Pasta al forno ricetta

Pasta al forno ricetta

Sommario

La classica Pasta al forno della nonna con candele o zitoni, condita con ragù di carne, polpettine, scamorza o mozzarella, uova sode, salame, ragù e formaggio pecorino e parmigiano, un primo piatto ideale da servire in tavola nei giorni di festa.

Tempo di preparazione:
2 ore
Tempo di cottura:
40 minuti
Quantità:
6

Ingredienti Ricetta

  • Pasta 500 gr
  • Ragù q.b.
  • Scamorza o mozzarella 2
  • Polpettine di carne 20
  • Salame 100 gr
  • Uova sode 4
  • Formaggio grattugiato 50 gr
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 480 kcal

La Pasta al forno è per eccellenza il piatto della domenica, buono, ricco e saporito piace sempre e mette tutti d’accordo. Un primo piatto profumato, ben condito e molto gustoso, da servire caldo e fumante con tanta buona mozzarella filante e una saporita e sfiziosa crosta di parmigiano croccante e pangrattato da spolverare in superficie.

Una ricetta della tradizione che vi indicheremo con pochi e semplici passaggi per portare in tavola un piatto unico, ricco e gustoso. Vediamo come preparare questa golosa, ricca e saporita Pasta al forno nella nostra ricetta passo passo. 

Procedimento della Pasta al forno

  1. Un giorno prima, preparate il solito ragù o un buonissimo ragù napoletano con braciole di carne. Cuocete le uova facendole rassodare per 7 -8 minuti calcolando il tempo dall’ebollizione dell’acqua. Procedete adesso a preparare le polpettine di carne. Iniziate col mettere in ammollo il pane raffermo in poco latte e nel frattempo tritate il prezzemolo, ben lavato ed asciugato. Su di un tagliere e con un coltello affilato procedete a tritare l’aglio. Pasta-al-forno


    Leggi anche: Spaghettone con Colatura di Alici, pane croccante e noci

  2. Scolate il pane che era in ammollo nel latte e strizzatelo tra le mani. Mettete la carne macinata in una terrina ed impastatela con le uova, il prezzemolo tritato, il pane ammollato e ben strizzato, il sale e il formaggio grattugiato, fino a quando non si saranno ben amalgamati. Dopo aver impastato tutti gli ingredienti per bene, con le mani leggermente bagnate procedete a formare le polpette e friggetele in abbondante olio bollente, facendole dorare in maniera uniforme su tutti i lati o fino a quando non saranno croccanti e dorate. Fate assorbire l’eventuale olio in eccesso su carta assorbente e tenete da parte. Pasta-al-forno
  3. Affettate i formaggi a dadini (scamorza bianca e affumicata) poi versateli nel boccale del frullatore e frullateli grossolanamente (i pezzi vanno inseriti sulle lame rotanti). Riducete a pezzetti il salame di tipo napoletano. A questo punto mettete tutti gli ingredienti sul piano da lavoro. Riempite una pentola con l’acqua e mettetela sul fuoco per scaldare la pasta. Spezzate la pasta in pezzi possibilmente uguali e quando l’acqua bolle versatela nella pentola, salatela e mettete il coperchio per far riprendere in fretta il bollore. Pasta-al-forno
  4. Scolate la pasta a metà della cottura indicata sulla confezione e fatela sgrondare ben bene. Versate la pasta in una zuppiera, conditela con il ragù, aggiungete il formaggio grattugiato e mescolate con un cucchiaio di legno. Aggiungete alla pasta tutti gli altri ingredienti tagliati a pezzetti e mescolate il tutto ben bene. Ora prendete una teglia da forno e stendete sul fondo una mestolata di ragù, poi versatevi la pastaLivellate la pasta e poi copritela tutta con un’altra mestolata di ragù. Pasta-al-forno


    Potrebbe interessarti: Pasta con besciamella

  5. Cospargete tutta la superficie con parmigiano grattugiato e poi fatela cuocere per circa 30 -40 minuti nel forno ben caldo impostato a 250 °C. Quando la superficie della pasta al forno sarà ben gratinata spegnete il forno, aprite lo sportello e dopo qualche minuto ritirate la teglia. Lasciate riposare per qualche minuto e poi dopo averla tagliata a quadrati servitela in tavola.
    Pasta-al-forno


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Pasta al forno foto e immagini

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica