Come far arrampicare il gelsomino

Revisore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Autore:
Letizia Rogolino
  • Giornalista freelance e copywriter

Il gelsomino è una pianta dal profumo intenso che può contribuire all’aspetto di un ambiente esterno con i suoi delicati e piccoli fiori bianchi. Come pianta rampicante può ricoprire ampie superfici, ma come si può guidare la sua crescita nella giusta direzione e creare un giardino o un balcone accogliente?

Gelsomino

Il gelsomino rampicante è una pianta che sta bene soprattutto in quelle zone dal clima mite o caldo, ma non richiede molte cure. Conosciuta come la varietà polyanthum, è una pianta consigliata per rendere esteticamente piacevole un giardino o un balcone, ricoprendo una parete in cemento, in muratura o con delle inferriate. In alcune abitazioni può essere utile anche per coprire la proprietà dall’esterno e permettere una maggiore privacy.

I suoi fiori piccoli e bianchi sono graziosi e noti soprattutto per l’inebriante profumo che si avverte anche a distanza, e dà subito l’idea di essere immersi nella natura. Ma per far arrampicare un gelsomino nel modo giusto, evitando spazi vuoti o una crescita storta e scomposta, occorre fare attenzione ad alcuni dettagli. Vediamo insieme come fare.

Gelsomino

Come far arrampicare il gelsomino: cosa serve

Prima di tutto è consigliato procurarsi gli strumenti giusti per piantare un gelsomino e farlo arrampicare. Dopo aver comprato i semi o i germogli del gelsomino rampicante, prendere dei bastoni o delle canne intorno alle quali la pianta potrà svilupparsi e aggrovigliarsi usandoli come sostegno. Poi ci vorrà un vaso adatto se il gelsomino è tenuto in un balcone, mentre se si pianta in un giardino non c’è bisogno.

Sicuramente possono aiutare i vari attrezzi da giardinaggio e una fonte di acqua a portata di mano, che sia una pompa o un annaffiatoio. Magari prima di posizionarlo in balcone è bene tenere presente la sua capacità di crescere e invadere lo spazio circostante. Se il balcone non è di dimensioni adeguate si rischia di dover potare spesso la pianta e sarebbe un peccato.

Gelsomino

Come far arrampicare il gelsomino: quando?

Come tutte le piante e fiori anche il gelsomino ha un suo periodo preferito per essere piantato e per germogliare. Per il suo innesto il periodo migliore è l’autunno, stagione in cui il gelsomino attecchisce meglio per poi crescere rigoglioso e in salute più facilmente.

La primavera offre le temperature giuste per aiutare il processo, anche se poi è bene regolarsi anche in base alla zona in cui si abita. Se si vive in una zona dove la primavera prevede temperature ancora un po’ rigide è bene aspettare qualche mese in più.

Gelsomino

Come far arrampicare il gelsomino: consigli per piantarlo nel modo giusto

E’ importante scegliere il terreno giusto per piantare un gelsomino. Deve essere ben drenato per non far ristagnare l’acqua e creare quindi umidità che può danneggiare lo sviluppo corretto della pianta. Per questo anche il clima aiuta o meno la situazione, quindi è meglio evitare di farlo crescere in zone dove fa spesso freddo e le gelate sono frequenti.

Ed è consigliato esporre il gelsomino al sole perché la fonte di calore lo aiuta a crescere meglio e più rapidamente. Alcune varietà di gelsomino sono più resistenti anche all’inverno e alle zone più fredde, però bisogna far attenzione a quale tipo si acquista. Quindi una scelta della varietà va fatta in base al posto dove si vuole esporre la pianta per non rischiare di farla soffrire e limitare la sua fioritura e crescita secondo il suo naturale ciclo vegetativo.

Gelsomino

Come far arrampicare il gelsomino: la legatura

Per far arrampicare il gelsomino è importante comprare canne o bastoni appositi in un negozio di articoli per il giardinaggio. E poi si può procedere alla legatura con attenzione e cura dei dettagli. La legatura è un’operazione che permette di legare insieme alcuni steli del gelsomino per indirizzarli dove si vuole e dare così la forma che si vuole alla pianta rampicante.

Orientando i tralci nella direzione desiderata, senza spezzarli, il gelsomino può arrampicarsi nel modo giusto e senza difficoltà. Poi basta annaffiarlo con moderazione e il gioco è fatto. Un’idea utile anche per nascondere eventuali recinzioni danneggiati o pareti vecchie che mostrano segni di usura. L’esterno della casa potrebbe ritrovare nuova linfa grazie a una pianta in salute e rigogliosa, profumata e piacevole da vedere tutti i giorni.

Gelsomino

Come far arrampicare il gelsomino: foto e immagini

Sfoglia la gallery del gelsomino rampicante e scopri il procedimento per farlo arrampicare nel modo giusto su pareti in muratura, cemento o inferriate. Che sia per una scelta estetica o per una maggiore privacy del proprio ambiente esterno, è bene far crescere il gelsomino in modo da tutelare la sua salute e creare uno spettacolo piacevole per gli occhi.