Quadretto con tessuto dipinto a mano

Per dare uno spunto di originalità ulteriore alla casa, possiamo creare, con una procedura non troppo complicata, un favoloso quadretto con tessuto dipinto a mano!

Quadro_2

La trovata in questione costituirà un modo per differenziarsi dalla massa. Vi sarà ovvero molta differenza rispetto ai tradizionali quadri, introducendo nell’ambiente una tipologia che apparirà nuova agli occhi dei più. Una volta terminato il quadro, non mancheremo neppure di ricevere i complimenti da parte di ospiti che, certamente, lo noteranno. E’ anche un’ottima occasione per iniziare ad apprendere questa forma d’arte, per molti versi “alternativa“. In effetti, basta iniziare per esercitarsi ed ottenere la manualità e la precisione necessarie.

L’alternatività dell’opera proposta

Quadro_3

L’arte non risponde sempre a canoni classici e tradizionali, quelli originati in seno alle accademie. Al contrario, trova spesso la sua più alta espressione fuori da regole e schemi preimpostati. L’artista è colui, o colei, che sa creare espressioni differenti che arriveranno al rango di arte, con uno stile capace di contraddistinguersi dalla massa. La fortuna, nella pittura, la si troverà con la realizzazione di qualcosa che sia estremamente diverso rispetto alla corrente artistica del momento, ai metodi di pittura tradizionali.

In altre parole, introducendo un modo creativo di fare arte, al quale nessuno avesse prima mai pensato. Dipingendo in queste modalità, non correlate a nessuno schema, potrebbe sembrare, in realtà, che l’artista stia giocando, e, in un certo senso, è proprio così. Consideriamo allora tutte le indicazioni e gli accorgimenti sulla realizzazione fai da te di un quadro in tessuto. Sarà necessario tirar fuori il proprio estro creativo, così da poter creare qualcosa di originale, anche se, inizialmente, si può prendere spunto e ispirazione da altro.

Il materiale occorrente

Quadro_4

Prima di procedere alla creazione dell’opera pittorica innovativa già menzionata, mettiamo insieme tutto l’occorrente, di facile reperibilità. Ci servono quindi:

1. Colla vinilica;

2. Colori acrilici, tempere o pennarelli;

3. Vecchi indumenti con temi grafici a fantasia;

4. Acqua;

5. Pennelli;

6. Cornice.

La scelta del tessuto

Quadro_5

Per cominciare, si dovrebbe scegliere prima il tessuto da utilizzare. Gli effetti potrebbero essere svariati, e ogni tessuto può concepire stili espressivi diversi, in base all’utilizzo. Possiamo realizzare una tela in tessuto, senza la necessità di acquistare la tela preconfezionata. Possiamo usare, per la medesima, una stoffa di cotone o di lino, in qualità di base. La stessa dovrà venir tesa il più possibile.

Uniamo 4 pezzi di legno, così da costituire l’intelaiatura, stendere su quest’ultima il tessuto, e fissare infine il tessuto con graffette. Una volta creata la tela, imprimiamo una mano di pittura, che consentirà l’aderenza dei colori che in seguito verranno utilizzati. I colori da usare disponibili sono in vari tipi, ma i più consigliati sono i colori acrilici. Anche degli indumenti, potranno assolvere la funzione di base, così da riciclarli in modo creativo. Se l’opera è ad esposizione provvisoria, si possono utilizzare colori lavabili in lavatrice.

La tecnica del collage per la realizzazione

Quadro_6

La tecnica del “collage” è simile al mosaico e al patchwork, ma vi si trovano tasselli più grandi. Possiamo sfruttare un vecchio abito, logoro o comunque non più usato, ritagliare i pezzi dal tessuto, meglio se in tinta fantasia, senza curarsi eccessivamente della forma dei suddetti pezzi. Fissiamo ora i pezzi, su una base di tela o cartone, con l’ausilio di colla vinilica, e con alternanza grafica di varie forme e colori.

Per le fantasia, utilizzeremmo i fiori di una camicia, ma anche le stelle o altre figure, ricavabili anche da felpe e altri indumenti. La tecnica medesima potrebbe rivelarsi utile per imitare il decoupage, ma è importante il tessuto possa aderire bene sulla base dell’oggetto da decorare.

L’impiego del tessuto damascato

Quadro_7

Al mercato si può reperire stralci di tessuto dalle fantasie più ricche e varie. Il tessuto damascato può essere un’alternativa davvero interessante per il quadro oggetto di realizzazione. La sua lavorazione della stoffa, è in grado d’apportare classe ed eleganza. Potrebbe essere l’idea che si cercava per un quadro sul quale far risultare degli elementi in rilievo. Si può anche creare la bozza di un profilo in carboncino.

Ancora, possiamo porre in evidenza, con l’uso di una semplice matita, o di un colore ben visibile su tela, la fantasia damascata del tessuto. E’ fondamentale, a tal punto, che la stessa risulti in contrasto rispetto allo sfondo. Possiamo, in alternativa, lasciare il tessuto così com’è, e porlo in una cornice molto semplice. Il tipo di decoro appena esplicato per il nostro quadro, è davvero  di facile realizzazione. Occorrerà, in tal caso, solamente buon gusto artistico in materia di scelta, e possiamo affinare altresì in seguito il nostro estro creativo. La soluzione da ultimo presentata si adatta molto bene ad uno stile moderno.

I quadri in tessuto “a tre dimensioni”

Quadro_8

Vi sono stoffe come il feltro, pannolenci, lana cotta, i quali si prestano nella creazione di quadri in tessuto con rilievi tridimensionali. Per fare degli esempi, si usa la lana così da richiamare il pelo di un animale. L’opera può poi assumere i rilievi tridimensionali di un fiore, per il tramite dell’accostamento di diversi pezzi di stoffa, così da creare i petali e fare in modo che lo spessore fuoriesca dalla bidimensionalità.

Incorniciare il quadro in tessuto creato

Quadro_9

Il quadro fatto con tessuto può venire incorniciato con una tradizionale cornice, quindi incollare il tessuto che fa da base, e chiuderlo con il vetro protettivo. O ancora, possiamo lasciare il quadro scoperto per renderne più visibile e realistico l’effetto a tre dimensioni.

Inoltre, allo scopo di meglio definire il quadro, passiamo sul medesimo una mano di lacca, oppure di lucido. Si tratta d’un altro modo per creare un complemento d’arredo, per mezzo del riciclo dei pezzi e strascichi della stoffa inutilizzata. Per i primi tentativi, si potranno rimuovere gli errori sui tessuti dipinti, con l’alcool diluito, oppure con l’uso di candeggina delicata.

Quadretto con tessuto dipinto a mano: foto e immagini

Ancora indeciso/a sull’aspetto da attribuire al tuo quadro in tessuto? Consulta la nostra gallery!