Piumoni lavaggio

Elisa Cardelli
  • Autore - Laurea in Semiotica

Come si effettua il lavaggio dei piumoni senza danneggiarli? Ecco tutto quello che c’è da sapere per lavare piumoni e trapunte a casa in maniera corretta. I consigli più utili da seguire per un risultato perfetto e piumoni sempre profumati.

piumoni-lavaggio-01
Ragazza con un piumone nel letto

Non sapete come lavare i piumoni a casa e allora vi rivolgete sempre alla lavanderia? Questo problema riguarda un gran numero di persone che non sanno come effettuare il lavaggio dei piumoni correttamente. Proprio per questo motivo, abbiamo deciso di raccogliere in questo articolo tutto quello che c’è da sapere per lavare a casa trapunte e piumoni. L’importante è infatti procedere passo dopo passo in modo da imparare la giusta tecnica. Grazie ai nostri consigli sarete allora in grado di lavare il piumone anche tra le mura domestiche senza andare in tintoria.

piumoni-lavaggio-02
Piumone piegato sopra alla lavatrice

Piumone sintetico

piumoni-lavaggio-03
Piumone sintetico

I piumoni sintetici sono molto diffusi e proprio per questo vogliamo spiegarvi come riuscire a lavarli correttamente. Solitamente in poliestere e in microfibra, sono la soluzione perfetta per chi è allergico alle classiche piume d’cora. Questo tipo di prodotto è traspirante e consente di mantenere una temperatura costante anche durante la stagione invernale.

Lavare questo tipo di piumone non è affatto complesso e quindi risulta possibile farlo a casa. Risulta infatti semplicemente necessario metterli in lavatrice a temperatura di circa 30°C o 40°C tenendo la centrifuga bassa o moderata. In genere non è nemmeno necessario stirarli in quanto, una volta asciutti, appaiono già privi di pieghe.

Piumone in cotone e fibre naturali

piumoni-lavaggio-04
Piumone in fibre naturali

Tra le tipologie di piumoni più apprezzati ci sono quelli in cotone, kopar e canapa. I piumoni in cotone e fibre naturali sono amate da chiunque ami acquistare prodotti attenti all’ambiente e alla sostenibilità. Questa tipologia di piumone risulta comunque più delicato e dunque devono essere trattati con estrema cura.

Il lavaggio a mano in una vasca di acqua calda con sapone e detersivo è il miglior modo per lavarli senza rovinarli. Grazie a questo tipo di lavaggio, infatti, è possibile evitare che le fibre naturali subiscano dei danni.

Piumone con piume d’oca

piumoni-lavaggio-05
Piumone in piuma d’oca

I piumoni con piume d’oca sono caldi, morbidi e regalano un confort estremo a chi li possiede. Considerati i piumoni per eccellenza e davvero adorati da chiunque non sia allergico alla piuma d’oca, questi mantengono il letto a una temperatura costante. La peculiarità delle piume d’oca sta nel fatto che riescono a raccogliere l’umidità emessa dal corpo durante la notte e la rilasciano al mattino.

Il lavaggio di questi piumoni non è affatto complesso, infatti anche se sembrano oggetti delicati, in realtà possono essere lavati in lavatrice. L’importante è importare un programma per capi delicati con una temperatura di 30°C e non più alta. È bene evitare l’uso di candeggina e di tutti i saponi aggressivi in modo da non rovinarlo.

Prima di stendere questi piumoni, è bene centrifugarli due o tre volte in modo da eliminare la maggior parte d’acqua dalle piume. Questo permetterà di avere un’asciugatura molto più rapida e aiuterà a mantenere il prodotto sempre morbidissimo al tatto.

Come asciugare il piumone

piumoni-lavaggio-06
Piumone che asciuga all’aria aperta

Una volta lavato il piumone, è necessario sbatterlo e distribuire con le mani l’imbottitura in modo che sia uniforme. Questo passaggio è molto importante perché consente di evitare che si accumuli imbottitura in una zona specifica del piumone. A questo punto, poi, sarà possibile farlo asciugare all’aria. Durante la bella stagione basteranno circa due giorni per farlo tornare asciutto, ma chiaramente quando è brutto tempo ci impiegherà di più. È bene non esporlo alla luce diretta del sole per evitare che si possa rovinare.

Il segreto per asciugare correttamente il piumone consiste nel non stenderlo come un lenzuolo. È bene infatti stenderlo disteso su un piano di uno stendipanni completamente aperto. Bisogna ovviamente prestare attenzione a distribuire bene i pesi e a tendere le parti raggrinzite.

Nel caso vogliate asciugare il vostro piumone in asciugatrice, impostate il programma per capi delicati oppure quello per capi imbottiti. Suggeriamo di metterlo in asciugatrice da solo e di utilizzare le apposite palline che aiuteranno a renderlo ancora più morbido.

Piumoni lavaggio: foto e immagini

Ora che abbiamo visto come procedere per effettuare il lavaggio dei piumoni, non avrete più bisogno di andare in lavanderia. A seconda del materiale dei piumoni, ovviamente, dovrete seguire un procedimento differente proprio come vi abbiamo spiegato nell’articolo. Prima di mettervi all’opera seguendo i nostri consigli, però, prendetevi qualche istante per scorrere le immagini raccolte di seguito.