Illuminazione su cavi. La guida.

L’illuminazione su cavi è un sistema ancora poco utilizzato, ma in grado di risolvere una infinità di problemi nel light layout di un ambiente. Eleganti per gli interni e perfetti per gli esterni, i cosiddetti tensocavi, tensoled o tesate sono un vero passpartout.

Illuminazione-su-cavi-la-guida13

Un sistema di illuminazione pratico che consente di portare la luce sempre esattamente dove serve, grazie alla semplicità di orientare i faretti o posizionare i corpi a sospensione. In questo modo potrete illuminare diverse zone: uno spazio di lavoro, un living, una cucina o addirittura una mansarda o un esterno. Qui ti forniamo una mini guida per orientarti tra investimenti e soluzioni adatti per i tuoi ambienti.

Illuminazione-su-cavi-la-guida01

Complessità risolta

I sistemi di illuminazione su cavo, anche dette tesate, rappresentano la soluzione alle situazioni di illuminazione più complesse.

Illuminazione su cavi. La guida.


Leggi anche: Cavi elettrici di design

Come trattare, ad esempio, l’illuminazione di spazi molto ampi, con soffitti irregolari o a spiovente, o anche di un salotto outdoor? I designers, in proposito, progettano sempre più spesso sistemi di illuminazione su cavi a bassa tensione, che permettono di aggirare facilmente queste difficoltà.

A differenza dell’illuminazione su binario, infatti, i tensocavi o tensoled sono attaccati ai muri o al soffitto ed al muro, in modo che siano sospesi attraverso la stanza con le luci collocate lungo il cavo. Come soluzioni di illuminazione decorativa, i sistemi di cavi sono particolarmente adatti per soffitti inclinati, corridoi tortuosi o giardini d’inverno e offrono un design elegante, una buona illuminazione e un’elevata efficienza energetica.

Illuminazione-su-cavi-la-guida14

Inoltre, rappresentano l’illuminazione ideale per ambienti ampi senza muri che non consentono una adeguata illuminazione con i faretti o altri sistemi di illuminazione dall’alto o le appliques.

Vantaggi e svantaggi dell’illuminazione su cavo a vista

Ci sono sia vantaggi che svantaggi nella scelta dell’illuminazione su cavi. Lo svantaggio principale è che, se non viene effettuata una corretta manutenzione, i tensocavi possono perdere tensione col tempo e quindi abbassarsi. Inoltre, in fase di progettazione, è necessario calcolare con attenzione la forza di trazione dei cavi, ricordando che alcune superfici, come i cartongessi, non sono adatte per l’ancoraggio dei cavi.


Potrebbe interessarti: Illuminazione del giardino

modern diningroom

Tuttavia, superate facilmente queste obiezioni, i vantaggi sono molti più numerosi. Infatti i tensoled sono molto flessibili e offrono la possibilità di appenderli praticamente ovunque in casa per fornire luce in modi che le altre forme di illuminazione non sono in grado di fare. Inoltre, i cavi hanno una lunghezza variabile, che può dunque essere modulata in base alle specifiche esigenze, arrivando a coprire anche grandi superfici.

Illuminazione-su-cavi-la-guida02

E’ possibile cambiare la posizione dei corpi illuminanti lungo i cavi e, ove previsto, dargli diversi orientamenti, in base alle aree che si vogliono illuminare e all’effetto finale che si deidera creare.

In ultimo, ma non di minore importanza, trattandosi di prodotti di ultima generazione, assicurano consumi energetici davvero ridotti, giustificando anche l’investimento iniziale.

Tipologie di illuminazione a cavo sospeso

Parlando di tensocavi è bene precisare che esistono soluzioni a 12 Volt che funzionano con l’utilizzo di un trasformatore e altre a 230 Volt, che non necessitano del trasformatore. Nel caso di cavi che utilizzano un trasformatore, è possibile usare corpi illuminanti alogeni o a led anche con una potenza ridotta. La cosa importante è che la somma della potenza di tutti i corpi illuminanti, o delle lampadine, non superi la portata massima del trasformatore che alimenta la tesata.

Illuminazione-su-cavi-la-guida09

Nel caso di sistemi con cavi che non utilizzano il trasformatore, è possibile installare corpi illuminanti diversi. Dalle lampade a Led, alle lampade fluorescenti a basso consumo a quelle alogene. In genere questo genere di cavi sono alimentati semplicemente inserendo la spina della corrente, senza necessità di effettuare ulteriori lavori o cavidotti in casa. Tuttavia, con una previdente progettazione, è possibile posizionare le spine proprio accanto ai tenso attacchi, minimizzando l’impatto visivo dell’alimentazione.

Illuminazione-su-cavi-la-guida12

Illuminazione su cavo elettrificato. Gli interni.

Oltre ad essere sistemi flessibili, i tensocavi creano ambienti ed atmosfere moderne e d’effetto, senza sacrificare la funzionalità. Un vantaggio di questi sistemi di illuminazione è che ne esistono sia per interni che per esterni. Tra le aziende Made in Italy che hanno reso questi sistemi il proprio cavallo di battaglia c’è Cini & Nils, che ha realizzato prodotti per l’indoor e l’outdoor.

Illuminazione-su-cavi-la-guida08

L’azienda ha creato apparecchi con alimentatori dimmerabili, in grado di procurare luce diretta o indiretta con rotazione del corpo illuminante o doppia emissione del flusso luminoso.

La duttilità di utilizzo dei sistemi di illuminazione su cavo è dovuta anche alle diverse dimensioni dei corpi illuminanti e al trattamento delle superfici degli apparecchi luminosi. Grazie, infatti, alle finiture trasparenti oppure opalescenti delle calotte illuminati, è possibile ottenere, nel primo caso, luce puntuale, nel secondo invece, una illuminazione diffusa.

Illuminazione-su-cavi-la-guida10

I prezzi di un sistema di illuminazione a cavi sospesi può variare notevolmente e molto incidono anche i copri illuminanti scelti. Nella maggior parte dei casi si tratta di sistemi di illuminazione compositi, che offrono la possibilità di essere costruiti in base alle diverse esigenze. Così è possibile scegliere lunghezza dei cavi, sistema di dimmeraggio, numero, forma ed orientamento delle fonti luminose, e anche il tipo di luce. In genere questi sistemi assicurano  dei consumi davvero ridotti a fronte dei volumi che riescono ad alluminare, e se correttamente mantenute, le lampadine andranno sostituite molto molto di rado.

Illuminazione-su-cavi-la-guida18

Tesate per esterni

Come si è detto, i sistemi di illuminazione su cavi sono una soluzione di light design perfetta anche per l’outdoor. Nell’applicazione per esterni i cavi sospesi permettono, anche con solo un punto luce e due supporti, di installare tutti gli apparecchi illuminanti necessari. I supporti di aggancio possono essere muri, pali o colonne e non è necessario dover scavare per interrare tubi.‎

Illuminazione-su-cavi-la-guida07

Le tesate, in questo modo, creano la perfetta illuminazione‎ per giardini, percorsi, patii, pergolati, cortili, verande e porticati.‎

Tra i prodotti in commercio, Garota Catenary si distingue come lampada a sospensione su cavi con diffusore in fibra di polietilene tessuto a mano.
‎Il prodotto è disponibile con cavi in neoprene nero e diffusore bianco avorio o marrone. Questa collezione comprende lampade adatte agli esterni di una casa al mare, grazie alla forma che suggerisce quella di un riccio di mare.‎

Illuminazione-su-cavi-la-guida04

Altro prodotto interessante per gli esterni sono le tesate Guinguette outdoor. Su un filo di acciaio inox vengono installate le sospensioni, provviste di asta di sostegno centrale e di aggancio per un sicuro ancoraggio.‎ I vetri nella collezione outdoor sono disponibili in cinque tonalità di colore.

Illuminazione-su-cavi-la-guida06

Illuminazione su cavo. La guida. Immagini e foto

Vuoi vedere l’effetto di un interno o di un esterno illuminato grazie alle tesate? Qui trovi una galleria con applicazioni pratiche di sistemi di illuminazione su cavo indoor e outdoor.

Serena Casaburi
  • Laureata in lettere classiche
  • Event & communication manager
  • Autore specializzato in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.