Come fare la manutenzione del rasaerba

Solo una corretta manutenzione ordinaria e straordinaria, infatti, consente di evitare imprevisti che possono rendere complesso il suo impiego e deludenti i risultati. Il controllo e la pulitura del filtro d’aria e della candela di accensione sono essenziali così come anche l’affilatura della lama e il cambio olio. 

come-fare-manutenzione-rasaerba-01

Con l’arrivo della primavera diventa necessario tornare a prendersi cura del proprio giardino. Piantare nuovi fiori e sistemare le siepi però non basta per rendere l’esterno della casa perfetto. Il primo passo da compiere è infatti quello di tagliare l’erba che è cresciuta durante l’inverno.

Per farlo, chiaramente si utilizzerà il rasaerba che, prima di essere sfruttato, deve però essere rimesso in sesto dopo essere stato fermo a lungo. Sarà dunque essenziale procedere con la manutenzione del tosaerba allo scopo di rimetterlo a nuovo e poterlo utilizzare senza problemi.

Se si vuole far ripartire il proprio rasaerba in maniera semplice, è necessario seguire alcuni procedimenti di manutenzione ordinaria e anche di manutenzione straordinaria. Vediamo quindi insieme quali sono i passaggi imprescindibili da svolgere per poter rendere il rasaerba di nuovo perfettamente funzionante.

come-fare-manutenzione-rasaerba-02

Controllo e pulitura del filtro dell’aria

come-fare-manutenzione-rasaerba-03

Controllare il filtro dell’aria del rasaerba è davvero importante perché, nel caso non fosse integro o inizia a sfarinarsi, è necessario sostituirlo. Anche quando il filtro dell’aria è integro, risulta fondamentale pulirlo regolarmente.

La pulizia del filtro dell’aria deve essere eseguita ogni dieci ore di lavoro per evitare problemi. Questa pulizia deve essere realizzata diversamente a seconda del tipo di filtro dell’aria di cui stiamo parlando.

Il filtro dell’aria a cartuccia deve essere pulito nel seguente modo:

  1. Estrarre il filtro dell’aria.
  2. Scuotere il filtro allo scopo di rimuovere le impurità grossolane.
  3. Procedere alla pulitura con un getto di aria compressa diretto dall’interno verso l’esterno, ossia in direzione contraria al flusso dell’aria in entrata del carburante.

In caso di filtro dell’aria spugnoso è necessario invece:

  1. Pulire il filtro con dell’acqua e del sapone.
  2. Risciacquare il filtro spugnoso.
  3. Lasciare asciugare il filtro.
  4. Nel caso sia prescritto, il filtro deve essere imbevuto d’olio prima di essere reinserito.

Sostituzione della benzina

come-fare-manutenzione-rasaerba-04

Per evitare problemi, prima di utilizzare un rasaerba dopo l’inverno è necessario sostituire la benzina. Per farlo, è necessario seguire un procedimento specifico:

  1. Togliere la benzina dal serbatoio.
  2. Accendere il rasaerba fino a farlo spegnere da solo. Questo è importante perché permette di finire tutto il vecchio carburante non solo dal serbatoio, ma anche dagli indotti che arrivano al motore.
  3. Aggiungere la benzina nuova.

Chi lo desidera, invece di sostituire completamente la benzina vecchia è possibile fare in maniera alternativa. Si può infatti aggiungere alla vecchia benzina uno specifico additivo che consente di rigenerarla.

Controllo e pulitura della candela d’accensione

come-fare-manutenzione-rasaerba-05

La candela d’accensione del tagliaerba è davvero importante e per questo deve essere cambiata ogni anno. Questo è essenziale per evitare che il rasaerba non parta proprio nel periodo della stagione di taglio del prato. Per effettuare la sostituzione della candela d’accensione è necessario avere a disposizione un set di chiavi. In genere, le candele dei rasaerba si sostituiscono infatti usando una chiave da 16” o una da 21”.

Il controllo della candela d’accensione deve essere eseguito ogni 30 ore di lavoro. Questo è davvero importante per evitare alcun tipo di problema. Il procedimento da seguire per sostituire le candele è il seguente:

  1. Staccare la pipetta che collega la candela al cavo di accensione a motore freddo.
  2. Ripulire la zona intorno per evitare che lo sporco possa entrare nel cilindro.
  3. Togliere la candela.
  4. Controllare lo stato degli elettrodi.
  5. Rimuovere eventuali incrostazioni.
  6. Nel caso in cui gli elettrodi siano troppo consumati, sostituire la candela con una nuova.
  7. Se la candela è ancora utilizzabile, martellate gli elettrodi delicatamente per riportarli alla distanza specifica per il modello.

Cambio dell’olio del motore

come-fare-manutenzione-rasaerba-06

Per il buon funzionamento e la lunga durata del motore del tosaerba, è essenziale lubrificarlo regolarmente. È quindi necessario verificare spesso il livello dell’olio motore per mezzo dell’apposita astina presente già nel macchinario. Questo procedimento si esegue nel seguente modo:

  1. Sfilare l’astina.
  2. Pulire l’astina con un panno pulito.
  3. Reinserire l’astina completamente nel bocchettone.
  4. Estrarre nuovamente l’astina.
  5. Verificare il livello dell’olio.

Per essere corretto, il livello dell’olio deve essere compreso tra le marcature di minimo e di massimo impresse sopra all’astina. Risulta davvero importante che l’olio sia a questo livello perché far funzionare il motore con poco olio causa gravi danni.

Affilatura della lama

come-fare-manutenzione-rasaerba-07

Prima di utilizzare il rasaerba, è essenziale controllare la lama. Questo è necessario per garantire una buona qualità di taglio e quindi deve essere fatto di frequente. In particolare, suggeriamo di effettuare un controllo se dopo il taglio l’erba si presenta sfilacciata e non tagliata di netto. Il bordo tagliente della lama deve infatti essere ben affilato sia per tagliare bene l’erba che per non affaticare il motore del tosaerba.

L’affilatura della lama è comunque una procedura complessa e pericolosa che andrebbe quindi fatta rivolgendosi a un mani esperte. Nel caso in cui invece la lama risulti deformata o rovinata, è bene procedere con la sostituzione della stessa con un ricambio originale.

Come fare la manutenzione del rasaerba: foto e immagini

Fare la manutenzione del rasaerba non è complesso come si può immaginare. Per riuscirci infatti è semplicemente necessario seguire alcuni procedimenti che abbiamo descritto in questo articolo. Prima di mettervi all’opera, prendetevi qualche minuto per scorrere le immagini che abbiamo raccolto allo scopo di riassumere i passaggi essenziali per una corretta manutenzione.