Come climatizzare una stanza

Elena Morrone
  • Dott. in Comunicazione

Come fare a climatizzare un unico ambiente. Dove posizionare il condizionatore e quale tipologia scegliere. Quanto tempo serve per montarlo.

Designed living room interior

Anche se l’inverno è ancora tra noi, questo è il periodo migliore dell’anno per compiere lavori di cui beneficeremo in estate. I vantaggi derivanti possono essere molti. Significa, tra le altre cose, risparmiare sui costi. Potete avere il tempo di curare i dettagli del vostro progetto. Infine, potete scegliere con calma la ditta o il modello migliore di climatizzatore.

Dovete seguire alcune raccomandazioni e consigli preliminari. Con le dovute precauzioni, il climatizzatore funzionerà in modo efficiente. Potrete dire addio al caldo torrido.

come-climatizzare-una-stanza-8

Differenza condizionatore e climatizzatore

Anche se raggiungono un risultato all’apparenza abbastanza simile, svolgono il loro compito in modo diverso. Possono, infatti, sembrare identici, ma non lo sono. Il condizionatore serve unicamente per raffreddare l’aria. Invece il climatizzatore è fornito di funzionalità aggiuntive che lo rendono più performante rispetto al condizionatore. È possibile anche impostare il livello di temperatura desiderata. Avrete poi la possibilità di eliminare l’umidità dalla stanza e gestire i flussi d’aria.

Poiché il climatizzatore rappresenta un’evoluzione rispetto al condizionatore, sarà più facile da trovare in commercio. È particolarmente adatto agli ambienti umidi che hanno bisogno di essere deumidificati.

  • Il condizionatore, non presenta filtraggio dell’aria e la temperatura non resta costante nel tempo. Inoltre, cosa ancora più importante, non potremo utilizzarlo in inverno per l’aria calda in quanto non dispone di pompa di calore. Il suo costo, ovviamente è più contenuto.
  • Il climatizzatore oltre a raffreddare l’aria, mantenendo un freddo costante che possiamo programmare alla temperatura desiderata, ha la capacità di filtrare e umidificare l’aria, con una maggiore salubrità dell’ambiente. Inoltre essendo anche pompa di calore, potremo utilizzarlo nelle fredde serate invernali.

come-climatizzare-una-stanza-1

Come calcolare la potenza del climatizzatore

Prima di scegliere la modalità con cui climatizzare l’ambiente, sarà necessario controllare le misure effettive della stanza. In questo modo eviterete inutili sprechi di energia. Per una stanza piccola comprerete un climatizzatore meno potente. Per una stanza grande con una metratura ampia, dovremo cercare un climatizzatore più performante.

L’unità di misura con cui si misura la potenza del climatizzatore è il BTU, ovvero il British Thermal Unit. Esso ha origine, come suggerisce il nome, dai paesi anglosassoni.

Procuratevi la pianta della vostra stanza. Per una stanza che si aggira attorno ai 12-15 metri quadrati, il climatizzatore dovrà avere una potenza minima di 7000 BTU. Se volete fare un primo calcolo approssimativo, dovete moltiplicare la metratura quadrata della stanza per 350. Per un dato più corretto, però, rivolgetevi alle ditte specializzate.

Potrebbe interessarti Come climatizzare casa su due piani

come-climatizzare-una-stanza-4

Quali modelli scegliere per climatizzare una stanza

In commercio si possono reperire varie tipologie di climatizzatori che risponderanno alle vostre esigenze.

  • La scelta più economica è il climatizzatore monoblocco portatile. Esso non si appende al muro, come i climatizzatori più comuni, ma può essere trasportato all’interno della stanza. Sarà necessaria una finestra o un’uscita esterna per il tubo collegato al climatizzatore. Se volete evitare di ricorrere a lavoratori specializzati per il montaggio, disturbando eventuali coinquilini, sarà l’idea migliore.
  • Un’altra soluzione è il condizionatore senza unità esterna, che è quel fastidioso blocco che si vede fuori dalla finestra. Non costa molto e non necessita di lavori appositi. Possono essere molto apprezzati poiché non consumano molto e il motore è direttamente collegato allo split. Questo eviterà di modificare la facciata esterna del vostro palazzo. Ha bisogno di essere posizionato vicino al muro che affaccia all’esterno.come-climatizzare-una-stanza-3
  • La tipologia più comune di climatizzatore è quello con lo split fisso, composto dall’unità interna e quella esterna. Difatti, è il blocco esterno che permette a quello interno di climatizzare la vostra stanza. Solitamente, funzionano con la tecnologia inverter. È molto più silenziosa dell’ormai antiquata modalità on/off. Quando il climatizzatore raggiungerà la temperatura impostata precedentemente, l’unità inizierà a lavorare più lentamente. Avrete modo di risparmiare l’energia e mantenere in ogni caso una temperatura fresca.

Tutti sono dotati di telecomando per programmare la temperatura, l’intensità e l’orario di accensione.

Gli ultimi modelli in commercio dotati di wifi, consentono di attivare la macchina a distanza, dall’ufficio, dal ristorante, dal mare.

Per montare il fisso dovrete ricorrere ad imprese specializzate in questo campo. Nel budget dovete preventivare anche il costo della ditta.

Inoltre, dovete anche consultare l’amministratore del palazzo, se c’è. Montare l’unità esterna può andare contro norme condominiali. Valutate molto bene il modello da acquistare in base alle vostre esigenze.

come-climatizzare-una-stanza-7

Dove mettere il climatizzatore

L’unità interna del climatizzatore andrà sulla parete, in alto. L’aria fredda scenderà gradualmente verso il basso, senza colpirvi direttamente. Inoltre, non bisognerà posizionarlo sulla parete che è colpita dai raggi diretti del sole. Infatti, potrebbe consumare di più.

Se acquistiamo il climatizzatore per la camera da letto, l’aria deve raggiungere le vie di passaggio. È sconsigliato metterlo sopra il letto o la scrivania. Non deve essere messo di fronte alle tende: creerebbero un ostacolo per il flusso d’aria.

In cucina, il getto non dovrà colpire le aree di lavoro o il tavolo. Lo stesso discorso vale anche per il soggiorno. L’aria non dovrà ricadere sul divano o la poltrona.

come-climatizzare-mansarda-4

Quanto tempo ci vuole per installare un condizionatore

Se avete paura di dover rimandare qualche impegno, non ve ne preoccupate. Solitamente non ci vuole più di una mattinata o un pomeriggio per l’impresa.

Non ricorrete a ditte ambigue o poco sicure o con offerte fin troppo vantaggiose. Essendo un apparecchio impegnativo e costoso, se non correttamente funzionante, sprechereste il vostro denaro. Conviene preferire la professionalità al risparmio.

Una volta all’anno dovrete fare la manutenzione. Il climatizzatore durerà di più e verranno scongiurati eventuali danni.

come-climatizzare-casa-1

Le classi energetiche

E’ sicuramente superfluo sottolineare l’importanza della classe energetica al fine di controllare la bollette dell’energia elettrica.

Le classi energetiche sono 7 e vanno da A+++, A++, A+, A, B, C e D. Le più convenienti sono le A+++.

Le marche migliori ed i costi

Il buon senso è sempre alla base di ogni scelta. Di fronte ad una super offerta di un climatizzatore di una marca sconosciuta, forse è meglio esitare. Controlliamo le recensioni in rete e diffidiamo degli affari online. Tra le marche più conosciute ed affidabile c’è senza dubbio la Daikin, ma anche la Samsung, Fujitsu, LG, Mitsubishi.

Come climatizzare una stanza: immagini e foto

Per scegliere il climatizzatore, sfogliate la galleria delle immagini.