Aralia: ecco come non fare abbassare le foglie

Letizia Rogolino
  • Giornalista freelance e copywriter

L’Aralia, conosciuta anche come Fatsia Japonica, è una pianta ornamentale che si trova bene sia in ambienti esterni che in appartamento. Ma vediamo come prendersi cura di lei ed evitare segnali di sofferenza come le foglie abbassate.

VECA_unapianta_2020-23-791×1024

L’Aralia è una pianta resistente, molto apprezzata e rigogliosa che resiste a varie temperature e si adatta bene a vari ambienti. Originaria dell’Asia orientale si è diffusa soprattutto in Giappone ed è una sempreverde presente in natura in diverse varietà. L’Aralia viene scelta spesso come pianta ornamentale perché per il suo aspetto dona all’ambiente un aspetto tropicale ed esotico e riempie spazi con gusto, rendendo l’arredamento più armonico e una stanza più accogliente.

Viene scelta anche molto per adornare aiuole e giardini pubblici e privati, ma predilige zone ombreggiate rispetto al sole forte e piena luce. E’ possibile anche farla crescere in un vaso purché sia di una grandezza adeguata e non costringa la pianta in uno spazio claustrofobico e ristretto. L’aralia fiorisce in autunno con piccoli fiori di colore bianco-verde riuniti in ombrella. Per preservarla da minacce esterne o problemi che possono minacciare la sua salute, è bene fare attenzione ad alcuni segnali di emergenza.

bottegabotanica_davidebuscaglia_pangramma-7

Aralia: le caratteristiche principali

La Primavera è la stagione migliore per acquistare e piantare un’aralia, perché le sue radici hanno le condizioni migliori per stabilirsi nel terreno e fortificarsi prima dell’inverno. Appartiene alla famiglia delle Araliaceae come l’edera, ma presenta un arbusto ramificato che può arrivare fino a 5 metri di altezza se viene lasciato libero. Le foglie sono molto ampie con una forma palmato-lobata divise in 7-11 lobi e tendono a svilupparsi verso il basso. Il loro colore è verde scuro prevalentemente nella parte superiore e verde chiaro nella parte inferiore, con una larghezza di circa 45 cm.

Le sue condizioni ottimale sono tra i 10 e i 18 gradi, quindi se si trova a temperature troppo basse o troppo alte in base a questi valori può soffrire e dare segni di salute compromessa. Non richiede particolare attenzione, ma c’è l’eventualità che alcuni parassiti possano attaccarla, come gli afidi, la cocciniglia, e i ragnetti rossi, quindi è bene fare comunque attenzione.

00007637.1

Aralia: perché le foglie si abbassano?

Se le foglie dell’Aralia tendono verso il basso comunicano uno stato di sofferenza della pianta ed è bene capire cosa c’è che non va per rimediare in tempo ed evitare brutte conseguenze. Le cause di questo abbassamento delle foglie sono molteplici. Vista la sua origine tropicale, se tenete l’aralia all’esterno, dovete fare attenzione che non faccia troppo freddo o che non si verifichino repentini sbalzi di temperatura. Un’altra causa può essere invece un ambiente troppo secco o con un livello di umidità nocivo per la pianta. Oppure le foglie possono tendere verso il basso anche se il terriccio non ha ricevuto la giusta dose di acqua e si asciuga troppo.

aralia_NG4

Aralia: come non far abbassare le foglie

Le sue grandi foglie purificano l’aria da alcuni gas tossici presenti negli ambienti interni. Tenendo conto delle cause che fanno abbassare le foglie dell’aralia, vi diamo alcuni consigli per evitare che accada. In inverno, se sono previste gelate o un forte vento, potete proteggere la pianta con una copertura o spostarla in un luogo schiuso, riducendo le innaffiature per non far marcire le radici e provocare troppo stress alla pianta.

Se invece la causa è la sua posizione in un luogo troppo secco o caldo, fate attenzione che non si trovi vicino a un termosifone o altra fonte di calore. In estate nebulizzate le foglie anche più volte al giorno così da non far soffrire la pianta. Infine non dimenticate di dargli la giusta dose di acqua a seconda della temperatura interna ed esterna. Il terriccio deve restare sempre umido in modo costante, almeno una volta a settimana in estate.

Aralia_sieboldii.sito

Aralia: consigli per una buona potatura

La potatura di questa pianta è importante, sia per darle un aspetto compatto e ordinato, sia per mantenerla in salute e va fatta in Primavera. Cresce veloce, quindi è consigliato tagliare rami più esili o quelli troppo lunghi con un taglio netto e preciso.  Meglio usare cesoie, forbici o strumenti professionali in grado di fare un buon lavoro, pulito e duraturo. Tagliate appena sopra una foglia o una gemma, appena sopra il punto di attaccatura della foglia per essere più precisi. La ferita poi magari trattatela con un prodotto fungicida a base di zolfo per evitare infezioni e malattie che possono danneggiare la pianta.

bottegabotanica_davidebuscaglia_pangramma-5-1-1024×684

Aralia: ecco come non fare abbassare le foglie | Foto e Immagini

Sfoglia qui sotto la gallery per saperne di più sull’Aralia, scoprire alcuni consigli preziosi su cosa fare per evitare che le sue foglie tendino troppo verso il basso e mantenere un piacevole aspetto ornamentale in un ambiente privato o pubblico.