Bilancia pesa alimenti: ecco la guida all’acquisto

Può sembrare un oggetto semplice e scontato ma una buona bilancia è un alleato fondamentale per gli amanti della buona cucina. Per questo motivo proviamo a scoprire insieme quali sono le caratteristiche più importanti da considerare al momento dell’acquisto per un oggetto efficace e altamente preciso, in grado di durare nel tempo.

bilancia-alimenti-1

La tendenza degli ultimi dieci anni ha messo in primo piano la cucina. Questo vuol dire, in sostanza, che il luogo, come gli strumenti necessari per la preparazione di prelibatezze varie, hanno assunto un ruolo centrale per quanto riguarda la produzione e, ovviamente, l’acquisto.

Non è un caso, dunque, ammirare dei design sempre più raffinati e competitivi per quanto riguarda la scelta dei materiali e la qualità degli elettrodomestici. Le cucine moderne, infatti, non solo richiedono ampi spazi di lavoro, come le ormai sdoganate isole centrali, ma anche il doppio forno posizionato in alto e non più scomodamente in basso.

A questa attenzione per lo stile misto a praticità, poi, si abbina anche la necessità di possedere tutti i piccoli elettrodomestici grazie ai quali poter fare sfoggio di doti culinarie da mostrare ad amici e parenti. Questo vuol dire che, complici anche i sempre più numerosi cooking show presenti praticamente su qualsiasi rete, è cambiato notevolmente il concetto di “oggetto del desiderio”.

Per chi, infatti, ha velleità da chef, almeno nell’intimità della propria casa, non c’è sogno più grane che acquistare una planetaria di ultima generazione o l’ormai famosa friggitrice ad aria. Per tutte queste persone, dunque, possiamo affermare che “un’impastatrice è per sempre”. Altro che diamanti.

Effetto di questa nuova tendenza, dunque, sono delle cucine tanto accessoriate da far impallidire quelle dei giudici di Master Chef. Ma, come spesso accade in queste situazioni, ad essere trascurati sono i piccoli ma essenziali particolari. Tra tutta questa strumentazione particolare e tecnologicamente avanzata, infatti, si nasconde un piccolo elemento che, dalla notte dei tempi, è un valido e fedele alleato in cucina. Anzi, ad essere precisi, è il più importante. Soprattutto nelle preparazioni pasticciere in cui tutto deve essere calibrato al millimetro.

Ovviamente il riferimento è alla bilancia pesa alimenti, il cui acquisto viene spesso fatto in modo frettoloso e casuale. In realtà sarebbe più opportuno prestare maggiore attenzione al modello scelto per avere un oggetto più performante, durevole nel tempo ed anche gradevole dal punto di vista estetico. Proviamo a scoprire quali sono gli elementi essenziali da considerare per un ottimo acquisto.

1. Bilancia pesa alimenti: analogiche e digitali

bilancia-alimenti-2

Quando si entra in un negozio di elettrodomestici o casalinghi la prima cosa che si nota, guardando gli scaffali, è la presenza di due opzioni per quanto riguarda le bilance a disposizione. Si tratta, ovviamente dei modelli analogici e digitali. Vediamo insieme le differenze per capire vantaggi e svantaggi. Nel primo caso, ossia le bilance analogiche, ci troviamo di fronte alla tradizione. In sostanza sono le dirette discendenti di quelle che campeggiavano nella loro orgogliosa solitudine sul ripiano delle cucine delle nostre nonne.

Oggi, sono cambiate le forme, anche se il vintage è tornato di moda, ed il meccanismo è diventato forse più preciso. La sostanza, però, non è certo mutata. Si tratta, dunque, di modelli dal funzionamento piuttosto elementare che, grazie allo spostamento meccanico di un ago, segna il peso di un alimento. Lo svantaggio evidente, dunque, è la scarsa precisione. Se si desidera, infatti, avere uno strumento in grado di mettere in evidenza anche il minimo grammo si deve ricorrere ai modelli digitali.

Le bilance moderne, infatti, funzionano grazie ad una batteria in litio e garantiscono un risultato particolarmente preciso grazie a dei sensori tecnologici posti sul piatto. Oltre a questo, poi, il loro design moderno ed essenziale si sposa alla perfezione con cucine dallo stile all’apparenza minimal.

2. Bilancia pesa alimenti: funzioni

bilancia-alimenti-3

Un altro elemento da valutare al momento dell’acquisto, soprattutto se si cucina frequentemente e con velleità semi professionali, sono le funzioni garantite da alcune tipologie di bilance. Ovviamente si fa riferimento solamente ai modelli digitali. Anche tra questi, però, è possibile stabilire alcune differenze. Si passa, infatti, da alcune funzionalità basiche, come il peso degli alimenti e il calcolo della tara in caso di un modello senza recipiente, ad altre ben più complesse o dettagliate.

In commercio, infatti, è possibile trovare anche dei modelli in grado di calcolare il peso con diverse unità di misura, senza fare accezione anche per i liquidi. Oltre a questo, poi, delle bilance con memoria integrata riescono anche a fornire determinate informazioni come le calorie esatte di un determinato alimento a seconda del peso.

Ovviamente in questo caso ci troviamo di fronte a delle opzioni più tecnologiche e professionali che, per un uso quotidiano e, soprattutto, non volto ad un regime dietetico, potrebbero risultare veramente accessorio. Si consiglia, dunque, di optare sempre per un modello in grado di soddisfare le reali esigenze personali o della famiglia, senza cadere in inutili tentazioni modaiole.

3. Bilancia pesa alimenti: i materiali

bilancia-alimenti-4

Chiudiamo questo breve viaggio nel mondo delle bilance pesa alimenti con un consiglio di ordine essenzialmente pratico: prestare attenzione ai materiali. Questo vuol dire che, ancor prima di studiare a fondo le diverse funzioni di alcuni modelli, conviene considerare con attenzione con cosa sono stati realizzati.

Selezionare il materiale migliore, infatti, vuol dire avere uno strumento in grado di durare a lungo nel tempo. Questo vuol dire, dunque, capire la differenza che c’è tra una bilancia in plastica ed una in acciaio. Sicuramente le caratteristiche che definiscono i due modelli sono facilmente deducibili.

Nel primo caso, per quanto il materiale sia duro e di qualità, si mostra una fragilità per quanto riguarda la durata nel tempo e la capacità di igienizzazione. Non dimentichiamo, infatti, che il materiale plastico può subire delle lesioni e, soprattutto, assorbire gli odori naturali dei cibi pesati. Al contrario l’acciaio mostra una resistenza invidiabile ed inattaccabile.

Per non parlare, poi, di una superficie che non si lascia contaminare da nulla, nonostante l’utilizzo frequente. Ovviamente queste differenze incidono anche sul costo finale. Le bilance in plastica dura sono di fascia economica mentre le altre rientrano in una più alta. Anche in questo caso l’acquisto deve tenere in considerazione l’uso effettivo che ne verrà fatto e le necessità personali.

È pur vero, però, le bilance pesa alimenti rientrano comunque negli articoli economici. Il che vuol dire che vale sempre la pena affrontare una spesa leggermente più alta in virtù di un oggetto potenzialmente indistruttibile e affidabile.

Bilancia pesa alimenti: foto e immagini

Analogica o digitale? Vintage o dal design moderno? Queste sono solo alcune delle domande cui è necessario rispondere quando si acquista una bilancia. Proviamo a scoprire le diverse opzioni anche attraverso le immagini della galleria.