Tappeto da semina: coltivazione, cosa non fare

Rita Paola Maietta
  • Giornalista Pubblicista

Se non sei pratico nel giardinaggio ma vuoi comunque cimentarti, il tappeto da semina potrebbe aiutarti a facilitarti la coltivazione. Vediamo di cosa si tratta.

tappeto da semina 2

Ti piacerebbe avere un bel giardino fiorito ma non hai proprio quello che si dice pollice verde? Eppure, ti piacerebbe tanto avere delle bordure fiorite con petunie o lobelie e, perché no, coltivare piantine aromatiche pronte per essere utilizzate in cucina. Niente paura, in tuo aiuto arriva il tappeto da semina.

Si tratta di uno strumento molto utile se si vogliono coltivare le piante ornamentali ed aromatiche con poco sforzo e senza problemi di coltivazione. Potrai ottenere, infatti, il verde ed i fiori che desideravi in tempi brevi. Basta rispettare semplicemente il tempo che i semi germoglino. Il tappeto da semina, oltre che in giardino, si rivela molto utile anche sui terrazzi e balconi. Di seguito, vedremo nel dettaglio che cos’è e come si usa.

tappeto da semina 1

Tappeto da semina: cos’è

tappeto da semina 3

Con le dovute attenzioni, un tappeto da semina ti permetterà di coltivare piante da fiore o aromatiche in modo facile e veloce. I tappetini da semina vengono venduti, generalmente, nelle dimensioni di 60 centimetri di lunghezza e di 6 di larghezza. In vendita si possono trovare anche sotto forma di nastri, cuscinetti e tappetini. In questo modo, è facilmente intuibile quanto siano pratici e facili da utilizzare.

Visivamente un tappeto o nastro da semina appare come due fogli di carta specifica molto sottili. Tra i due fogli sono stati preventivamente messi i semi, generalmente già alla giusta distanza tra loro. Progressivamente che i semi attecchiscono e si sviluppano, i fogli di carta si disintegrano senza arrecare danni all’ambiente.

Per poterlo usare, dovrai tagliarlo della dimensione giusta e posizionarlo laddove hai scelto di creare la tua porzione di verde. Attenzione alla distanza e alla profondità: i semi, per poter portare i giusti frutti, dovranno essere posizionati alla giusta distanza gli uni dagli altri e alla profondità perfetta affinché possano germogliare.

Potrai ottenere coltivazioni vistose pur non avendo buona dimestichezza con il giardinaggio. Se vuoi un’alternativa al tappeto da semina ornamentale, in commercio esistono anche quelli verdi ed erbosi che, come dice il nome, sono soltanto ricoperti di erba. Se, invece, vuoi un mix tra erba e fiori, non ti resterà che scegliere il tappeto da semina per bouquet. Quest’ultimo, ti servirà per piantare i semi da fiore che, nel tempo, ti regaleranno tanti fiori da poter recidere e posizionare in vaso o, come dice il nome, creare variopinti bouquet.

Se disponi di poco spazio, inoltre, potresti optare per dei cuscini da semina che, in realtà sono dei piccoli nastri floreali. In commercio ne troverai in varietà colore differenti o in mix. I fiori più idonei a questo tipo di coltivazione sono: petunia, lobelia, gazania, alisso poiché sviluppano rapidamente. In poco tempo, anche in spazi ridotti, potrai ottenere dei risultati ottimi e sbalorditivi. Sì, potresti lasciare il vicinato a bocca aperta.

Potrebbe interessarti Piante aromatiche coltivazione

Tappeto da semina: come si usa

tappeto da semina 4

Usare un tappeto da semina è estremamente facile. Proprio come abbiamo scritto poco più sopra, si tratta di uno stratagemma utilissimo per avere angoli di terrazzo o giardino fioriti senza sforzarsi troppo. Dunque, veniamo al loro utilizzo. Per prima cosa, naturalmente, dovrai acquistare il tappeto da semina che preferisci. Nella stragrande maggioranza dei casi, non lo troverai mai delle dimensioni perfette al luogo che vuoi rendere verde e colorato. Per questo motivo, dovrai procedere al suo taglio. Non si tratta di un’operazione complicata. Basterà un pizzico di precisione e delle forbici da giardinaggio.

Prendiamo il caso di una fioriera che hai in terrazzo: il tappeto da semina dovrà essere leggermente più piccolo. Una volta inserito al suo interno, dovrà essere pressato leggermente con le mani. Ovviamente, la fioriera sarà stata preventivamente riempita di terriccio. Il tappeto da semina, infatti, va adagiato proprio sulla porzione libera di terreno. Quest’ultimo dovrà essere idoneo al tipo di coltivazione che hai scelto.

Successivamente, il tappeto dovrà essere coperto con della terra. Dopo, dovrai annaffiare subito. Al fine di ottenere la germinazione desiderata, dovrai occuparti di annaffiare con regolarità il tuo tappeto. Quando fa molto caldo, ricorda di dare acqua con una frequenza maggiore ma lontano dalle ore troppo calde del giorno.

Un tappeto da semina, se tenuto in un ambiente idoneo e caldo, potrebbe dare ottimi risultati anche in inverno. Pensa, ad esempio, alle erbe aromatiche che, così facendo, potrai avere disponibili ogni giorno in cucina.

Tappeto da semina: foto e immagini

Ora che conosci meglio il tappeto da semina e i suoi utilizzi, credi che lo adopererai per le tue piante? Crediamo che sia un metodo perfetto per tutti. Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con un amico a cui potrebbe fare piacere. Buon lavoro!