Pesche conservazione

pesche

Una ricetta semplice per conservare le pesche e poterle gustare nei tempi di magra e per preparare dolci e dessert.

La pesca è un frutto succoso e dissetante (85 % di acqua e acido citrico)che compare sulle nostre tavole dalla tarda primavera (primizie) fino a tarda estate. Oltre ad essere una buona fonte di sali minerali e vitamine, per il suo basso apporto calorico, solo 28 calorie per ogni etto, la pesca è ritenuta il frutto ideale per qualunque regime nutrizionale.

Sotto la buccia vellutata di colore giallo-rossastra, c’è una polpa dolcissima, succosa e profumata, bianca, gialla o rossa che contorna   un nocciolo duro contenente un grosso seme.


Leggi anche: Torta con pesche sciroppate e panna

La pesca viene utilizzata in cucina anche per diverse preparazioni come la marmellata, liquore, sciroppo, gelato e scorte invernali come  le ottime pesche sciroppate.  le industrie conserviere le utilizzano in svariati modi dalle pesche sciroppate all’ aromatizzante per esempio per il té. In cosmesi viene impiegata per la preparazione di creme e maschere per il viso.

pesche al miele -conservazione

La ricetta che vi proponiamo oggi è veramente deliziosa e facile da preparare.

Ingredienti:

Preparazione:

Sbucciate le pesche, eliminate il nocciolo e fatele a fette. Imergetele per qualche istante in acqua bollente, scolatele e immergetele in acqua fredda.
Fatele asciugare nel forno termoventilato a bassa temperatura e poi immergetetele nel miele precedentemente bollito con un po’ d’acqua.
Invasate le pesche, tappate ermeticamente e conservatele in un luogo fresco e buio.

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica