Stucco decorativo consiglio

Paola Palmieri
  • Dott. in Scienze della Comunicazione

Stucco decorativo: consigli utili. Dal soggiorno alla camera da letto prova a ridare vita agli ambienti di casa tua con lo stucco decorativo. Da sempre presente in architettura è un elemento versatile e assai elegante. Scoprine caratteristiche, tipologie e impiego nel corso dell’articolo. Leggi di più. 

stucco-veneziano-come-fare-la-manutenzione-9

Prima di cominciare con alcune idee, facciamo un piccolo passo indietro e chiariamo bene cosa è lo stucco decorativo. Si tratta di un mix molto sottile di gesso, calce o cemento che viene impiegato per rivestire le superfici e così regalare loro un nuovo aspetto esteticamente gradevole e molto raffinato.

Se storicamente lo stucco è stato protagonista di ambientazioni barocche e rococò con realizzazione di statue o bassorilievi, oggi il suo uso è stato rivalutato e trova largo impiego anche negli arredi moderni anche se sotto una diversa veste. Misto a resine e colle è ideale per pareti in cartongesso o come elemento di giuntura tra due elementi architettonici.

Perfetto in ogni ambiente, puoi impreziosire pareti e soffitti o ridare vita alle tue vecchie piastrelle! Infatti, lo stucco decorativo trova largo impiego su superfici grezze (calcestruzzo, legno e metallo) oppure su buchi e fughe tra piastrelle. In generale, ti aiuta a nascondere i difetti di una superficie.

Divertiti a giocare con contrasti, materici o cromatici, e crea degli effetti tridimensionali davvero interessanti. Vediamo insieme le sue caratteristiche principali.

stucco-veneziano-23

Le caratteristiche dello stucco decorativo

stucco-decorativo

Tra le caratteristiche salienti dello stucco decorativo troviamo, innanzitutto, la sua facile lavorabilità. Per questo si adatta ad ogni superficie, ambiente e stile. In una sola parola versatilità. Ma non solo. Si tratta, infatti, di un materiale resistente e traspirabile: nessun rischio di muffe o annerimento delle superfici. Parola d’ordine: sicurezza.

Quando diciamo stucco decorativo, infine, ci riferiamo non ad una sola tipologia ma a più di una. Diamo uno sguardo da vicino alle varie possibilità che il mercato ci propone. Leggi pure.

Tipologie di stucco decorativo

rasatura-mura-gesso

Un esempio classico di stucco decorativo è quello realizzato quasi interamente in gesso. Materiale naturale ed ecologico che, mescolato con acqua, dà vita ad un composto che una volta posto nei calchi ne riprende fedelmente la forma. Si realizzano così degli elementi decorativi davvero interessanti in casa.

L’alternativa è lo stucco epossidico, mescolato con resine e colle dà vita ad un composto pastoso. perfetto per i tuoi interni moderni e contemporanei. Vediamo come applicarlo alla perfezione.

Stucco decorativo: consigli utili su come applicarlo

stucco-veneziano-come-fare-la-manutenzione-2

Una volta acquistato lo stucco ideale per aggiungere un tocco decorativo in casa, bisogna accertarsi che la base su cui applicarlo sia:

  • pulita
  • asciutta
  • non friabile
  • esente da macchie di umidità
  • tracce di sporco o grasso.

E’ buona norma provvedere, inoltre, a rimuovere correttamente vecchie pitture mediante spazzolatura o idrolavaggio. Infine, assicurati di avere lo strumento ideale per stenderlo. Si consiglia un frattazzo in acciaio inox per un primo strato e, una volta asciutto, applicare la seconda mano come finitura utilizzando la spatola a taglio che ti regalerà il giusto effetto.

Ricorda che alla fine puoi trattare il prodotto asciutto con cere o saponi creando così una maggiore protezione ma anche una maggiore brillantezza finale.

Stucco decorativo: 3 idee + 1

Usa lo stucco decorativo per personalizzare gli ambienti di casa tua e dai vita ad interessanti punti focali. Noi di Casa e giardino ti proponiamo 3 idee da copiare +1, perfette per ogni stile. Leggiamole insieme.

1. Elemento di design

stucco-decorativo-design

Partiamo con una prima idea da sperimentare in abitazioni dallo stile contemporaneo. Negli ambienti moderni, infatti, troviamo soprattutto cornici, di solito applicate all’angolo tra la parete e il soffitto, che presentano disegni ornamentali fioriti o stucco decorativo in corrispondenza delle aperture delle finestre.

L’effetto finale – in combinazione con elementi di design come lampade o soprammobili – è assicurato: rendi l’ambiente unico e speciale.

2. Stucco per ambientazioni classiche

stucco-decorativo-classico

Se, invece, ami ambientazioni dal gusto classico un bassorilievo dal colore neutro e con un motivo vegetale è quello che fa per te. Rievoca in poche mosse le atmosfere del passato aggiungendo un sapore moderno ai tuoi interni. Fai spazio al colore giocando con nuance delicate come crema, tortora o tonalità pastello.

Puoi pensare anche a collocare sul soffitto lo stucco decorativo sotto forma di un elegante rosone per dare la giusta importanza a un lampadario: scegli la soluzione su misura per te.

3. Camouflage

stucco-decorativo-2

Una terza idea ci viene offerta da un’esigenza concreta che è quella di camuffare in casa eventuali impianti di areazione piuttosto ingombranti e esteticamente sgradevoli. Aggiungi un tocco personale ed artistico con lo stucco decorativo e rispetta lo stile dei tuoi interni con alcune note di colore, anche decise! Chi lo ha detto che lo stucco è solo bianco?

+1. Nuova vita alle piastrelle

piastrelle-cucina-stile-greco-14

Ti salutiamo, infine, con un’ultima idea. Lo stucco, talvolta, viene scelto come riempimento delle fughe tra le piastrelle. Scegli il prodotto adatto e sarai in grado di garantire un piacevole effetto estetico oltreché una maggiore funzionalità: resistenza ad acqua, sporco e prodotti chimici. Provare per credere!

Stucco decorativo: foto e immagini

Ora che hai letto tutti i consigli su come ridisegnare gli interni di casa tua a partire dalle piastrelle, non ti resta che mettere i pratica i nostri consigli. Lasciati ispirare da qualche altra proposta che abbiamo inserito per te nella galleria fotografica che segue. Sfogliamola insieme.