Come curare le foglie ingiallite della felce

La felce è una delle piante più amate in assoluto per via delle sue splendide fronde verdi e sinuose. Può però succedere che le foglie diventino gialle e poco rigogliose rendendo la pianta davvero poco bella da vedere. Vediamo quindi come curare le foglie ingiallite della felce per far tornare questa stupenda pianta in salute.

come-curare-foglie-ingiallite-felce-01

Una delle piante più apprezzate è la felce. Questa spesso viene posizionata in casa in vasi tradizionali o in vasi sospesi allo scopo di abbellire gli ambienti interni dell’abitazione. Le sue splendide fronde verdi spiccano infatti in ogni tipologia di stanza e donano un tocco davvero unico.

Questa pianta sempreverde a volte però vede le sue foglie diventare gialle a causa di alcuni comportamenti scorretti dei proprietari. Per curare le foglie ingiallite della felce è necessario seguire alcuni consigli: scopriamo quali sono i più importanti.

come-curare-foglie-ingiallite-felce-02

Annaffiare la pianta

come-curare-foglie-ingiallite-felce-03

Per mantenere le foglie della felce perfettamente verdi è necessario annaffiare la pianta regolarmente. Un’insufficiente innaffiatura infatti tende a rendere le fronde molto scure e tendenti al marrone. Solo mantenendo il terriccio sempre umido, dunque, si potranno avere delle foglie stupende.

Quando annaffiate la vostra pianta, ricordate però di non esagerare con l’acqua in quanto il terriccio non deve essere fradicio. Aggiungere troppa acqua alla pianta porta infatti le sue radici a marcire e quindi è necessario fare attenzione.

Un ottimo metodo per annaffiare la felce consiste nell’innaffiare per immersione. Per riuscirci si deve mettere il vaso in un contenitore in cui ci sono alcuni centimetri di acqua. In tal modo la pianta andrà a nutrirsi solamente quanto ne ha bisogno restando però sempre ben umida.

Concimare la felce

come-curare-foglie-ingiallite-felce-04

Quando le foglie della felce ingialliscono, spesso esse appaiono anche poco vive. In questo caso è necessario concimare la pianta per donarle le sostanze nutritive utili a ritrovare il benessere. Solo concimando la felce regolarmente si può evitare l’ingiallimento delle fronde. Suggeriamo di procedere con la concimazione almeno una volta al mese con prodotti ricchi di azoto.

Solo scegliendo i concimi corretti si otterranno ottimi risultati. Come abbiamo detto, è bene optare per quelli che contengono grandi percentuali di azoto mentre vanno evitati quelli che alterano il pH della pianta. La pianta potrebbe risentire molto dell’impiego di concimi che vanno a rendere il pH basico, per questo la scelta del prodotto da usare è fondamentale.

Fare attenzione alla posizione

come-curare-foglie-ingiallite-felce-05

Questa pianta, per non avere problemi, necessità di una buona percentuale di umidità. Proprio per questo uno degli errori più comuni consiste nel sistemare la felce in una stanza in cui il clima è troppo secco. Solo scegliendo un ambiente adeguatamente umido è possibile infatti mantenere il benessere generale della pianta e anche quello delle fronde.

Una delle stanze migliori in cui posizionare la felce è il bagno. Tale zona risulta ottimale in quanto il tasso di umidità di questo locale è il più alto di tutta l’abitazione.

Quando si sceglie la posizione della felce è bene tenere in considerazione anche l’illuminazione. Le foglie gialle possono infatti dipendere dalla scarsa illuminazione. Soprattutto quando le temperature si abbassano, questa pianta soffre molto per la scarsità di luce e quindi è bene posizionarla dove l’illuminazione non manca. Per garantire alle foglie di restare verdi è quindi necessario scegliere un luogo luminoso.

Vi suggeriamo però di stare attenti alla luce diretta del sole in quanto questa tende a bruciare le parti delicate della pianta. È bene dunque scegliere una zona ricca di luce dove non ci siano i raggi solari diretti sulle foglie della felce.

Vaporizzare le foglie

come-curare-foglie-ingiallite-felce-06

Come abbiamo detto, l’umidità è fondamentale per mantenere in salute la felce. Trattandosi di una pianta tropicale, essa necessita di un tasso di umidità elevato per mantenere le sue foglie verdi. Se in casa non avete una stanza abbastanza umida, vi suggeriamo di vaporizzare le foglie della felce. Vaporizzando un po’ di acqua sulla chioma ogni tre giorni, infatti, andrete ad aumentare l’umidità regalando benessere alla pianta.

Eliminare i parassiti

come-curare-foglie-ingiallite-felce-07

I parassiti possono colpire la felce rendendo le sue bellissime foglie gialle e rovinate. Le lunghe fronde di questa pianta infatti sono spesso attaccate da parassiti di varia tipologia. In particolare, la felce è spesso attaccata da afidi e da cocciniglia farinosa o cocciniglia cotonosa. Queste specie di parassiti si nutrono con la linfa della pianta e riescono a sopravvivere in questo modo. Tale comportamento dei parassiti quindi va ad indebolire la pianta giorno dopo giorno.

Alla luce di quanto detto, si comprende l’importanza di eliminare i parassiti il più rapidamente possibile. Un ottimo rimedio consiste nel realizzare un composto a base di acqua e sapone di Marsiglia da spruzzare sulle fronde della pianta. Questo rimedio è ottimo per le fasi iniziali dell’infestazione, ma se i parassiti sono già molti è necessario usare rimedi specifici.

Come curare le foglie ingiallite della felce: foto e immagini

Le foglie ingiallite della felce possono essere curate semplicemente seguendo i consigli che vi abbiamo dato nel corso dell’articolo. Prima di mettervi all’opera per migliorare la salute della pianta, vi suggeriamo però di scorrere la galleria immagini che abbiamo realizzato.