaci vengono coltivate nelle regioni caratterizzate da climi invernali rigidi in vaso sui davanzali, le ringhiere di terrazzi e balconi, nei cortili  ai lati dell’ingresso del giardino o di casa, in modo da poterle ricoverare in un luogo luminoso e protetto dal gelo prima che le temperature esterne iniziano a scendere sotto lo zero.  Nelle regioni meridionali, nelle zone costiere del Sud Italia, Isole comprese, i gerani pelargoni vengono invece coltivati senza problemi in piena terra per creare aiuole o bordure fiorite.

Tossicità del geranio

I gerani non sono piante tossiche per l’uomo e gli animali domestici tuttavia il Pelargonium zonale va maneggiato con cautela poichè le sue foglie potrebbero essere causa di dermatiti da contatto.

geranio-significato

Linguaggio dei fiori e significato

Al geranio sono stati attribuiti vari significati in relazione al colore dei fiori e al portamento:

  • il geranio generalmente assume il significato di gentilezza
  • il geranio rosso rappresenta il conforto e la consolazione;
  • il geranio rosa simboleggia l’affetto nascente.
  • Il geranio rampicante significa stabilità e solidità
  • Il geranio edera è il simbolo dell’amicizia disinteressata.

geranio edera

Galleria foto gerani