Come leggere la bolletta della luce e cosa controllare sempre

Patrizia D'amora
  • Dott. in Giornalismo e Cultura editoriale

Com’è fatta la bolletta della luce? Guida per leggere e capire tutte le voci di spesa. Quali sono le informazioni riportate sulla bolletta e cosa controllare sempre per monitorare i consumi di elettricità.

come-leggere-bolletta-luce (1)

La bolletta della luce rimane incomprensibile alla maggior parte degli utenti, nonostante i fornitori dell’energia si sforzino di renderla chiara e trasparente.

Eppure, se la sai leggere spendi meno, perché hai la possibilità di tenere a bada i consumi reali e di conoscere informazioni utili per tentare di risparmiare, tagliando eventuali sprechi.

Ecco, allora, una guida pratica per imparare a leggere e a capire tutte le voci di spesa presenti in bolletta.

come-leggere-bolletta-luce (2)

Dove sono riportate le informazioni principali?

come-leggere-bolletta-luce (4)

L’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (ARERA) impone ai fornitori di rilasciare agli utenti una fattura trasparente, nella quale tutti i dati più importanti sono racchiusi e sintetizzati nella prima pagina.

Dipanarsi tra sigle e dati numerici, però, non è così semplice per coloro che non hanno dimestichezza con la materia. Spesso, quindi, ci si sofferma semplicemente sulla voce che corrisponde all’importo da pagare, senza mai approfondire le altre voci.

In un momento complicato come quello che stiamo vivendo diventa, quindi, fondamentale approfondire le varie sezioni che compongono la struttura della bolletta, per cercare di risparmiare sulle spese che dipendono essenzialmente dai nostri consumi.

Quali sono le sezioni da controllare?

come-leggere-bolletta-luce (3)

Non solo sigle e numeri incomprensibili: la bolletta della luce racchiude anche numerose informazioni utili che possono fornirci indicazioni e stime sui consumi e sulle nostre abitudini.

Prenderne consapevolezza è il primo passo per capire come agire e tentare, così, la via del risparmio. Ma saper leggere la bolletta è anche un vantaggio per il consumatore, che potrà decidere se è arrivato il momento di passare a un fornitore più conveniente.

La bolletta racchiude una serie di voci che comprendono costi fissi e costi variabili. Alcuni dipendono dal fornitore dell’energia, altri, invece, dal distributore. Vediamo nel dettaglio quali sono le varie sezioni presenti in bolletta.

1. Tipologia di cliente

La prima informazione presente sulla bolletta della luce si trova in alto a sinistra e indica la tipologia di cliente. Questa sezione indica se il cliente è un’impresa, un domestico, e se il contratto appartiene al mercato libero dell’energia o a quello di maggior tutela.

2. Dati della fornitura

Questa voce fornisce i dati dell’intestatario dell’utenza, seguita dalle caratteristiche della fornitura (la potenza del contatore, la tensione della fornitura, se l’abitazione è di residenza o meno, il tipo di fornitura).

3. Sintesi dei costi

In un grafico a torta sono rappresentati tutti gli importi fatturati e presenti in bolletta, affiancati da una legenda che mostra tutte le voci di spesa suddivise per colore.

4. Dettagli tecnici e fiscali

Questa sezione indica ancora più dettagliatamente le voci presenti nella sintesi dei costi. Non solo, in questa parte è possibile trovare anche i dati tecnici della propria fornitura, come il codice identificativo del cliente e il POD (il punto di prelievo dell’elettricità) costituito da 14 caratteri alfanumerici.

5. Periodo e importo da saldare

È questa la sezione in cui compare il totale da pagare e la scadenza, cioè il termine ultimo entro cui saldare la fattura. Il totale della bolletta comprende quattro voci distinte, che riguardano le spese della materia prima, il trasporto e la gestione, gli oneri, l’IVA e il canone della televisione. Quest’ultima voce sarà definitivamente eliminata a partire da gennaio 2023.

6. Consumi e letture

Qui potrai consultare tutti i dati raccolti dal contatore. Il fornitore in questa sezione ha l’obbligo di specificare se si tratta di letture eseguite dal cliente (autolettura), letture effettive oppure stimate. In quest’ultimo caso è necessario specificare che gli importi saranno soggetti a conguaglio.

7. Informazioni per i clienti

Per Legge i fornitori sono tenuti a indicare tutte le informazioni e i recapiti utili per i clienti, come il numero da chiamare in caso di guasti e reclami.

In questa sezione confluiscono altre informazioni importanti, come le modalità per comunicare la lettura del contatore, i metodi di pagamento disponibili, l’informativa sulla privacy o eventuali comunicazioni importanti da parte dell’ARERA.

Il totale della bolletta: elenco voci di spesa

consigli-trucchi-risparmiare-bolletta-01

L’importo totale da pagare è la somma di quattro distinte voci di spesa. Per monitorare spese e consumi è necessario conoscerle tutte e controllarle sempre. Il totale della bolletta comprende:

  • spese per l’energia: qui è indicato il prezzo dell’energia applicato ai consumi. Il costo è suddiviso in una quota fissa – che dipende dal commercio dell’energia – e in una quota variabile, che è legata al consumo energetico effettivo. La quota energia è stabilita dal fornitore o dall’ Autorità che regola l’energia nel caso di servizio di maggior tutela;
  • spese di trasporto e di gestione del contatore: qui sono racchiuse tutte le spese che riguardano l’erogazione dell’energia, e sono da imputare unicamente al distributore. In questa sezione sono racchiuse anche tutte le spese relative alla lettura e alla manutenzione del contatore;
  • oneri di sistema: si tratta di spese accessorie che riguardano la collettività. Questa voce comprende anche gli investimenti sulle rinnovabili, lo sviluppo e la ricerca;
  • IVA e altre imposte: sul totale va applicata l’IVA del 10% (per i clienti domestici) e del 22% (per imprese e locali commerciali). In più è compresa un’accisa indicata in kWh.

Bolletta della luce: le altre voci che puoi trovare

Trucchi-consigli-risparmiare-luce-gas-01

In alcuni casi si possono trovare altre voci in bolletta che non compaiono sempre, perché dipendono da alcune specifiche situazioni. Per esempio i ricalcoli degli importi precedenti, che possono essere accreditati o addebitati al cliente in seguito a una modifica dei prezzi applicati.

A volte si può trovare una voce indicata con la dicitura “altre partite“: qui sono racchiusi eventuali contributi per l’allacciamento, oppure more e interessi che rientrano nei costi non ordinari. Infine è possibile trovare indicato anche il bonus sociale, che si applica solo ai clienti beneficiari.

Come leggere bolletta della luce: immagini e foto

Saper leggere la bolletta della luce è il primo passo per dare un taglio ai rincari dell’energia. Scopri quali sono le voci più importanti e cosa controllare sempre.