Cotolette di ricotta

Cotolette di ricotta

Sommario

Le cotolette di ricotta un secondo semplice che si prepara in brevissimo tempo ma gustoso e cremoso al palato. Un piatto da preparare con gli avanzi di ricotta che va posta in frigo per poterla affettare senza sbriciolamenti.

Tempo di preparazione:
10 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Ricotta 400 gr
  • Uova 3
  • Farina q. b.
  • Pan grattato q. b.
  • Formaggio grattugiato q. b.
  • Sale q. b.
  • Pepe q. b.
  • Olio per friggere q. b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 220 Kcal

Le Cotolette di ricotta sono un’alternativa alle tradizionali fettine impanate, delicate e saporite possono essere un valido sostituto per chi segue un regime vegetariano o semplicemente non desidera mangiare carne.

Questa ricetta semplice e facile da realizzare è davvero super gustosa, pochi passaggi per ottenere un secondo piatto gustosissimo e che piacerà proprio a tutti, grandi e piccini. Queste deliziose cotolette di ricotta possono essere preparate sia per un aperitivo tra amici, magari realizzate più piccole da gustare come finger food o comode monoporzioni oppure servite come antipasto in abbinamento ad una fresca insalata.

Ottimo secondo salvacena se abbinato a verdure crude o cotte, meglio ancora se grigliate questo piatto diventerà uno dei vostri cavalli di battaglia preferiti da gustare a pranzo o a cena e condito come più desiderate. Leggere e croccanti saranno davvero una delizia per il palato e non le abbandonerete più! Vediamo come preparare queste golosissime Cotolette di ricotta nella nostra ricetta passo passo!

Procedimento delle Cotolette di ricotta

  1. Per prima cosa selezionate ottimi ingredienti che siano freschi di giornata. Optate per la ricotta artigianale rispetto a quelle in vaschette, data l’aggiunta di panna nel procedimento di lavorazione potrebbero risultare troppo morbide e cremose compromettendo il risultato finale della ricetta. Mettete la ricotta in una ciotola, aggiungete l’uovo intero e mescolate con cura fin quando non avrete raggiunto una consistenza cremosa e densa, aggiungete il pecorino grattugiato o il parmigiano (se non gradite il gusto intenso del pecorino) e mescolate per amalgamare bene tutti gli ingredienti.
    Cotolette-di-ricotta
  2. Sempre mescolando unite anche un pizzico di sale, una macinata di pepe fresco e se gradite anche un pizzico di noce moscata. A questo stesso impasto unite anche il pangrattato ed il prezzemolo tritato finemente e mescolate fino a raggiungere un composto cremoso e denso. Riponete in frigorifero per circa 30 minuti coperto con carta alluminio e lasciare rassodare. Una volta trascorso il tempo di riposo, prendete la ciotola con l’impasto e con l’aiuto di un cucchiaio prelevate delle quantità e con il palmo della mano leggermente umido formate delle palline a appiattite leggermente dando la classica forma della cotoletta. Nel frattempo, avrete già preparato due piatti, uno con della farina, dell’uovo sbattuto con un goccio di latte e uno con il pangrattato. Passate le cotolette prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. In una padella ampia scaldate abbondante olio extra vergine d’oliva e cuocete le cotolette lasciandole dorare da entrambi i lati. Una volta che appariranno ben dorate e croccanti scolatele su carta assorbente e servite calde e fumanti!
    Cotolette-di-ricotta

Suggerimenti e alternative

Se volete optare per una cotoletta dal gusto più intenso potete sostituire la ricotta di vacca con quella di bufala, capra o pecora. La prima, quella di bufala, risulterà più cremosa e vellutata, leggermente più umida rispetto a quella di vacca, dunque si suggerisce di lasciar asciugare la ricotta in frigorifero per 24 ore e poi procedere alla normale preparazione.


Leggi anche: Ricetta peperoni ripieni

Se invece optate per la ricotta di capra o pecora, suggeriamo di evitare l’aggiunta di pecorino, visto che il sapore della ricotta sarà già ben profumato ed intenso.

Cotolette di ricotta: foto e immagini

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica