Calzoni alla russa

Nicola Spisso
  • Autore specializzato in architettura e design d'interni
Calzoni alla russa

Sommario

La ricetta dei calzoni alla russa è semplice ma allo stesso tempo saporita e completa alla quale sarà impossibile rinunciare.

Tempo di preparazione:
25 minuti
Tempo di cottura:
25 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • (pasta) Farina autolievitante 200 gr
  • (pasta) Farina di farro 100 gr
  • (pasta) Cucchiai di semi di papavero 2
  • (pasta) Acqua di cottura del cavolo q. b.
  • (pasta) Sale q. b.
  • (ripieno) Salmone affumicato 140 gr
  • (ripieno) Formaggio Robiola 120 gr
  • (ripieno) Cavolo cappuccio 200 gr
  • (ripieno) Cucchiaino di finocchio selvatico 2
  • (ripieno) Spremuta di limone 10 ml
  • (salsa) Yogurt magro 250 gr
  • (salsa) Cucchiaino di finocchio selvatico 2
  • (salsa) Sale q. b.
  • (salsa) Pepe q. b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 350 Kcal

Cavolo

Preparazione pasta per calzoni alla russa

  1. Sfogliare il cavolo cappuccio e les­sarlo per 5 minuti in abbondante acqua salata.
  2. Scolarlo, tagliarlo a striscioline sottili e conservare l’acqua di cottura.
  3. Unire le due varietà di farina su una spianatoia con i semi di papavero e, aggiungendo circa 200 ml d’acqua di cottura del cavolo, creare un impasto ben elastico.

Preparazione farcitura per calzoni alla russa

  1. Dividere l’impasto in 4 pal­line, stenderle sottili e a forma circolare.
  2. Mettere nella metà di ogni disco il salmone affumicato tagliato sottile, un po’ di finocchio selvatico o di aneto in semi, qualche goccia di limone, il cavolo cappuccio e una cucchiaiata di Robiola.
  3. Ripiegare la pasta bagnando i bordi e chiudere i calzoni pressandoli bene con le dita.
  4. Metterli in una te­glia, spennellarli con acqua e infornare per 20 minuti a 180°.

Preparazione per calzoni alla russa

  1. Mentre i calzoni cuociono preparare la salsa mescolando lo yo­gurt, il finocchio selvatico (o l’aneto), il succo di limone rimasto e il pepe.
  2. Servire un calzone per piatto ac­compagnandolo con una do­se generosa di salsa.

Leggi anche Aneto coltivazione