Si può costruire una casa sull’albero in maniera legale senza dover chiedere permessi?

Autore:
Verdiana Sasso
  • Giornalista

Si può costruire una casa sull’albero? Che permessi ci vogliono per costruire una casa sull’albero? Realizzare una casa sull’albero senza autorizzazioni è un abuso edilizio? Vediamo cosa dice la legge sulla costruzione di una piattaforma sospesa, sostenuta in parte o del tutto da un albero.

Casa sull'albero
Photo by Fsolipa – shutterstock

Una casa sull’albero è una struttura costruita utilizzando un albero vivente. In molti casi, le case sugli alberi sono costruite all’interno di un albero mentre altre sono semplicemente appoggiate ad un albero o sono costruite attorno agli alberi. I progetti per le case sugli alberi possono essere molto semplici o molto elaborati, e talvolta sono costruiti principalmente per il divertimento dei bambini.

Tuttavia, prima di iniziare qualsiasi tipo di lavoro, è importante conoscere la normativa di riferimento e quali permessi servono per costruire. Quali autorizzazioni sono necessarie per realizzare una casa sull’albero? Quando si verifica l’abuso edilizio e cosa si rischia? Non ci resta che dare un’occhiata al testo unico per l’edilizia che definisce le regole da seguire in ambito nazionale in materia di edilizia.

È legale costruire una casa su un albero?

Casa sull'albero
Photo by Smit – shutterstock

Come anticipato, per procedere nella costruzione adeguata di una casa sull’albero ed evitare di trovarsi una costruzione non sicura e fuorilegge, è fondamentale conoscere le norme di riferimento per l’edilizia. Secondo la legge italiana, una casa sull’albero è soggetta alle stesse regole di una posizionata al suolo. Dunque, bisognerà rispettare la normativa urbanistica ed edilizia vigente per le costruzioni, oltre alle disposizioni locali.

Nel dettaglio, prima di partire con i lavori, bisognerà munirsi del permesso per costruire, necessario in caso di “nuova costruzione” che modifica l’ambiente preesistente. In altri casi basterà presentare una Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) al Comune tramite un tecnico abilitato. Anche se la casa sull’albero viene costruita  all’interno di una proprietà privata, c’è comunque un aumento della cubatura alla proprietà e il Comune chiederà il pagamento del contributo di costruzione o di altri oneri concessori.

Se, invece, la casetta non è dotata di tetto oppure risulta aperta da almeno due lati, potrebbe rientrare negli interventi di edilizia libera e non richiedere la concessione di alcun titolo abilitativo.

Abuso edilizio: cosa si rischia

Quando una casetta sull’albero viene costruita senza autorizzazioni è un abuso edilizio perché ha funzione abitativa. L’abuso è sempre reato e può avere rilevanza sia amministrativa che penale. In sostanza, le conseguenze previste sono la condanna penale e la demolizione della struttura abusiva.

Il responsabile dell’abuso edilizio è sempre il proprietario dell’immobile oppure colui che ha contribuito alla realizzazione della struttura abusiva. È possibile evitare la condanna penale tramite richiesta di una sanatoria. Inoltre, ci sono casi in cui pagando una sanzione pecuniaria si regolarizza il tutto anche se non è sempre ammesso. Le sanzioni previste in caso di abuso edilizio sono le seguenti:

  • l’ammenda fino a 10.329 euro per l’inosservanza delle norme, prescrizioni e modalità esecutive previste dal presente titolo, in quanto applicabili, nonché dai regolamenti edilizi, dagli strumenti urbanistici e dal permesso di costruire
  • l’arresto fino a due anni e l‘ammenda da 5.164 a 51.645 euro nei casi di esecuzione dei lavori in totale difformità o assenza del permesso o di prosecuzione degli stessi nonostante l’ordine di sospensione
  •  l’arresto fino a due anni e l’ammenda da 15.493 a 51.645 euro nel caso di lottizzazione abusiva di terreni a scopo edilizio, come previsto dal primo comma dell’art. 30.

La stessa pena si applica anche nel caso di interventi edilizi nelle zone sottoposte a vincolo storico, artistico, archeologico, paesistico, ambientale, in variazione essenziale, in totale difformità o in assenza del permesso.