Come togliere il calcare dalle foglie delle piante

Francesca Orelli
  • Laurea in Lettere e Filosofia

Stanco di vedere quell’antiestetica patina biancastra sulle foglie delle tue belle piante d’appartamento? Detto fatto, ecco come togliere il calcare dalle foglie delle tue piante.

come togliere calcare dalle piante

Se abiti in un comune dove l’acqua è dura o molto dura, quindi ricca di calcare, prima o poi ti toccherà affrontare il problema, soprattutto se usi quella stessa acqua per annaffiare le tue piante.

La comparsa di un’antiestetica patina biancastra o, peggio ancora, di macchie bianche dalla forma più o meno irregolare. I depositi di calcare, o di calcio, di per sé non sono gravi come un’invasione di pidocchi, ma per i fan delle piante d’appartamento sono comunque un inconveniente molto spiacevole.

Questo perché, che li si chiami in un modo, che li si chiami in un altro, danno sempre un unico risultato: delle foglie di brutto aspetto, che sembrano quasi malate, anche se in realtà non lo sono.

come togliere calcare dalle piante 2

Come togliere il calcare dalle foglie delle piante: possibili soluzioni

come togliere calcare dalle piante 3

Il modo migliore, e più veloce, per sbarazzarti in modo definitivo del calcare, e anche dei depositi di calcare sulle foglie delle tue piante, è quello di acquistare un addolcitore dell’acqua.

Questo apparecchio, che si collega direttamente all’impianto idrico della casa, permette non solo di ottenere un’acqua più buona da bere, ma anche un bucato più pulito e, soprattutto, la scomparsa, in modo definitivo, delle macchie bianche dalle foglie delle nostre piante.

Ha solo un piccolo inconveniente: è un apparecchio molto costoso, quindi non è alla portata di tutti i budget.

Tuttavia, se vuoi togliere il calcare dalle foglie delle tue piante, ma non puoi permetterti l’acquisto di un addolcitore dell’acqua, esistono alcuni rimedi naturali ed economici che puoi adottare.

Ecco quali sono quelli più utilizzati.

Inizia con una bella spolverata

come togliere calcare dalle piante 4

Anche se fino a oggi non avevi questa abitudine, per rimuovere il calcare dalle foglie delle tue piante, inizia con una bella spolverata.

Armati di un piumino per la polvere, poi passalo sulla superficie delle foglie delle piante. In questo modo, oltre alla polvere, eliminerai anche il calcare più recente. Questa pulizia, idealmente, andrebbe fatta una volta a settimana, questo per evitare che il calcare si accumuli, strato dopo strato, e diventi più difficile da togliere.

Passa all’azione con l’acqua distillata e l’aceto

come togliere calcare dalle piante 5

L’acqua distillata, così come l’acqua piovana, non contiene i minerali che causano i depositi di calcare, quindi può essere utilizzata per una pulizia di fondo, soprattutto se il calcare si è già accumulato in maniera importante sulle foglie delle tue piante.

Per ottenere risultati ancora migliori, mescola un quarto di acqua distillata con un cucchiaio di aceto bianco, poi utilizza questa miscela per pulire le foglie delle tue piante.

Per farlo, inumidisci un panno morbido o una spugna pulita nella soluzione, poi procedi tamponando ciascuna foglia con gesti molto delicati. Lascia quindi riposare per 5-10 minuti, poi bagna il panno o la spugna nell’acqua distillata e rimuovi completamente la miscela di aceto bianco e acqua distillata dalle foglie.

Rimuovere il calcare dalle foglie delle piante: consigli supplementari

come togliere calcare dalle piante 6

Anche se può sembrarti strano, togliere il calcare dalle foglie delle tue piante è importante, e non solo per una questione puramente estetica. Le piante libere dal calcare, oltre a respirare meglio, sono più belle da vedere e riescono anche a massimizzare l’uso della luce naturale disponibile.

E per concludere, ecco un altro consiglio supplementare: una volta al mese, versa un cucchiaio di aceto in un innaffiatoio pieno d’acqua, poi usa questa soluzione per bagnare le tue piante d’appartamento.

Così facendo, oltre a eliminare il calcare, proteggerai le tue piante dagli insetti, in particolare dalle zanzare. Se poi hai un micio molto curioso, o che ha l’abitudine di andare a scavare nei vasi delle tue piante, l’odore persistente dell’aceto lo terrà lontano e le tue amiche verdi potranno dormire sonni tranquilli.

Calcare: perché è importante toglierlo dalle foglie delle tue piante?

piante-07

Rimuovere il calcare dalle foglie delle tue piante, oltre che per farle apparire più belle, è importante per la loro salute generale.

Questo non solo perché ti permetterà di controllarle più da vicino e di eliminare, oltre alle macchie di acqua dura, anche i parassiti, ma eviterà anche che i depositi minerali si accumulino e interferiscano con il processo di traspirazione delle tue piante.

La traspirazione è il modo in cui le piante respirano: durante questo processo, le piante assorbono l’anidride carbonica e rilasciano ossigeno e vapore acqueo.

Ciò avviene tramite le foglie delle piante e apporta anche un beneficio supplementare per te: ti aiuta a purificare l’aria dei locali in cui si trovano le tue amiche verdi e, di conseguenza, ne beneficia non solo la tua salute ma anche quella dei tuoi cari.

Ostacolando questo processo naturale, quindi non togliendo il calcare dalle foglie, non solo rallenterai la crescita delle tue piante, ma in più avrai una qualità dell’aria più bassa.

E di sicuro tu non vuoi questo, no? Pertanto, se vedi che le foglie delle tue piante appaiono macchiate di bianco, corri subito ai ripari!

Come togliere il calcare dalle foglie delle piante: foto e immagini

Come togliere il calcare dalle foglie delle tue piante: consigli utili per eliminare le antiestetiche macchie bianche, provocate dall’acqua dura, e far risplendere le foglie delle tue amiche verdi.