Sugo ai funghi porcini

Sugo ai funghi porcini

Sommario

Questo sugo delicato, la cui cremosità è caratteristica innata delle preparazioni a base di funghi è la base perfetta per condire un buon taglio di carne, un buon saltimbocca o della meravigliosa pasta fresca.

Tempo di preparazione:
20 minuti
Tempo di cottura:
30 minuti
Quantità:
4

Ingredienti Ricetta

  • Funghi porcini 500 gr
  • Olio Extra Vergine di oliva q.b.
  • Aglio 2 spicchi
  • Sale q.b.
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Pomodorini q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 390 kcal

Un sugo profumato e goloso, adatto per tutte le occasioni e da consumare tutto l’anno. I funghi porcini, se freschi, sono tipici dei mesi autunnali anche se in commercio se ne trovano diverse varietà e durante tutti i mesi dell’anno. Questo sugo delicato, la cui cremosità è caratteristica innata delle preparazioni a base di funghi è la base perfetta per condire un buon taglio di carne, un buon saltimbocca o della meravigliosa pasta fresca, meglio se realizzata a mano per godere del bello e del buono che questi profumati prodotti della terra possono offrire.

Per questa preparazione i funghi porcini possono essere utilizzati sia freschi che congelati, basta lasciarli scongelare per pochi minuti e temperatura ambiente e procedere alla cottura come da ricette. Pochi ingredienti, sani e profumati, per preparare un ottimo sugo con funghi porcini perfetto per condire pappardelle, tagliatelle ed altri tipi di pasta e tutti i segreti su come conservarlo per l’inverno. Vediamo come preparare questo delizioso e profumato Sugo ai funghi porcini nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento del Sugo con funghi porcini

  1. Prima di tutto procedete alla pulizia dei funghi, soprattutto se li avete acquistati freschi dovete procedere ad una pulizia attenta e meticolosa e rimuovere qualsiasi impurità di raccolto. Una volta che i funghi saranno ben lavati e puliti, procedete ad un taglio a fette. Una volta che i funghi saranno tutti ben tagliati, sistemateli in una ciotola ampia e tenete da parte in attesa della cottura. Sugo-ai-funghi-porcini
  2. Nel frattempo preparate tutto l’occorrente per la cottura. Mettete in una padella antiaderente qualche giro di olio Evo e  fatevi imbiondire l’aglio ben pulito e diviso in due parti. Quando l’olio sarà ben caldo e l’aglio si sarà imbiondito profumando l’olio, calate i funghi porcini e lasciateli soffriggere a fiamma media. Lasciate cuocere per circa 15 minuti avendo cura di rigirare di tanto in tanto allungando, se necessario con poca acqua. A cottura ultimata ritirate i funghi, scolateli leggermente e teneteli da parte in una ciotola. Lavate con cura e tagliate in quattro arti dei pomodorini freschi, carnosi e turgidi e lasciateli cuocere nello stesso olio schiacciandoli un po’ con la forchetta. Riprendete i funghi e quando i pomodorini saranno ben appassiti, uniteli al sugo, salate a piacere e lasciate insaporire per circa 5 minuti. Sugo-ai-funghi-porcini
  3. Preparate un buon trito di prezzemolo fresco e aggiungetelo alla preparazione, mescolate con cura e saltate rapidamente per pochi minuti a fine cottura. Spegnete il fuoco e condite con il sugo il tipo di pasta che più vi piace, noi ci suggeriamo una buona pasta fresca all’uovo, tirata a mano in una sfoglia sottile come vuole la tradizione, perfetto abbinamento per questo sugo semplice e profumato e perfetto come condimento per secondi di carne, come scaloppina o saltimbocca. Sugo-ai-funghi-porcini


Leggi anche: Piselli con funghi porcini

Sugo ai funghi porcini: conservazione

Se il sugo ai funghi porcini che avete preparato è abbondante potete conservarlo nel vano freezer e consumarlo già pronto durante l’inverno. Mettete il sugo in barattoli sterilizzati, avvolgeteli con stracci vecchi, metteteli in una pentola con acqua calda a fiamma medio-bassa per 20 minuti. Lasciateli raffreddare nell’acqua stessa e poi conservateli in dispensa.

Sugo ai fughi porcini foto e immagini

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica