Come e quando va potato il geranio

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista

Il geranio è una pianta da fiore nota per la sua resistenza. Eppure, per farla durare a lungo, sono necessari alcuni accorgimenti irrinunciabili, come una corretta potatura. Di seguito, capiremo come e quando eseguire la potatura sul geranio.

Come e quando va potato il geranio 2

Meglio noto con il soprannome di re del balcone, il geranio è caratterizzato da fioriture prolifiche e coloratissime. Benché sia una pianta molto semplice, può regalare a balconi e vasi quella nota di vitalità che mancava.

Le sue origini possono rintracciarsi nell’Africa australe ma è una pianta che ha trovato una grande diffusione nell’Europa centrale, per via della sua grande adattabilità. E’ una pianta che si è diffusa molto anche perché è parecchio economica dato che si riproduce per talea.

Le attenzioni di cui necessitano sono davvero poche ma necessarie affinché possano durare a lungo e fiorire copiosamente. Tra questi accorgimenti, spicca la potatura. Si tratta di un’operazione necessaria per far sì che la pianta, essendo un arbusto, non si indebolisca. Una pianta debole fiorisce poco e male poiché non è in salute. I gerani non potati potrebbero diventare troppo alti e sottili. Pensa che i tagli non dovrai nemmeno buttarli via poiché ti saranno utili per nuove talee.

Leggi anche Geranio coltivazione

Di seguito, ti spiegheremo come effettuare le potature nel modo più corretto possibile ma anche quando effettuarle.

Come e quando va potato il geranio 1

Quando va potato il geranio

Come e quando va potato il geranio 3

La potatura dei gerani dovrebbe essere effettuata prima che inizi l’inverno, nella prima parte del mese di ottobre. In alternativa, può essere potato all’inizio della primavera, proprio alla metà del mese di marzo. La potatura più importante è quella invernale al fine di mantenere la pianta viva e vegeta quando calano le temperature. In questo modo, potrà ricrescere a primavera rigogliosa. In inverno i rami devono essere puliti. Dopo la stagione dello sviluppo è una buona prassi. Se vivi in una zona in cui il clima è temperato, potrai lasciare i gerani in vaso o in piena terra fuori.

Potrebbe interessarti Gerani parigini coltivazione

La potatura primaverile (quando il clima inizia a scaldarsi) dei gerani dovrà avvenire perché, il geranio potrebbe essere cresciuto in modo disordinato durante l’inverno e va data una ripulita. Il geranio in inverno, infatti, produce rami legnosi e poco carini esteticamente. Questa regola vale se li hai tenuti all’esterno. Se li hai tenuti al coperto, attendi che avvenga il disgelo o, comunque, l’ultima gelata e poi li trapianti e poti.

In generale, comunque, il geranio dovrebbe essere potato appena acquistato, se ne compri uno già cresciuto in vaso. In questo modo, ne incoraggerai la crescita ordinata e corposa. In questa fase, anche se dovessi perdere qualche butto, ne verrai ricompensato in futuro.

Come potare il geranio

Come e quando va potato il geranio 4

La potatura invernale deve essere fatta con più attenzione poiché la pianta verrà potata a pochi centimetri dalla base. Quella estiva invece è più blanda. La potatura invernale servirà alla pianta per poter mantenere le energie per rifiorire rigogliosa in primavera. Ogni volta che vedrai delle parti ingiallite del geranio andrebbero rimosse. La potatura permetterà alla pianta di perdere tutte quelle parti che, con il tempo, potrebbero diventare pericolose per lo sviluppo della pianta.

Prima di pensare di potare una pianta, in generale, devi pensare che si tratta di un organismo vivente e non di un oggetto. La pianta ha dei bisogni biologici da sostenere. Quindi, avvicinati all’operazione di potatura con molta attenzione altrimenti potresti provocare danni alla pianta. Ricorda che un vaso tenuto sempre pulito e rifornito di acqua, con una pianta ben potata, sono i presupposti affinché la pianta possa proliferare al meglio. Sono i presupposti utili anche a far stare lontana la pianta dai suoi parassiti e dalle malattie.

Per potare dovresti servirti degli strumenti adatti. Quelli non idonei, infatti, potrebbero danneggiare irrimediabilmente la pianta. Ti occorreranno, dunque, delle forbici da giardino o delle cesoie. Le prime saranno usate per i rami più piccoli, le seconde per i rami più spessi e robusti. Se dovessi usare le forbici su rami troppo robusti potresti danneggiare irrimediabilmente la pianta. La cesoia, invece, taglierà in modo netto e senza danni.

I tagli da imporre dovranno essere obliqui anche perché sono i più semplici da praticare. Se hai dei gerani odorosi potrai effettuare delle potature più importanti e nette. Ricordati di pulire sempre gli attrezzi prima e dopo la potatura.

Cosa fare dopo aver potato il geranio

Come e quando va potato il geranio 5

Dopo aver potato il geranio, dovrai procedere alle consuete irrigazioni. Inoltre, procederai anche alle consuete concimazioni. Prediligi un fertilizzante ricco di potassio. Scegline uno con prevalenza di azoto se la potatura è stata importante e drastica. Dopo qualche settimana, potrai ritornare alla routine abituale.

Come e quando potato il geranio: foto e immagini

Ora che sai come e quando effettuare la potatura del geranio in modo corretto, non ti resta che metterti a lavoro. Se non è ancora il momento, salva l’articolo per dopo e condividilo con gli amici a cui potrebbe essere utile.