La maiolica: definizione e idee per utilizzarla


Cos’è la Maiolica? Quale differenza intercorre tra maiolica, ceramica e terracotta? Idee e soluzioni compositive per utilizzare la maiolica negli spazi quotidiani della vostra casa per donarle un mood più sofisticato.

la-maiolica-definizione-e-idee-per-utilizzarla-piastrella


Diffusa soprattutto nel sud Italia, la maiolica ha un grande successo nell’interior design che l’ha interiorizzata e concettualizzata in soluzioni diverse. La scelta di utilizzare la maiolica all’interno delle mura domestiche sembra essere la soluzione ideale per chi voglia dare un tocco di novità e un gusto decisamente artistico alla propria abitazione. Di stile e di colori diversi, se utilizzate nella giusta tipologia, può essere interpretata come un vero e proprio complemento d’arredo innovativo.


La maiolica: origini

la-maiolica-definizione-e-idee-per-utilizzarla-piastrella-origini

La maiolica, o anche ceramica smaltata, affonda le sue radici nella Spagna del XV secolo quando nelle città più importanti  fu perfezionata una tecnica di cottura dell’argilla che aveva la particolarità di riflessi metallici come quelli del rame. Ma perché fu chiamata proprio “maiolica”? Semplicemente perché Minorca, una delle isole Baleari, fu il centro di produzione per eccellenza di questa arte che appunto diede il nome ai prodotti ottenuti da questa particolare lavorazione.


Leggi anche: Mobili a scomparsa

Ancora oggi la produzione della maiolica è tipica sopratutto del sud Italia, in costiera amalfitana e sorrentina. Qui, le piastrelle in maiolica sono chiamate “riggiole” e la loro particolarità è quella di essere molto resistenti tanto da essere utilizzate anche per rivestire i pavimenti esterni.

Differenza tra maiolica, ceramica e terracotta

Come è facile intendere, la maiolica si distingue dalla ceramica e dalla terracotta per la tecnica di lavorazione.

Per ceramica si intende qualsiasi manufatto d’argilla che, a seconda della composizione fisica, può dare vita a oggetti in terracotta, gres o porcellana. Se la ceramica è cotta a temperature elevate, per cui assume un colore rossastro, assume il nome di terracotta. Questa è utilizzata soprattutto per la realizzazione di vasi, tazze e piatti.

La terracotta smaltata di bianco e poi decorata (e sottoposta nuovamente a cottura) prende il nome di maiolica. Il termine “maioliche” nell’interior design  indica le particolari piastrelle dipinte quasi sempre a mano o con l’aerografo.

Come arredare casa con le maioliche

la-maiolica-definizione-e-idee-per-utilizzarla-cucina

Di queste particolari piastrelle se ne fa un gran uso soprattutto in cucina e nel bagno.

Dal piano di lavoro alle pareti verticali sul lavabo, scegliere di utilizzare le maioliche in cucina che sono un must attraente per chi le guarda. Oppure, se avete un pavimento in terracotta, soprattutto in una cucina classica, inserite le maioliche fra le mattonelle di cotto, l’effetto antinomico sarà di grande bellezza.

la-maiolica-definizione-e-idee-per-utilizzarla-piastrella-blu

Se volete arredare con le maioliche il bagno, prediligete tonalità dell’acqua: dal blu all’azzurro, dal turchese al verde. Sono i colori ideali per rendere suggestivo l’ambiente della stanza da bagno.

In realtà, le maioliche non sono disdegnate neppure in altre zone della casa, ad esempio nell’ingresso. Potreste rivestire di piastrelle in maiolica un’intera parete per donarle un sapore nuovo. Se scegliete colori chiari, avrete anche la sensazione illusoria di maggiore spaziosità.

E che ne pensate di un pavimento di giochi geometrici per il vostro corridoio d’entrata? Una soluzione artistica per regalare eleganza e charme.

Anche in soggiorno o nella zona living, optate per dei pavimenti in maiolica che ricalcano le cromie del legno: una soluzione originale e di grande effetto che darà la sensazione di avere in casa un vero e proprio parquet (in commercio esistono delle soluzioni di questo tipo dette maioliche in gres porcellanato).

la-maiolica-definizione-e-idee-per-utilizzarla-living

Le maioliche  sono soprattutto utilizzare per vivacizzare pavimenti. Ma anche in camera da letto sono di frande effetto: ad esempio potreste rivestire un’intera parete con delle maioliche a fantasia floreare che richiamano la tranquillità del luogo. Esistono anche maioliche di colori più frizzanti con fantasie astratte e geometriche che sicuramente si adattano meglio alla zona giorno.

E se vi dicessimo che potete utilizzarle anche all’esterno? Ebbene, lo smalto lucido tipico della maiolica riflette i raggi del sole per un effetto illuminante che il vostro giardino (ma anche l’ospite di turno) apprezzerà sicuramente.

In ogni caso, le maioliche vi aiuteranno a variare un arredamento che può sembrarvi tedioso. Per far ciò, potreste utilizzare maioliche classiche per un arredamento moderno e, al contrario, maioliche moderne per un arredamento classico. L’effetto finale sarà una combinazione di stili differenti che però daranno carattere alla vostra casa.

Come pulirle?

la-maiolica-definizione-e-idee-per-utilizzarla-pulire

In realtà,  pulire le maioliche è un gioco da ragazzi. Evitate saponi aggressivi o sgrassatori troppo forti, basterà uno straccio e olio di gomito.

La maiolica è una soluzione per l’home decor davvero raffinata e la sua storia importante la rende una decorazione amata dalla maggior parte delle persone che prediligono il gusto del “senza tempo”.  Con qualche piccolo accorgimento ben studiato, potreste valutare di sfruttare questo tipo di piastrelle per qualunque ambiente della vostra casa rendendoli sicuramente più raffinati ed artistici.

La maiolica: gallery

In questa foto gallery troverete idee e spunti per personalizzare i vari ambienti della vostra casa con queste splendide piastrelle.

Marika Manna

Commenti: Vedi tutto