Bigoli con anatra

Nicola Spisso
  • Autore specializzato in architettura e design d'interni
Bigoli con anatra

Sommario

Questo classico secondo piatto a base di carne proviene dai territori veronesi dove l'anatra ben si presta a ricoprire la portata principale anche di un cenone natalizio o per Capodanno.

Tempo di preparazione:
1 ora 30 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Anatra 1
  • Bigoli 350 gr.
  • Burro 30
  • Cipolline 1
  • Costa di sedano 1
  • Carota 1

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 200 g
  • Calorie 740

Bigoli al ragù di anatra

Spiumate l’anatra, mondatela per­fettamente levando le interiora quindi bruciacchiatela sulla fiam­ma per togliere tutta la peluria ri­masta; mondate anche le frattaglie (fegato, cuore e ventriglio) e tenete­le da parte.

anatra

Sciacquate l’anatra ed asciugatela con carta da cucina in­di introducete nel ventre un bel piz­zico di sale grosso e legate il volatile con dello spago bianco. Ponete sul fuoco una capace casseruola con abbondante acqua fredda, mette­tevi la cipolla mondata e divisa a metà, sedano e carota anch’essi mondati e tagliati a piccoli pezzi, l’anatra e un pizzico di sale grosso.

A fiamma moderata fate raggiun­gere l’ebollizione al liquido poi schiumatelo con il mestolo forato asportando le impurità del brodo quindi proseguite la cottura sempre a fuoco basso per circa un’ora, cioè fino a quando l’anitra risulterà te­nera.

salvia-fritta

Intanto tritate grossolana­mente le frattaglie; in una padella scaldate due cucchiaiate di olio in­sieme al burro, aromatizzate igras­si con due-tre belle foglie di salvia quindi ponetevi il trito di frattaglie e lasciate soffriggere dolcemente, bagnando eventualmente con poco brodo bollente, salate e pepate in giusta misura.

Trascorso il tempo di cottura del volatile toglietelo dal brodo e filtrate quest’ultimo, racco­gliendolo in una casseruola, mette­te sul fuoco e fate nuovamente rag­giungere l’ebollizione.

bigoli

Assaggiate e, al caso aggiustate di sale quindi tuffatevi i “bigoli” e cuoceteli al dente. Scolate la pasta, conditela con il sugo di frattaglie e tre cuc­chiaiate di parmigiano, mescolate e portate in tavola. Potrete servire l’anatra come seconda portata.