Come pulire il laminato: ecco come fare


Il laminato è utilizzato su più superfici ad esempio pavimenti, pensili, top per la cucina e pulire questo materiale è di fondamentale importanza. Cosa fare e cosa non fare per le macchie ostinate? E per il parquet laminato opaco? Se non sapete come affrontare la questione, seguite questi consigli per una corretta pulizia del laminato.


come-pulire-laminato-copertina-1

Se siete finiti proprio qui, in questo momento, vorrà dire che siete alle prese con le pulizie e che di fronte a voi avete del laminato e non sapete come affrontare la cosa o, meglio, siete alla ricerca di consigli su come procedere per una corretta pulizia del laminato.

L’hot topic del giorno è proprio questo e attraverso questa semplice guida vogliamo aiutarvi a fronteggiare con sicurezza la pulizia di questo splendido materiale utilizzato non solo per i pavimenti ma anche per porte, mobili, top della cucina o del bagno. Prima di entrare nel vivo, però poniamoci una domanda: con che cosa abbiamo a che fare?


Leggi anche: Come scegliere il parquet laminato

Laminato


Cos’è il laminato?

Il laminato è sostanzialmente un materiale ottenuto dalla pressa di vari elementi derivanti dal legno come: trucioli, fibre e resine. Dopo che questi sono sottoposti al processo di pressofusione, vengono rivestiti con un foglio di ossido di alluminio o resina melaminica che a sua volta può essere sottoposto a varie finiture a seconda della quale si otterrà il laminato opaco, satinato, lucido o serigrafato. Addirittura, questa superficie può essere decorata come il legno e il marmo ottenendo un risultato identico al materiale che cerca di copiare.

Grazie al processo a cui è sottoposto, il laminato risulta essere un materiale duro e durevole nel tempo perché resiste non solo all’usura ma anche agli agenti esterni. È preferito anche perché non subisce cambiamenti di colore nel tempo, è economico e, soprattutto, mantenerlo non richiede chissà che sforzi. Ora che vi abbiamo dato un’infarinatura tecnica circa questo materiale entriamo nel dunque: ecco come pulire il laminato velocemente ed efficacemente.

come-pulire-laminato-diverse-rifiniture

Come pulire il laminato: diverse finiture

Non importa la finitura finale: che sia opaco, lucido o satinato pulire il laminato non è così difficile. Basta tenere a mente due cose importanti:

  • evitate di utilizzare prodotti che siano a base di ammoniaca perché questa opacizzerebbe la superficie
  • nonostante sia un materiale resistente all’umidità, è sempre bene non bagnarlo troppo: il rischio è di provocare delle infiltrazioni che danneggerebbero il laminato in profondità.

Se avete scelto del laminato sul pavimento, prima di detergerlo, rimuovete la polvere con una scopa a setole morbide, un’aspirapolvere, un panno statico. Per la pulizia giornaliera, poi, basterà lavare il pavimento con un panno ben strizzato.


Potrebbe interessarti: Come scegliere i colori delle pareti

Nel caso in cui abbiate bisogno di una detersione più profonda, potete creare una soluzione “made by hand” fatta con 3 litri d’acqua, mezzo bicchiere d’aceto e 2 cucchiai di alcool. Immergete nella soluzione un panno statico, strizzate bene e passatelo sul laminato: la sua lucentezza tornerà ad abbagliarvi.

come-pulire-laminato-aspirapolvere

Come pulire il laminato: macchie ostinate

Ci sono però delle macchie che proprio non vogliono andar via? Abbiamo una soluzione anche per quelle ostinate.

  • Per le macchie provocate da vino o cioccolato: utilizzate un panno imbevuto d’acqua e detergente neutro. Le macchie andranno via in un batter d’occhio.
  • Per le gocce di vernice, smalto per unghie, lucido per le scarpe: non disperate, tutto quello che dovete fare è utilizzare una piccola quantità di acetone su un batuffolo di ovatta per rimuovere efficacemente le macchie.
  • Se in casa avete dei bambini che spesso lasciano uscire la loro vena artistica disegnando con i pastelli a cera un po’ ovunque (perfino sul laminato della cucina), provate ad applicare sulle macchie dei fogli di carta assorbente per poi passare con il ferro da stiro (solo per qualche secondo). La cera si scioglierà con il calore e verrà assorbita dalla carta.

come-pulire-laminato-cera

Come pulire il laminato: parquet opaco

Il laminato effetto legno opaco è davvero un rivestimento di grande effetto e soprattutto di gran tendenza. E anche in questo caso valgono tutti i consigli dati fin ora con la differenza di non utilizzare del detergente neutro ma solo un panno in microfibra bagnato in acqua tiepida e ben strizzato. Fate attenzione soprattutto in questo caso perché l’acqua potrebbe gonfiare il legno causandone la rovina definitiva.

come-pulire-laminato-opaco

Come pulire il laminato: il top della cucina

Se avete optato per il laminato in cucina, magari sugli sportelli o sui pensili o sul top, il consiglio che vi diamo è di non utilizzare prodotti aggressivi e spugne abrasive come i detersivi in polvere o quelle spugnette con filamenti metallici. Vin da sé: il laminato si graffierebbe e scolorirebbe.

In questi casi, l’ideale è utilizzare dei detergenti per vetri da non spruzzare direttamente sulla superficie ma su un panno in microfibra ricordandovi, poi, di asciugare per evitare aloni. In alternativa potrete anche usare aceto e alcool: i vecchi rimedi della nonna sempre efficaci non solo per sgrassare ma anche per eliminare odori e igienizzare le superfici.

come-pulire-laminato-cucina

Come pulire il laminato: foto e immagini

Sfogliate la galleria che segue per rivedere le immagini.

Marika Manna

Commenti: Vedi tutto