Ferocactus gracilis consiglio

Siete alla ricerca di qualche consiglio per riuscire a far crescere bene la vostra pianta di ferocactus gracilis? Vediamo allora tutto quello che è bene sapere su questa specie vegetale in modo da poterla coltivare nel migliore dei modi.

Ferocactus-gracilis-consiglio-01

Il ferocactus gracilis è una pianta grassa molto apprezzate e diffusa. Questa si trova naturalmente nelle aree tropicali, subtropicali e semi-desertiche, ma molti la coltivano anche in Italia. Per una sua corretta crescita è bene tenere in considerazione le sue caratteristiche e anche le sue esigenze specifiche. Proprio per questo abbiamo deciso di suggerirvi qualche consiglio su questa splendida specie vegetale.

Ferocactus-gracilis-consiglio-02

Attenzione al clima

Ferocactus-gracilis-consiglio-03

Come abbiamo accennato, il ferocactus gracilis cresce spontaneamente nelle regioni tropicali, subtropicali e semi-desertiche. Questa pianta quindi apprezza le aree con molta luce solare, temperature elevate e poche piogge.

La sua crescita avviene molto bene soprattutto dove ci sono temperature attorno ai 25°C. Nel caso di temperature che scendono sotto ai 10°C o che superano i 35°C, la crescita avviene in maniera piuttosto lenta. In queste condizioni, infatti, la pianta entra in uno stato di quiescenza.

Sarebbe bene anche che l’umidità nell’aria non fosse troppo elevata. Possiamo dunque consigliarvi di evitare l’accumulo di acqua e una umidità troppo elevata. La pianta apprezza poi le zone ben ventilate.

Esposizione solare

Ferocactus-gracilis-consiglio-04

Il ferocactus gracilis ha bisogno di molta luce del sole per crescere bene e fiorire. Questa pianta può quindi essere posizionata su un balcone esterno o nel giardino. Chiaramente non si devono posizionare all’ombra.

È bene anche sapere che è da evitare un’esposizione troppo prolungata alla luce solare diretta durante il periodo estivo. Proprio in quei momenti è bene evitare di metterla all’ombra o raffreddarla un pochino. Solo ricordando queste cose si eviterà infatti che le alte temperature la danneggino.

Fabbisogno idrico

Ferocactus-gracilis-consiglio-05

La pianta sopporta bene la siccità e per questo motivo non ha bisogno di essere innaffiata di frequente. È bene dunque annaffiarla abbondantemente quando il terreno è completamente secco. Essendo una specie che soffre molto i ristagni idrici, è necessario svuotare il sottovaso di frequente.

Un accorgimento molto importante quando si annaffia è quello di non spargere l’acqua sugli steli. Quando si innaffia la pianta, infatti, può succedere di non fare attenzione e bagnare quindi gli steli. Bagnando gli steli c’è infatti il serio rischio che questi possano marcire e proprio per questo motivo suggeriamo di prestare la massima attenzione.

Durante la primavera, l’estate e l’autunno sarebbe bene irrigare una o due volte alla settimana per mantenere il terreno leggermente bagnato. In inverno invece si può annaffiare molto meno il terreno, l’importante è che questo non risulti mai completamente secco.

Per annaffiare sarebbe meglio usare acqua piovana o acqua distillata evitando dunque l’acqua del rubinetto. Quest’ultima tipologia di acqua, infatti, contiene molto calcio e magnesio, dunque usarla a lungo può provocare compattazione del terreno.

L’importanza della fertilizzazione

Ferocactus-gracilis-consiglio-07

La fertilizzazione del terriccio in cui si trova la ferocactus gracilis è molto importante durante il periodo vegetativo. In primavera, estate e autunno è necessario quindi procedere con l’impiego di fertilizzante liquido una volta al mese. Durante l’inverno, invece, è possibile non usare il fertilizzante in quanto non offre benefici di alcun tipo.

Per aiutare la pianta a crescere bene è possibile anche usare un po’ di fertilizzante a rilascio lento nel terreno. Questa soluzione è ottima soprattutto nel periodo del rinvaso che va svolto in primavera o in autunno.

Le piante giovani beneficiano in particolare dell’impiego di fertilizzante all’azoto. Dopo la fioritura, consigliamo l’utilizzo di fosfato e potassio: questa soluzione va applicata anche dopo la fioritura.

Cosa fare in caso di muffa nera

Ferocactus-gracilis-consiglio-06

Il ferocactus gracilis è stato colpito dalla muffa nera? In questo caso è bene procedere in tempi rapidi allo scopo di evitare gravi danni alla pianta. Nello specifico, è necessario spazzolare nella zona interessata con una spazzola a setole non troppo dure e vedrete come la muffa andrà via.

Per un risultato ancora migliore, vi suggeriamo anche di nebulizzare un prodotto specifico contro le malattie fungine. La nebulizzazione deve avvenire a debita distanza in maniera da non respirare i suoi fumi tossici che causerebbero problemi di salute. Per ottenere il massimo dei risultati, la cosa migliore sarebbe quella di ripetere il trattamento una volta alla settimana.

Ferocactus gracilis consiglio: foto e immagini

Il ferocactus gracilis è una pianta molto conosciuta e apprezzata che necessita di alcune attenzioni per crescere bene. Sono tante le persone che vogliono coltivarla a casa ma non sanno come trattarla. In questo articolo abbiamo raccolto i consigli per coltivarla, ma prima di mettervi all’opera suggeriamo di dare un’occhiata alle foto raccolte.