Calza della befana di pasta frolla

Autore:
Laura Bennet
  • Docente sc. biologiche
Calza della befana di pasta frolla

Sommario

La calza della befana dolce fatta in casa con la pasta frolla diavoletti e corallini da servire in tavola il 6 gennaio: ricetta, ingredienti, dosi, calorie e foto.

Tempo di preparazione:
1 ora
Tempo di cottura:
30 minuti
Quantità:
8

Ingredienti Ricetta

  • Pasta frolla 500 gr
  • Scorza di limone 2
  • Corallini e diavoletti q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 430 kcal

Con l’arrivo del giorno dell’Epifania ci si prepara per regalare ai bambini dolci, cioccolata e regali. Oltre a preparare la tradizionale calza ricolma di dolciumi e caramelle, nella nostra proposta di oggi vi suggeriamo un’idea originale e colorata per la gioia dei vostri bambini. Una divertente e fragrante calza della befana di pasta frolla, che potrete decorare e farcire come più desiderate. Semplicemente spolverate con lo zucchero a velo oppure decorate con corallini o diavoletti di vari colori. Vediamo come preparare la Calza della befana di pasta frolla nella nostra ricetta passo passo.

Procedimento della Calza della befana di pasta frolla

  1. Per prima cosa mettete sul piano da lavoro tutti gli ingredienti necessari: farina, uova, zucchero, burro, pane degli Angeli, diavoletti, corallini, un limone biologico (non trattato con antiparassitari ed anticrittogamici), formine oppure una calza. Accendete il forno ed impostate la temperatura a 180°.
    Uova, Farina
    Autore: Alexas_Fotos / Pixabay

  2. Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Lavate il limone, spazzolate la scorza ben bene per eliminare dai pori ogni residuo di polvere. Grattugiate la scorza del limone. Preparate l’impasto per la pasta frolla. Mescolate la farina con lo zucchero. Aggiungete il burro e la scorza grattugiata del limone. Impastate con i rebbi della forchetta per amalgamare il tutto. Aggiungete le uova, tuorli ed albumi. Impastate prima con la forchetta e poi con le mani. Dovete ottenere un composto liscio ed omogeneo.
    Pasta, Frolla
    Autore: Hans / Pixabay

  3. Coprite la ciotola con un canovaccio da cucina e mettetela nel frigo per 30 minuti. Trascorso il tempo indicato, togliete l’impasto dal frigo e preparate le calze. Foderate la griglia del forno con carta forno leggermente umida. Prendete il panetto e con l’aiuto del matterello tirate una sfoglia di pasta spessa circa mezzo centimetro. Prendete la calza, poggiatela sulla sfoglia di pasta. Con un coltello ben affilato o con il taglia pizza eliminate la pasta che avanza lungo i bordi. Aggiustate la forma della calza con le mani.
    Mattarello
    Autore: congerdesign / Pixabay

  4. Poi con una striscia di pasta frolla fate un fiocco e mettetelo sul bordo della calza. Decorate la calza con i corallini o i diavoletti colorati. Procedete allo stesso modo fino a quando non avete finito l’impasto. Se volete poi appendere qualche calza  mettete nell’impasto uno stecchino. Infornate e fate cuocere per circa 20 minuti.calza-befana-corallini
  5. Quando le calze saranno cotte, fate la prova dello stecchino e se lo ritirate completamente asciutto spegnete il forno. Lasciatele ancora dentro per 2 minuti ma con lo sportello aperto. Togliete le calze della befana dal forno e lasciatele raffreddare. Decorate le calze anche con qualche nastro rosso, mettetele poi su un vassoio da portata e qualche minuto prima di servirle in tavola spolverizzatele con lo zucchero a velo.calza -befana-pasta frolla

Calza della befana di pasta frolla: consigli e suggerimenti

Se avete poco tempo a disposizione potete preparare le calze della befana anche il giorno prima e conservarle poi in un sacchetto di carta senza zucchero a velo che aggiungerete poi. Nel preparare la pasta frolla potete aumentare o diminuire gli ingredienti a seconda delle dimensioni e della quantità di calze che volete preparare. Se vi interessa ecco la ricetta della pasta frolla.

Befana
Autore: ElisaRiva / Pixabay

Curiosità

La calza della befana ha origini antichissime. Secondo un’antica leggenda l’uso della calza risalirebbe alla notte in cui Re magi non trovando la strada per Betlemme chiesero informazioni ad una vecchia scorbutica che percorreva la loro stessa strada e che non diede loro nessuna risposta. In seguito la vecchia si pentì dei suoi modi sgarbati e per farsi perdonare incominciò a dispensare doni, caramelle ed ogni genere di dolci in tutte le case dove c’erano bambini. Da allora l’uso di mettere doni (caramelle, biscotti, carbone, frutta secca, frutta fresca ecc.) all’interno di una calza appesa al focolare nella notte del 6 gennaio, avrebbe un valore propiziatorio e di rinnovamento per l’anno nuovo.

Befana
Autore: Elf-Moondance / Pixabay

Calza della befana di pasta frolla foto e immagini