Capretto e patate

Capretto e patate

Sommario

Il capretto è un secondo piatto tipico pasquale, ma che si può gustare tutto l'anno. Ecco come preparalo al forno con le patate e le cipolle dopo averlo marinato con un po' di birra o vino bianco e un po' di rosmarino e qualche foglia di alloro.

Tempo di preparazione:
40 minuti
Tempo di cottura:
1 ora 10 minuti
Quantità:
1 kg

Ingredienti Ricetta

  • Capretto o agnello 1 kg
  • Cipolla 1
  • Patate 1 kg
  • Vino bianco 250 ml
  • Olio Extra Vergine di Oliva q.b
  • Rosmarino 1 rametto
  • Alloro 3 foglie
  • Sale q.b

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 784 kcal

Il Capretto al forno nonostante sia un secondo piatto di carne tipico del periodo pasquale, è un taglio di carne delizioso e succoso e si può consumare in qualsiasi momento dell’anno o da gustare in una grigliata in compagnia. Dal gusto inconfondibile, il capretto si presta bene ad ospitare aromi e spezie, erbe aromatiche a volontà e una spruzzata di vino bianco, per gustare al meglio una carne tanto delicata e tenera dal gusto unico.

Per assaporare al meglio questo delizioso taglio di carne è necessario procedere a macerare il capretto separato in pezzi, ben irrorati da una marinatura speziata e molto aromatica dal profumo unico e dal sapori intenso.

Il capretto può essere accompagnato da un misto di verdure grigliate, gustose e saporite o in abbinamento con le tradizionali e croccanti patate al forno, che fanno di questo piatto uno dei più buoni e succulenti della tradizione gastronomica delle feste. Un procedimento un po’ lento, la giusta dose di pazienza per portare in tavola un piatto saporito e ricco di gusto, oltre ad essere sano e salutare. Vediamo come preparare questo delizioso Capretto con patate nella nostra ricetta passo passo.


Leggi anche: Stinco di maiale al forno con patate

Procedimento del Capretto con patate

  1. Dal vostro macellaio di fiducia, prenotate un buon capretto se possibile nostrano. Potete procedere alla pulizia del grasso a casa oppure chiedere al vostro macellaio di farlo per voi. Una volta che tutte le parti di carne saranno ben ripulite dal grasso, tenete da parte e preparate tutto l’occorrente per la macerazione. Preparate il fondo per il condimento unendo il sedano tagliato grossolanamente, la carota e la cipolla che serviranno per la marinatura del capretto. In una ciotola capiente unite il condimento alla carne e massaggiate tutte le parti. Unite anche le erbe aromatiche e irrorate con il vino bianco, infine aggiungete tanta acqua fino a coprire tutta la carne. Se gradite potete aggiungere del pepe in grani, delle bacche di ginepro; coprite con pellicola o con un telo pulito e lasciate marinare in frigorifero per circa 12 ore.Capretto-con-patate
  2. Una volta trascorso il tempo di riposo la marinatura sarà perfetta, prendete la carne ormai ben marinata, ritirate le erbe aromatiche in rametti e scolate l’acqua in eccesso. Unite qualche giro d’olio Evo e tenete da parte.
    Capretto-con-patate
  3. Lavate le patate sotto acqua corrente per eliminare eventuali residui di raccolto dalla buccia, procedete poi ad un taglio sottile o a spicchi, versatele nella teglia dove adagerete man mano anche i pezzi di carne aromatizzata.
    Capretto-con-patate
  4. Cuocete il capretto con patate molto lentamente, in forno preriscaldato statico a 200° per circa 60 minuti, avendo cura di rigirarlo spesso durante la cottura. Una volta che il capretto sarà pronto e la carne ben tenera, servitelo con le patate ben caldo, meglio se accompagnato da un buon calice di vino rosso.Capretto-con-patate

Capretto con patate: conservazione

Questa succulenta preparazione si può gustare anche nei giorni successivi, avendo cura di adottare delle buone norme di conservazione. Il capretto con le patate, infatti, si può conservare in frigorifero, ben sigillato in un contenitore ermetico per un massimo di 2 di giorni. Una volta ritirato dal frigorifero, si può ripassare in padella o per qualche minuto nel forno a microonde.

Capretto con patate foto e immagini

Laura Bennet
  • Laureata in scienze biologiche
  • Insegnante di ruolo
  • Autore specializzato in Botanica, Biologia e Cucina
Suggerisci una modifica