Pasta all’ortica

Pasta all’ortica

Sommario

La pasta all’ortica è un’ottima pasta adatta a tutte le età per le benefiche proprietà digestive e depurative di questa erba selvatica. Preparare la pasta all’ortica è molto semplice.

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
10 minuti
Quantità:
6

Ingredienti Ricetta

  • Ortica 250 gr
  • Farina di grano duro 350 gr
  • Sale 2 cucchiaini

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 170 Kcal
  • Grassi 7 gr
  • Carboidrati 18 gr
  • Proteine 8 gr

La pasta fatta in casa è senza dubbio una delle tradizioni gastronomiche più belle e che più ci riportano indietro nel tempo. Il profumo unico della pasta fatta in casa, meglio se all’uovo, ricorda le nostre nonne intente a tagliare ed impastare formati tradizionali come pappardelle, tagliatelle o ravioli da farcire con tanto buon ripieno fresco, ricco e saporito.

La pasta fatta a mano può essere realizzata anche di colore diverso in base ad ingredienti naturali capaci di donare colore e sapore alla preparazione. E’ il caso della pasta verde agli spinaci o rossa alla barbabietola. Ma per preparare la pasta verde un’altra soluzione totalmente naturale è quella di colorare l’impasto con un’erba particolare come l’ortica.

Semplice e facile da realizzare cambia poco e nulla rispetto alla preparazione tradizionale. Basta solo prestare particolare attenzione alla pulizia dell’ortica che può rivelarsi urticante se a contatto diretto con la pelle. Dunque, suggeriamo di lavorare questa erba con molta attenzione, indossando dei guanti così da isolare il contatto e procedere alla preparazione tradizionale come da ricetta.


Leggi anche: Pappardelle con porcini e piselli

Un buon piatto di pasta colorata naturalmente con il sapore ed il profumo intenso dell’ortica da servire con sughi semplici oppure ottimi formaggi cremosi per un condimento unico e saporito. Vediamo come preparare questa deliziosa Pasta all’ortica nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento della Pasta all’ortica

  1. Chiedete al vostro ortolano di fiducia di procurarvi dell’ottima ortica, fresca e turgida così da poterla lavorare subito per questa deliziosa ricetta. Se invece disponete di un terrazzino coltivato o di un piccolo giardino e l’ortica cresce rigogliosa e spontanea, prelevatene un bel mazzetto e fate attenzione e proteggere le mani con dei guanti per evitare spiacevoli irritazioni in fase di raccolta. Raccogliete i cespugli più verdi e freschi e, sempre indossando dei guanti, lavateli a lungo sotto acqua corrente. Mettete sul fuoco una pentola capiente e scottatela in acqua bollente per circa 12 minuti. Trascorso il tempo di cottura, salate l’acqua e mettete l’ortica a colare o sistemata su di un telo pulito. Abbiate cura di non gettare l’acqua di cottura. Una volta che l’ortica sarà ben asciutta sistematela nel bicchiere del mixer e frullate ripetutamente, fin quando non avrete ottenuto una consistenza densa e cremosa. Allungate con qualche cucchiaio di acqua di cottura e completate l’operazione.Pasta-ortica
  2. Versate sulla spianatoia la farina di grano duro, aggiungetevi il sale e la salsa di ortiche ben fredda e mescolate. Iniziate ad impastare energicamente con le mani fin quando non avrete ottenuto un panetto liscio e morbido, ma compatto. Coprite il panetto con la pellicola da cucina e lasciate riposare per almeno mezz’ora. Trascorso il tempo di riposo della pasta, eliminate la pellicola e iniziate a stendere la pasta con il matterello. Infarinate il piano di lavoro per evitar che attacchi e una volta che avrete ottenuto una sfoglia sottile, scegliete il formato di pasta che più gradite tra pappardelle, tagliatelle o golosi ravioli.Pasta-ortica
  3. La pasta all’ortica, dato il suo sapore già naturalmente intenso, predilige sughi semplici che siano al pomodoro o alle verdure oppure mantecando del formaggio cremoso come gorgonzola o brie e abbinato a frutta secca come mandorle o noci croccanti.Pasta-ortica

Pasta all’ortica foto e immagini

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica