Verdure a partire dai capelli: da oggi si può

Coltivare verdure dai capelli umani è possibile: ecco il risultato straordinario di alcuni studi mirati.

Cheratina-00
Cheratina dai capelli per coltivare ortaggi

 

I ricercatori dell’Università di Singapore hanno trovato un modo eccezionale e eco friendly per produrre ortaggi e verdure partendo dai residui di capelli. Gli scienziati, infatti, si sono avvalsi dei capelli avanzati nei saloni dei parrucchieri per produrre cavoli, rucola e verdura a foglia.

Nella coltivazione a base di capelli il principio attivo che rende possibile la crescita delle verdure pare sia la cheratina contenuta naturalmente nelle fibre dei capelli. Essa va a sostituire i normali metodi di crescita in campo agricolo, ergendosi a simbolo di una coltivazione responsabile e meno invasiva verso l’ambiente.

I ricercatori hanno usato il metodo idroponico, ossia una coltivazione su di un substrato fertile e ricco di nutrienti in totale assenza di terreno. Mescolando infatti i capelli tagliati a particolari fibre di cellulosa da legno si è creato un perfetto ambiente in cui poter dar vita alle essenze vegetali.

Non si trova solo nei capelli la cheratina utile alla produzione di ortaggi e verdura: anche alcuni animali ne posseggono in quantità sufficiente. La cheratina è in grado di trattenere acqua e nutrienti senza necessità di disporre di terreno: una svolta sia in termini economici che di spazio.